sabato 31 dicembre 2011

Recensione: FRANCESCA di Maurizio Spano

Titolo: Francesca
Autore: Maurizio Spano
Editore: Aliberti
ISBN: 9788874248377
Pagine: 295
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo copertina: 17,00 €

DESCRIZIONE
Casualità o destino, semplice coincidenza o disegno divino: cosa serve a far incrociare due anime complici? Lui un ragazzo normale con una vita normale, lei una ragazza bellissima e misteriosa. Provengono da mondi completamente diversi, ma questo non impedirà loro di vivere assieme l'avventura più bella della loro esistenza. Un amore vero, intenso, vivo ed emozionante che sconvolgerà le loro anime e i loro corpi. All'interno di una cornice romantica, qual è la città di Venezia, seguendo i protagonisti nel loro cercarsi e respingersi, assaporando la gioia dei sensi e affrontando la paura del domani che un grande amore porta con sé, il lettore sarà trasportato nella magica atmosfera della leggerezza dell'animo giovanile e rivivrà assieme ai protagonisti emozioni che non finiscono mai di stupire e commuovere. 

RECENSIONE (a cura di Sonia)
Il romanzo narra dell'incontro tra Francesca e Maurizio, ed è proprio quest'ultimo, che nelle vesti di protagonista, narra le vicende di una bellissima ma complicata storia d'amore ambientata nel 1984.

LUI è un ragazzo ventitreenne, che lavora come poliziotto presso la stazione ferroviaria ma che ha la passione della musica suonando in una band. Un uomo che esteticamente rientra nella media, dunque, consapevole di essere né troppo bello né troppo sicuro di sé. D'altra parte è un ragazzo amante del corpo delle donne, di cui non riesce a fare a meno trasformandolo in argomento principale dei suoi pensieri. Un ragazzo capace di riconoscere l'amore e di non negarlo a sé stesso.

LEI è una studentessa bellissima, forse troppo per Maurizio ed egli stesso non riesce a credere di riuscire ad attirarla. Una ragazza misteriosa, proveniente da un ceto abbiente e che cela troppi elementi della sua vita. Francesca è una di quelle donne maliziose, imprevedibili, che vogliono tenere le redini del gioco e che dominano la mente dell'uomo confondendolo con una sensualità estrema; in fondo, nascondendo la sua vita nasconde lo scrigno che contiene il suo vero essere: sentimenti e paure.

L'incontro avviene in stazione quando Francesca avvicinandosi al poliziotto per chiedere informazioni riceve come risposta due semplici parole:<<Sei bellissima>>. Per Maurizio quell'incontro è un colpo di fulmine proteso verso l'infatuazione. Per Francesca, invece, è l'inizio di un gioco, o forse una sfida nei confronti di quel "poveraccio" che, con quelle due parole, in un istante le è sembrato essere un uomo diverso da tutti gli altri.

Inizierà così un amore mai dichiarato esplicitamente, un patto erotico i cui confini non saranno chiari neppure ai protagonisti. Essi non vivranno come una coppia ma come due individui che si cercano e desiderano, che non hanno voglia di farsi promesse ma solo di vivere ogni momento come se fosse l'ultimo stando insieme "ORA PER SEMPRE". La volontà di Francesca è vivere ogni attimo abbandonandosi ai piaceri del presente piuttosto che parlando del suo passato, della sua vita complessa, di una situazione familiare difficile, di un futuro che non ha voglia di progettare. La volontà di Francesca è rispettata da Maurizio per un lungo periodo di incontri indimenticabili, ma dopo mesi di frequentazione egli si rende conto che la donna che vive come un sogno potrebbe abbandonarlo in qualsiasi momento. Il poliziotto diventerà più duro per avere risposte ed ottenere certezze. In questo modo Maurizio scoprirà una Francesca diversa. Ma proprio quando i due impareranno a condividere tutto (o quasi) la situazione si complicherà a causa di un'improvvisa probabile partenza.

Un romanzo che mi ha colpita positivamente per molti fattori. Prima di tutto è scritto molto bene grazie all'immediatezza del discorso diretto e l'uso del quotidiano linguaggio giovanile. L'intreccio narrativo è scorrevole grazie alla scansione temporale scandita da avvenimenti in successione cronologica. La parte descrittiva mi ha rapita completamente perché avvolge il romanticismo e sfiora i confini della poesia. Ogni sentimento supera l'astrattezza poiché è descritto così bene da richiamare i sensi ed ogni paesaggio fisico è rappresentato con un'accuratezza tale da farlo sembrare un luogo paradisiaco e intangibile. La storia permette una facile immedesimazione per la presentazione di una realtà che potrebbe essere attraversata da ogni lettore. Per concludere, anche il finale mi ha impressionata perché non era affatto ovvio e scritto talmente bene da lasciar anche qualche nota di amarezza nel lettore indeciso che aspetta un finale sempre diverso da quello che trova.


Ho divorato "Francesca" in un giorno perché nella normale ripetitività di ogni storia d'amore non risultava affatto un romanzo banale. Consiglio il libro a chi ama le storie d'amore e a tutte le ragazze che si chiamano Francesca che hanno circa 45 anni, chissà, magari ritroveranno il loro Maurizio dopo 23 anni e attraverso il libro rivivranno la loro storia d'amore...ammesso che sia una storia vera!


 L'AUTORE

Maurizio Spano dal 1983 al 2010 ha fatto parte della Polizia di Stato.
Arte e comunicazione sono da sempre presenti nel suo quotidiano, contraddistinto da una miriade di attività che svolge con un’unica aspirazione… raccontare il sogno dell’uomo. Da adolescente inizia a scrivere racconti e, in seguito, compone canzoni che, grazie alla condivisione con amici musicisti, spesso esegue in pubblico. Attore in una compagnia amatoriale di teatro dialettale fino al 1999, intraprende poi l’attività di pittore e fotografo, allestendo importanti mostre personali in alcune città, tra le quali Modena, Rovigo, Verona e Bergamo. Vive ad Adria con la moglie Maria Letizia e i figli Marco e Stefano
Con Francesca ha partecipato all’ultima edizione del Concorso internazionale di letteratura Città di Cattolica, posizionandosi al terzo posto nella categoria Romanzi inediti.

Lettera aperta ai lettori...diamo i numeri!!

Cari amici lettori,
ci siamo!! Oggi è 31 e mancano, oramai, poche ore al nuovo anno. 
E' tempo di bilanci e anche il blog vuole condividere con voi i numeri più significativi del percorso compiuto insieme.

92: i giorni di vita del blog (siamo ancora alle prime armi!!)
15503: le visualizzazioni totali mentre sto scrivendo il post (quasi 170 visualizzazioni di media al giorno)
216: i post totali inseriti nel blog (oltre due post al giorno)
 41: le recensioni di libri inseriti nel blog (niente male, quasi una ogni due giorni)
57: i film visti e recensiti (non pochi in 92 giorni!!)
128: i vostri commenti ai post (qui il merito è tutto vostro!!)
81: i lettori fissi del blog
113: i fan della pagina facebook
449: le visualizzazioni del post più popolare (la recensione del libro "Il marchio del diavolo" di Glenn Cooper)
482: il record di visualizzazioni in un giorno (10 Dicembre)
8081: il record di visualizzazioni in un mese (Dicembre, 261 visualizzazioni di media al giorno)
1397: visualizzazioni dalla Germania (il Paese estero con il maggior numero di visualizzazioni. Grazie agli amici tedeschi o italiani all'estero che mi seguono)

Il totale: 
26640 volte grazie a tutti voi!

Senza di voi, infatti, il blog non ha senso, come i numeri che vi ho dato. E' la vostra presenza che rende questo spazio significativo e ci spinge ad andare avanti per condividere qualcosa insieme.

Nel 2012 mi auguro di poter migliorare questi numeri, ma l'unico modo per farlo siete voi, la vostra presenza, il vostro supporto.

Non mi resta che augurarvi una "buona fine" ma, soprattutto, un Buon Anno nuovo, all'insegna di felicità, letteratura e cinema!!!!

venerdì 30 dicembre 2011

Video Presentazione del libro TUTTA COLPA DEL PROF di Anita Book

In esclusiva per "Letteratura & Cinema"
Anita Book presenta ai lettori del blog il suo romanzo d'esordio:
TUTTA COLPA DEL PROF.


Il Libro

Titolo: Tutta colpa del Prof.
Autore: Anita Book
Editore: Gruppo Albatros Il Filo
ISBN: 9788856736168
Pagine: 220
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo copertina: 13,90 €

DESCRIZIONE
Sarah è una diciannovenne alle prese con l'università e con il resto del mondo che sta aspettando che cresca. È una ragazza di un'esuberanza speciale che vi accoglierà nel suo mondo con un dolce, dolcissimo sorriso. Sarah vi racconterà la sua vita di giovane studentessa alle prese con una struggente storia d'amore. Lui è il suo professore, giovane uomo che incarnerà le sembianze di un angelo, tanto è bello. Tutto appare "fantastico": Sarah è bravissima a disegnare con le parole la sua vivace realtà. Vi presenterà i suoi genitori, i suoi compagni, la sua migliore amica Martina. Vi ritroverete in casa sua mentre discute con i genitori, o nelle aule dell'università o al bar. Sarete testimoni della grandezza del sentimento che avvolge lei e il suo prof. Attenzione, però, non distraetevi, sarete coinvolti nella rappresentazione e, all'improvviso, Sarah vi farà una sorpresa. In fondo la vita è piena di sorprese; il segreto per affrontare situazioni inaspettate sta forse nella grande vitalità che Sarah esprime come tutti i suoi coetanei: la sensazione di vivere in una realtà parallela, con le sue forme, con il suo linguaggio, con le più scanzonate e rosee prospettive. E con uno schermo buio, che Sarah riaccende subito e velocemente riempie di colore.

BOOKTRAILER


 
UN GRAZIE DI CUORE AD ANITA PER LA DISPONIBILITA' E LA GENTILEZZA VERSO IL BLOG. VI ASSICURO CHE E' UNA RAGAZZA MOLTO SIMPATICA E PREPARATA.
MI RACCOMANDO ACQUISTATE IL SUO LIBRO.


Risultato Sondaggio: Miglior film della settimana

CAPODANNO A NEW YORK 
è il miglior film della settimana per i lettori del blog

USCITA CINEMA: 23/12/2011
REGIA: Garry Marshall
SCENEGGIATURA: Katherine Fugate
ATTORI: Zac Efron, Michelle Pfeiffer, Robert De Niro, Ashton Kutcher, Sarah Jessica Parker, Jessica Biel, Halle Berry, Jon Bon Jovi, Katherine Heigl, Abigail Breslin, Cary Elwes, Alyssa Milano, Carla Gugino, Sofia Vergara, James Belushi, Seth Meyers, Hilary Swank, Josh Duhamel, Hector Elizondo, Christian Fortune
FOTOGRAFIA: Charles Minsky
MONTAGGIO: Michael Tronick
MUSICHE: John Debney
PRODUZIONE: New Line Cinema
DISTRIBUZIONE: Warner Bros. Pictures Italia
PAESE: USA 2011
GENERE: Commedia
DURATA: 118 Min
FORMATO: Colore
SITO: http://wwws.warnerbros.it/newyearseve/index.html

DESCRIZIONE
Capodanno a New York celebra l'amore, la speranza, il perdono, le seconde possibilità e le ripartenze, in storie intrecciate tra impulso e promesse della citta di New York nella notte più splendente dell'anno.

RECENSIONE
Capodanno a New York è il film americano per eccellenza.
Tutte le storie che si intrecciano hanno un solo minimo comune denominatore: la speranza. L'idea che l'anno che verà potrà essere migliore di quello appena trascorso e che in una notte, magica, tutto può accadere. Qualsiasi sogno può realizzarsi, come nelle favole più belle.
Ed è proprio questa l'essenza del film: una favola moderna sui valori più belli e profondi della vita; l'amore, il perdono, la speranza.
Naturalmente in questa pellicola ritroverete un'infinità di luoghi comuni, banalità e scene già viste, ma non è quella la cosa importante. Questo è il classico film che merita di essere visto a prescindere, anche solo per regalarsi due ore di emozioni nel centro del mondo, New York, nella notte più attesa.
Mi sembra abbastanza scontato che in una cornice come questa la fotografia sia bellissima, uno dei pezzi forti del film. Parliamoci chiaro: chi non vorrebbe essere a Times Square, a mezzanotte, mentre la sfera cade?
La sceneggiatura non brilla certo per originalità ed è sicuramente "buonista", ma credo che per l'intento del film vada più che bene.
Il cast non merita presentazioni. Qualsiasi attore presente in questa pellicola ha già un curriculum importante alle spalle e si guadagna abbondantemente la sufficienza.
Il regista (Pretty Woman, Se scappi ti sposo, Appuntamento con l'amore, ecc...), come gli attori, non ha bisogno di presentazioni e anche in questo film dirige bene l'ottimo materiale a disposizione.

Insomma non sarà un film indimenticabile, ma io credo che meriti di essere visto perchè, in un periodo difficile come il nostro, è in grado di riavvicinare la gente ai valori più belli e profondi della vita, anche solo per due ore trascorse a sognare davanti ad uno schermo. Consigliato!

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO VOTATO !!

martedì 27 dicembre 2011

Novità Gargoyle


Novità gennaio-febbraio-marzo 2012

Morire per vivere
John Scalzi
(Gargoyle Extra, EAN 978-88-89541-90-6, 18 €, traduzione di Concetta D’Addetta - in libreria da gennaio 2012)

 

La trama. A 75 anni John Perry, vedovo da alcuni mesi, si arruola nelle Forze di Difesa Coloniale (fdc), imbarcandosi, assieme ad altri volontari, sull’astronave “Henry Hudson”. All’interno del veicolo spaziale, la coscienza dei commilitoni viene trasferita in nuovi corpi che, per mezzo di una tecnologia avanzata, vengono potenziati in modo da disporre di una forza prodigiosa e sensi molto sviluppati. Dopo un periodo di addestramento sul pianeta Beta Pyxis III, Perry viene mandato a combattere i Consu, una razza aliena fiera e intelligente; grazie a una sua intuizione le fdc vincono la battaglia e il suo gruppo di appartenenza è riassegnato, ma l’astronave viene intercettata, attaccata e Perry dato per morto. A salvarlo, però, arrivano le misteriose Brigate Fantasma, forze speciali delle fdc, guidate da Jane Sagan, che somiglia in modo impressionante a Kathy, la defunta moglie di John…

L’autore. Dopo un esordio da giornalista, il californiano John Scalzi (1969) si dedica alla scrittura. Morire per vivere (Old Man’s War) è il suo primo romanzo per il quale è stato candidato al prestigioso premio Hugo Award e i cui diritti sono stati venduti in più di quindici Paesi tra cui Cina, Giappone, Francia, Germania, Spagna, Russia, Israele e Inghilterra. La Paramount ha acquistato i diritti per un film annunciato per il 2012 con la regia di Wolfgang Petersen (La storia infinita, Virus letale, Air Force, Troy). Tra gli altri romanzi di Scalzi ricordiamo The Ghost Brigades, The Sagan Diary, The Last Colony e Zoe’s Tale. È stato consulente creativo per la popolare serie televisiva di fantascienza Stargate Universe. Dal 2010 è presidente della Science Fiction and Fantasy Writers of America.

Per maggiori informazioni: http://scalzi.com

Hanno detto:
Straordinariamente riuscito, una forza innovativa che genera continue sorprese e grande soddisfazione nella lettura.
Publishers Weekly
Concepito in maniera brillante e assolutamente divertente.
The Cleveland Plain Dealer



La vita eterna
Marie Corelli
(Gargoyle Extra, EAN 978-88-89541-88-3, 18 €, traduzione di Monica Meloni - in libreria da febbraio 2012)

La trama. Una donna stanca e irritabile – voce narrante della storia – bisognosa di una vacanza, accetta di fare una crociera nelle Ebridi sullo yacht di Morton Harland, un milionario americano con velleità letterarie. Al seguito di Harland, vi sono la sua giovane figlia Catherine, il segretario, Mr Swinton, e un medico, il dottor Brayle. Durante la navigazione, la compagnia s’imbatte nello yacht del ricco Rafael Santoris, vecchio compagno di scuola di Harland. Tra Santoris e la narratrice scoppia subito un particolare idillio, che svela un lunghissimo rapporto misteriosamente sopravvissuto ai secoli attraverso continue reincarnazioni, ma senza che i due riuscissero mai davvero a incontrarsi. Per evitare il rischio di un’altra separazione, Santoris chiede alla donna di seguirlo ma lei, intuendo che il loro cammino spirituale è ancora lontano dal concludersi, decide di raggiungere un monastero sino ad allora interdetto alle donne, dove intraprendere un cammino spirituale. Rafael Sartoris, però, non si arrende, adesso che lo ha trovato, non vuole rinunciare all’amore eterno…

L’autore. Figlia illegittima di Charles Mackay, poeta e autore di canzoni scozzese, poco più che trentenne Mary Mackay (Londra 1855 - Stratford-on-Avon 1924) si creò una nuova identità trasformandosi in “Marie Corelli” e iniziando una strepitosa avventura letteraria ed editoriale. Tra i suoi romanzi di maggior successo troviamo Vendetta - The Story of One Forgotten (Vendetta!, Gargoyle 2011) e il popolarissimo The Sorrows of Satana, che ha ispirato l’omonimo film di David W. Griffith. La Corelli arrivò a vendere anche 100.000 copie l’anno, diventando la regina dei bestseller d’epoca tardo-vittoriana ed edoardiana, nonché l’autrice prediletta di personaggi illustri tra cui la Regina Vittoria, Margherita di Savoia, l’Imperatrice Elisabetta d’Austria, il poeta Alfred Tennyson e il Primo Ministro britannico Gladstone.

Da La vita eterna:
«La scienza, come ogni altra cosa, presenta dei limiti», dissi, «a causa dei quali la mente può facilmente scivolare nel caos. Gli studiosi più autorevoli sono destinati al fallimento eclatante delle proprie speculazioni. Dimenticano che per capire l’Infinito, devono essere certi dell’Infinito in se stessi».
«Parlate come un oracolo, bella signora!», disse Mr Harland. «Ma nonostante i vostri acuti argomenti, l’Uomo rimane limitato come sempre».
«Se sceglie di esserlo, lo è certamente», risposi. «L’uomo è sempre ciò che sceglie di essere».



Sherlock Holmes e i misteri di Londra
Tracy Revels
(Gargoyle Books, EAN 978-88-89541-64-7, 14 €, traduzione di Elena Cecchini - in libreria da marzo 2012)

La trama. Tutto comincia una mattina d’aprile, nella Londra vittoriana, quando al 221B di Baker Street fa la sua comparsa Titania, la Regina delle Fate di Sogno di una notte di mezza estate. Titania è venuta per chiedere a Sherlock Holmes, che sembra conoscere da molto tempo, di ritrovare il suo diadema, ma quando nomina il Regno delle Ombre e fa appello ad antichi legami tra Holmes e le creature che abitano questo regno, si avverte qualcosa di misterioso: non solo il Grande Detective si rifiuta di aiutare la Regina delle Fate, ma tra i due sembra esserci uno strano legame.
La discussione turba profondamente Watson che rimane esterrefatto quando l’amico e compagno gli rivela che il Regno delle Ombre esiste veramente. Una serie di sparizioni di oggetti simbolici, un’indagine condotta dall’abile Sherlock Holmes, e un pizzico di magia rendono l’avventura avvincente.

L’autore. Nata e cresciuta a Madison, Tracy Ravels è professore di Storia e cultura della Florida, tra le sue pubblicazioni scientifiche di maggior rilievo Watery Eden: A History of Wakulla Springs, Grander in Her Daughters: Florida's Women During the Civil War, and Sunshine Paradise: A History of Florida Tourism (Rembert Patrick Prize - 2005 come migliore opera accademica sulla storia locale).
Accanto alla docenza, Revels sfoggia una formidabile conoscenza del Canone Doyliano che l’ha spinta a misurasi con la scrittura di pastiche con protagonista il celebre investigatore di Baker Street quali Sherlock Holmes e i segreti di Londra (Shadowfall - A novel of Sherlock Holmes) dove il Grande Detective è impegnato in un viaggio soprannaturale che lo porta a misurarsi con alcune figure leggendarie di villain come “Jack dai tacchi a molla” e Marie Leveau, la celebre maga esperta in riti voodoo e il suo seguito Shadowblood - A Novel of Sherlock Holmes.
 

lunedì 26 dicembre 2011

Recensione: I GUERRIERI D'ARGENTO di Elvio Ravasio

Titolo: I Guerrieri d'Argento
Autore: Elvio Ravasio
Editore: Edizioni Senso Inverso
ISBN: 9788896838259
Pagine: 150
Prezzo copertina: 15,00 €

DESCRIZIONE
Arkàdon si materializzò al centro del chiarore, la sua figura imponente e austera si stagliava nel buio che lo circondava. Il tempo sembrò fermarsi e, senza alzare il capo, pronunciò con tono profondo una cantilena in una lingua ai Cèldi sconosciuta.

RECENSIONE (a cura di Sonia)
Il racconto è ambientato nelle lande di Arìshtar al tempo del regno di Arkàdon, quando tutto sembrava essere pervaso da una totale serenità. Il pacifico spettacolo del paesaggio, inevitabilmente, muterà da lì a poco per lasciare spazio ad un'incombente lotta tra bene e male. I due protagonisti della storia sono Elamar e Nayla, due ragazzi appartenenti rispettivamente ai popoli di Cèldi ed Emidi. Nella loro complicità ed attrazione reciproca, i due protagonisti dovranno combattere le forze oscure unendosi ai sette Re delle lande, a piccoli omini dispettosi, agli antichi misteriosi draghi e ai coraggiosi guerrieri d'Argento. Prima di giungere alla battaglia finale, però, dovranno affrontare mille avventure e scoprire energie di cui non erano a conoscenza al fine di ottenere tutto ciò di cui necessitano per vincere una battaglia che potrebbe segnare il destino delle lande. Riusciranno tutti i personaggi, tra momenti ironici e difficoltà, ad uscirne vittoriosi? O i loro sforzi saranno vani giacché sembra impossibile combattere contro quel potere oscuro e intangibile?

La storia si dipana in un contesto fantastico che sembra trasformarsi in normalità. L'intreccio del racconto poggia le basi sul rapporto tra Elamar e Nayla ed è consolidato dalla nascita di un sentimento tra i due ragazzi. Le illustrazioni portano i lettori a non costruire immagini mentali ma ad avere immagini pre-fabbricate dei personaggi, i quali, sono descritti abbondantemente anche nelle pagine del libro. La scrittura non è particolarmente difficile, grazie all'immediatezza del discorso diretto, ma la storia si presenta alquanto scontata in numerosi passaggi. Premettendo che non amo molto il genere fantasy posso affermare che mi sembrava di leggere qualcosa già letto o visto precedentemente. Dopotutto, le figure del racconto suscitano interesse nel lettore e lo spingono nella lettura giacché esse sono caratterizzate da atteggiamenti positivi e misteri che continuamente cercano di affiorare. La parte conclusiva anche se scontata, lascia al lettore lo spazio di pensare che il racconto abbia un prosieguo.

Un libro che consiglio agli amanti del genere fantasy e a coloro che amano storie antiche di luoghi incantati, draghi imponenti e creature fantastiche, storie di poteri magici racchiusi in bracciali e scudi ed, infine, di lotte tra bene e male.

L'AUTORE

Elvio Ravasio nasce a Lecco nel 1964. Libero professionista, appassionato fin da ragazzo di fantasy e fantascienza, coltiva questa sua passione leggendo i classici del genere. Assiduo lettore anche di fumetti, in particolare dei supereroi della Marvel, colleziona diverse testate. Nel 2003 decide di iniziare a scrivere. Nasce così "I guerrieri d'argento", opera prima dell'autore: un libro scritto per la figlia, uno stile scorrevole, descrittivo quanto basta per lasciare libero spazio alla fantasia, con sanguinose battaglie e situazioni divertenti che si alternano mantenendo l'attenzione del lettore. Blog: iguerrieridargento.blogspot.com.

Recensione: CONTROSOLE di Roberto Parodi

Titolo: Controsole
Autore: Roberto Parodi
Editore: TEA
ISBN: 978-88-502-2313-8
Pagine: 304
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo copertina: 13,00 €

DESCRIZIONE
Un padre che ha lasciato le certezze di un’esistenza sui binari, e anche gli affetti, per inseguire il sogno di una vita diversa. Un figlio adolescente chiuso nel suo mondo. Salgono insieme su una moto per affrontare un problema che si trova, forse, dall’altra parte del globo. Lui, il ragazzo, vuole fare qualcosa di concreto, per la prima volta; lui, il padre, vuole ricostruire il rapporto con quel figlio sfuggente. Guidano per diecimila chilometri, su una vecchia Harley che conosce le strade del mondo, attraversano un confine dopo l’altro, un paesaggio dopo l’altro, un popolo dopo l’altro ¬– dall’Italia all’India, passando per la Turchia, l’Iran e il Pakistan. E chilometro dopo chilometro si parlano, si scontrano, si avvicinano, imparano di nuovo a volersi bene. Dopo Scheggia, esordio narrativo accolto da grandi consensi, Roberto Parodi torna «sulla strada» con un nuovo romanzo che unisce il fascino del viaggio verso Oriente all’avventura dei sentimenti.

RECENSIONE
Controsole è il secondo romanzo di Roberto Parodi, personalmente il primo che ho letto di questo scrittore.
Il protagonista della storia è lo stesso del primo romanzo ovvero Scheggia. Questa volta l'uomo si trova a dover affrontare il suo fallimento più grande: il rapporto con suo figlio Roy. Scheggia, infatti, non è sicuramente un padre modello e la sua vita è lontana da qualsiasi registro legato alla normalità.
Musicista e cantante di notte, insegnante (per ripetizioni) e aspirante scrittore di giorno, Scheggia ha mollato da tempo la routine quotidiana per assecondare le proprie passioni. Allo stesso tempo, però, è stato mollato dalla moglie e si è allontanato sempre più dal figlio Roy.
Quest'ultimo vive la sua vita intrappolato in una gabbia virtuale in cui il mondo videoludico è diventato quello reale. Tanto reale che Roy, pur di essere accettato in un clan di un gioco della Xbox, decide di fare per loro delle commissioni in giro per Milano. Si tratta soprattutto di smistare buste. Quando, però, il ragazzo capisce che il contenuto non  è molto legale, si ritrova catapultato in un gioco molto pericoloso: quello di trafficanti di uomini che utilizzato il canale protetto della Xbox per organizzare e gestire i loro traffici illeciti.
Solo l'intervento di Scheggia riuscirà a salvare Roy da una brutta fine.
Proprio la situazione difficile spingerà padre e figlio ad intraprendere un lungo viaggio verso Est, a bordo di una vecchia Harley-Davidson, alla ricerca della verità ma, soprattutto, di se stessi e di quel rapporto padre/figlio oramai deteriorato da anni di silenzi e incomprensioni.

Controsole è un classico romanzo on the road che regala al lettore una straordinaria e ricca varietà di personaggi, usi, tradizioni, paesaggi, emozioni. Un viaggio intenso verso Est attraverso Slovenia, Croazia, Serbia, Bulgaria, Turchia, Iran e Pakistan. La scoperta di culture e religioni differenti, realtà tragiche, personaggi infimi ma, soprattutto, figure memorabili di giovani e anziani, uomini e donne, che cercano di cambiare la propria realtà, superando la paura e le contraddizioni di un mondo religioso e culturale incapace di aprirsi alle trasformazioni e al progresso. L'autore, infatti, riesce ad inquadrare una realtà complessa senza cadere nella retorica o in facili moralismi. E la soluzione che ci propone non è affatto banale.
A parte questo il viaggio è anche, e soprattutto, la storia di un padre e di un figlio alla ricerca di se stessi e del loro rapporto perduto. Un viaggio profondo nella psiche e nei sentimenti di due generazioni apparentemente molto lontanti, eppure così vicini nella condivisioni di valori e ideali.

Parodi utilizza un linguaggio semplice e scorrevole. La lettura è fluida e il romanzo si legge tutto d'un fiato.
I personaggi sono delineati molto bene e hanno una buona introspezione psicologica. Molto belle e accurate anche le descrizioni dei luoghi del romanzo, mai pedanti o noiose.
La componente autobiografica è evidente, soprattutto nella descrizione del viaggio e nella conoscenza del mezzo (perchè Parodi prima che uno scrittore è un bikers convinto e appassionato). Viaggio che risulta molto interessante ed è in grado di arricchire il lettore sia da un punto di vista culturale, sia da un punto di vista umano.
Le motivazioni del viaggio, invece, mi hanno convinto di meno. Questo perchè la storia della Xbox risulta poco credibile, come gli sviluppi successivi della vicenda.
Ma questo, tuttavia, non ha molta importanza perchè è solo un pretesto per introdurre il viaggio; la vera anima, essenza, del romanzo.

Un libro, dunque, che mi sento di consigliare a tutti e, in  particolare, agli amanti delle due ruote, agli appassionati di viaggi on the road, a chi ama conoscere nuove culture, a chi cerca nei romanzi i sentimenti più veri, autentici.

L'AUTORE

Roberto Parodi è nato ad Alessandria un numero non ancora imbarazzante di anni fa. Dopo aver fatto il poliziotto, l'ingegnere meccanico e il banker, ha capito che la sua vita era scrivere. Da qualche anno sta cercando di recuperare il tempo perduto. Giornalista, suona la chitarra e le sue passioni sono Chuck Berry, la letteratura beat americana e la motocicletta. Nonostante ciò ha tre figli e (ancora) una moglie.
Sito:  http://www.threepercenters.it/


sabato 24 dicembre 2011

Recensione: CAPODANNO A NEW YORK

USCITA CINEMA: 23/12/2011
REGIA: Garry Marshall
SCENEGGIATURA: Katherine Fugate
ATTORI: Zac Efron, Michelle Pfeiffer, Robert De Niro, Ashton Kutcher, Sarah Jessica Parker, Jessica Biel, Halle Berry, Jon Bon Jovi, Katherine Heigl, Abigail Breslin, Cary Elwes, Alyssa Milano, Carla Gugino, Sofia Vergara, James Belushi, Seth Meyers, Hilary Swank, Josh Duhamel, Hector Elizondo, Christian Fortune
FOTOGRAFIA: Charles Minsky
MONTAGGIO: Michael Tronick
MUSICHE: John Debney
PRODUZIONE: New Line Cinema
DISTRIBUZIONE: Warner Bros. Pictures Italia
PAESE: USA 2011
GENERE: Commedia
DURATA: 118 Min
FORMATO: Colore
SITO: http://wwws.warnerbros.it/newyearseve/index.html

DESCRIZIONE
Capodanno a New York celebra l'amore, la speranza, il perdono, le seconde possibilità e le ripartenze, in storie intrecciate tra impulso e promesse della citta di New York nella notte più splendente dell'anno.

RECENSIONE
Capodanno a New York è il film americano per eccellenza.
Tutte le storie che si intrecciano hanno un solo minimo comune denominatore: la speranza. L'idea che l'anno che verrà possa essere migliore di quello appena trascorso e che in una notte, magica, tutto può accadere. Qualsiasi sogno può realizzarsi, come nelle favole più belle.
Ed è proprio questa l'essenza del film: una favola moderna sui valori più belli e profondi della vita; l'amore, il perdono, la speranza.
Naturalmente in questa pellicola ritroverete un'infinità di luoghi comuni, banalità e scene già viste, ma non è quella la cosa importante. Questo è il classico film che merita di essere visto a prescindere, anche solo per regalarsi due ore di emozioni nel centro del mondo, New York, nella notte più attesa.
Mi sembra abbastanza scontato che in una cornice come questa la fotografia sia bellissima, uno dei pezzi forti del film. Parliamoci chiaro: chi non vorrebbe essere a Times Square, a mezzanotte, mentre la sfera cade?
La sceneggiatura non brilla certo per originalità ed è sicuramente "buonista", ma credo che per l'intento del film vada più che bene.
Il cast non merita presentazioni. Qualsiasi attore presente in questa pellicola ha già un curriculum importante alle spalle e si guadagna abbondantemente la sufficienza.
Il regista (Pretty Woman, Se scappi ti sposo, Appuntamento con l'amore, ecc...), come gli attori, non ha bisogno di presentazioni e anche in questo film dirige bene l'ottimo materiale a disposizione.

Insomma non sarà un film indimenticabile, ma io credo che meriti di essere visto perchè, in un periodo difficile come il nostro, è in grado di riavvicinare la gente ai valori più belli e profondi della vita, anche solo per due ore trascorse a sognare davanti ad uno schermo. Consigliato!

Buona Vigilia!

Quando la magia della letteratura si fonde perfettamente con quella del cinema....

venerdì 23 dicembre 2011

Risultato Sondaggio Miglior Film della settimana

IL GATTO CON GLI STIVALI
è il miglior film della settimana per i lettori del blog

USCITA CINEMA: 16/12/2011
REGIA: Chris Miller
SCENEGGIATURA: Tom Wheeler, David H. Steinberg
ATTORI: Antonio Banderas, Walt Dohrn, Salma Hayek, Zach Galifianakis, Billy Bob Thornton, Amy Sedaris, Francesca Guadagno, Alessandro Quarta, Rodolfo Bianchi, Laura Boccanera, Valentina Martino Ghiglia, Eugenio Marinelli
MONTAGGIO: Eric Dapkewicz
MUSICHE: Henry Jackman
PRODUZIONE: Mandeville Films, Warner Bros. Pictures, DreamWorks Animation
DISTRIBUZIONE: Universal Pictures
PAESE: USA 2011
GENERE: Animazione, Azione, Commedia, Avventura
DURATA: 90 Min
FORMATO: Colore 3D

DESCRIZIONE
Il gatto con gli stivali, noto combattente, seduttore e fuorilegge, diventa un eroe, molto prima di incontrare Shrek, quando, per salvare la sua città, si imbarca in un'avventura con la tosta e intelligente gattina di strada Kitty Zampe Di Velluto e il cervellone Humpty Dumpty. A complicargli le cose lungo la strada ci penseranno i famigerati fuorilegge Jack e Jill, pronti a tutto per far fallire l'impresa di Gatto e la sua banda.

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO VOTATO

giovedì 22 dicembre 2011

Concorso Pitch Trailer IV Edizione

PITCH TRAILER: QUELLI CHE...PRIMA IL TRAILER E POI IL FILM

Dopo il grande successo dello scorso anno, TRAILERS FILMFEST - il festival dei trailers cinematografici diretto da Stefania Bianchi che si terrà a Catania dal 26 al 29 settembre 2012 - lancia anche quest’anno il CONCORSO PITCH TRAILER. Giunto alla quarta edizione, il concorso, ideato e organizzato dall’associazione Seven e a partecipazione gratuita, offre agli autori indipendenti l’opportunità di promuovere, attraverso un trailer, l’idea di un film da realizzare e di presentarla ai responsabili delle principali case di produzione e distribuzione cinematografica presenti alla Xa edizione del Trailers FilmFest.

Possono partecipare al concorso i trailer della durata minima di 1’ e della durata massima di 2’50’’, tratti da sceneggiature di film ancora da realizzare.
I lavori potranno essere inviati entro e non oltre il 30 giugno 2012 attraverso upload dalla sezione Concorso PITCH TRAILER sul sito  www.trailersfilmfest.com o attraverso l’invio di  file in alta risoluzione via wetransfer o megaupload all'indirizzo pitch@trailersfilmfest.com.

I trailer finalisti, scelti da una giuria di qualità, saranno presentati nell'ambito della sezione Trailers Professional del Trailers FilmFest.

Sul sito www.trailersfilmfest.com  tutte le istruzioni per l’invio dei lavori!

La giuria decreterà tra questi il miglior PITCH TRAILER che sarà premiato durante una delle serate del festival.

Il concorso non prevede costi di iscrizione e avrà termine il 30 giugno 2012.

Speciale: LIBRI DI NATALE 3/3

Eccoci arrivati alla terza e ultima puntata del nostro speciale.
Una puntata dedicata al "Natale con il brivido".

Titolo: Giallo Natale
Curato da: Grill N.
Editore: Cairo Publishing
ISBN: 9788860520494
Pagine: 318
Anno di pubblicazione: 2006
Prezzo copertina: 16,00 €

DESCRIZIONE
Chi ha detto che a Natale si è tutti più buoni? A guardarla bene, la notte silente delle luci colorate, dei grandi pranzi in famiglia, dei regali da scartocciare con trepidazione, possiede un lato oscuro, carico di mistero. Venti scrittrici e scrittori italiani raccontano il Natale in giallo: c'è chi festeggia nei sotterranei bui di Bologna; chi alla luce cruda dei neon di un ospedale; chi svela gli scheletri nell'armadio (e nella cucina) di una famiglia perbene; chi nel sacco dei doni trova botte e manganellate. C'è chi racconta la vera, inquietante storia di Babbo Natale; chi quella di un artista col tormento del genio e chi aspetta proprio la Notte Santa per saldare i conti in sospeso. E non mancano delitti impossibili, storie di fratelli e coltelli, avventure di killer in crisi, leggende che scomodano gli spiriti di antica tradizione, fino a chiamare in causa il demonio in persona. Venti grandi firme della suspense all'italiana - da Biondillo a Macchiavelli, da Altieri a Vichi, da De Cataldo a Lucarelli - venti originali variazioni sul tema di una festa che, dopo aver letto quest'antologia, non avrà mai più la stessa faccia.

Titolo: Misteri di Natale. Racconti per un'attesa piena di suspance
Curato da: Ravenna N.
Editore: San Paolo Edizioni
ISBN: 9788821552632
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2004
Prezzo copertina: 16,50 €

DESCRIZIONE
Short story di collaudati narratori già familiari al grande pubblico come Massimo Valerio Manfredi, Raffaele Crovi, Curzia Ferrari, Piero Lotito, il superpremiato affabulatore Carlo Sgorlon e l'effervescente Andrea Vitali, scalatore delle classifiche dei bestseller. Ma la novità più sorprendente è costituita da brevi indagini poliziesche, ricche di suspense, su misteriosi casi criminali che colorano di giallo la prospettiva natalizia. Ne sono autori alcuni giallisti di fama internazionale (Marcello Fois, Giuseppe Pederiali, Enzo Russo) e altri più giovani (Giulio Leoni, Claudia Salvatori, Nicoletta Vallorani, Marco Vichi). Gli altri autori dei racconti sono: Liliana Cantatore, Piero Lotito, Ezio Meroni, Nino Ravenna, Nicoletta Sipos.

Titolo: Il Natale di Poirot
Autore: Agatha Christie
Editore: Mondadori
ISBN: 9788804510109
Anno di pubblicazione: 2003
Prezzo copertina: 8,50 €
 
DESCRIZIONE
È Natale e mentre tutti sono indaffarati nelle ultime spese o nel tornare dalle proprie famiglie per le classiche riunioni di Natale, Poirot è ospite in campagna del Capo della Polizia del Middleshire. Ovviamente nel dopo cena l'argomento non può essere che il delitto. Il Capo della Polizia sostiene che Natale è un periodo in cui i delitti non avvengono, perché è lo spirito natalizio che impera. Poirot non è d'accordo invece, sostiene che proprio per voler accantonare i motivi di lite, che è più facile che un delitto possa avvenire. Durante le pacifiche chiacchiere arriva una telefonata. A Gorston Hall è stato commesso un omicidio. Da qui parte il lavoro logico di deduzione di Poirot per scoprire l'assassino all'interno di una ristretta cerchia familiare.

Titolo: Furto al Rockefeller Center (Il ladro di Natale)
Autore: Mary Higgins Clark, Carol Higgins Clark
Editore: Sperling & Kupfer
ISBN: 9788860617507
Pagine: 203
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo copertina: 9,50 €

DESCRIZIONE
L'investigatrice Regan Reilly e la detective dilettante Alvirah Meehan si trovano alle prese con la scomparsa di... un abete. Ma non è una pianta qualunque, bensì l'imponente esemplare scelto per diventare il celebre albero di Natale del Rockefeller Center. Quello che nessuno sa è che tra i suoi rami si cela un tesoro in diamanti che un truffatore vi ha nascosto una decina di anni prima. Ora questo losco figuro è uscito di prigione e vuole recuperare il bottino. Parte dunque per i boschi del Vermont con la sua bizzarra squadra di complici, solo per scoprire che la conifera sta per essere spedita a New York, e che oltretutto sono in vacanza nella zona Alvirah e Regan, accompagnate dai rispettivi partner... Il libro è già stato pubblicato con il titolo "Il ladro di Natale".

Titolo: Delitti di Natale
Editore: Polillo
ISBN: 9788881542253
Pagine: 378
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo copertina: 15,40 €
 
DESCRIZIONE
Immaginatevi un albero di Natale addobbato e, sparsa per terra, una gran quantità di pacchetti avvolti in carta colorata. E poi il fuoco che scoppietta nel camino mentre fuori fiocchi di neve cadono fitti a imbiancare la campagna. E, ancora, una tavola sontuosamente imbandita, e amici e parenti che mangiano e brindano felici. E adesso immaginatevi che durante quella cena una collana sparisca e non sia possibile trovarla da nessuna parte; o che su quel tappeto immacolato di neve spicchino le orme di qualcuno diretto verso una casa da dove - dopo aver ucciso un uomo - se n'è andato senza lasciare altre impronte. E allora sarà con un po' di timore che aprirete quei pacchetti, perché è Natale, il giorno in cui possono succedere le cose più strane...

Titolo: I tre delitti di Natale
Autore: J.B. Livingstone
Editore: TEA
ISBN: 9788878194748
Pagine: 230
Anno di pubblicazione: 2005
Prezzo copertina: 7,80 €

DESCRIZIONE
A Lost Manor, l'imponente maniero del burbero ed eccentrico Lord James Rupert, fervono i preparativi per i festeggiamenti natalizi. Ma quel Natale, gelido e nevoso, non sarà come tutti gli altri. Il crimine si aggira nei lunghi corridoi dell'immenso castello, dove l'arcigno proprietario sta tramando la più subdola delle vendette contro i membri della sua famiglia. Affiancato dall'inseparabile e fidato Marlow, l'ispettore Higgins, taccuino nero e Staedtler alla mano, si troverà coinvolto in una macchinazione che dovrà risolvere in una notte diversa da tutte le altre.

Titolo: Non si uccide prima di Natale
Autore: Jack Iams
Editore: Polillo
ISBN: 9788881543625
Pagine: 283
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo copertina: 13,90 €

DESCRIZIONE
Il Natale è ormai alle porte in una cittadina della provincia americana quando Stanley Rockwell ("Rocky" per gli amici), caposervizio del quotidiano Record, viene incaricato di scrivere un articolo su un evento organizzato da Martin Malloy Jr, rampollo di una delle famiglie più ricche, potenti e detestate del luogo. La legalità dei loro affari ha sempre destato grandi dubbi, e l'istituzione di un Centro Ricreativo - che altro non è se non un vecchio magazzino le cui uniche attrattive sono una manciata di giornaletti e un tavolo da ping pong - nel quartiere disagiato di Sha-dy Hollow più che un regalo ai suoi abitanti sembra una mossa per ottenere facili consensi. Per di più, il party inaugurale che Malloy intende dare per i bambini della zona coincide con la tradizionale festa di Natale dello "zio Poot", un anziano giocattolaio rispettato e benvoluto da tutta la città. Quando Rocky giunge sul posto per indagare su una situazione che sta suscitando molte polemiche, scopre che la direttrice del Centro Ricreativo è Jane Hewes, l'incantevole fidanzata di Malloy della quale è difficile non innamorarsi a prima vista. Ma le sorprese non saranno tutte così piacevoli in questo mystery del 1949: qualcuno, infatti, non arriverà vivo alla mattina di Natale...


Titolo: Festa di Natale
Autore: Rex Stout
Editore: Interlinea
ISBN: 978888212430
Pagine: 123
Anno di pubblicazione: 2003
Prezzo copertina: 8,00 €

DESCRIZIONE
Nero Wolfe, il detective creato da Rex Stout, genio imponente e assorto, raffinato gastronomo e amante delle orchidee, che risolve i casi più difficili senza muoversi dalla sua casa di arenaria di New York, è alle prese questa volta con un delitto consumato durante una festa di Natale, durante la quale il suo fedele assistente Archie Goodwin dovrebbe dare l'annuncio del suo imminente matrimonio. Un misterioso Babbo Natale fugge dalla scena del crimine e sembrerebbe a prima vista essere l'assassino. Ma i colpi di scena, descritti con ironia e delicatezza, si accavallano e, pagina dopo pagina, il lettore scopre nuovi particolari, messi in luce con arguzia dal più famoso investigatore privato della letteratura poliziesca americana. 


mercoledì 21 dicembre 2011

Marco Buticchi vince il Premio Salgari 2012

MARCO BUTICCHI

ha vinto il Premio Salgari, edizione 2012
con il romanzo

LA VOCE DEL DESTINO

Marco Buticchi è vincitore del Premio della giuria tecnica

insieme a Tullio Avoledo e Davide Boosta Dileo (Un buon posto per morire) e Marcello Simoni (Il mercante di libri maledetti)

 Una giuria di trecento lettori assegnerà nel 2012 il Premio della giuria popolare
 
 
Il Libro

Titolo: La voce del destino
Autore: Marco Buticchi
Editore: Longanesi
ISBN: 9788830431973
Pagine: 666
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo copertina: 19,90 €

DESCRIZIONE
Oggi è un’anziana clochard costretta a vivere per le strade di Parigi, ma il suo passato le ha regalato fama e successo. Qualcuno la vuole morta, ed è solo l’intervento di Oswald Breil e Sara Terracini a salvare la vita di Luce de Bartolo. Ma qual è il segreto che custodisce, così potente da sconvolgere l’ordine mondiale? Chi è davvero quella donna?
La sua storia inizia nell’Argentina fra le due guerre e racconta un’amicizia straordinaria, quella fra Luce e una tra le donne più ammirate di tutti i tempi: Eva Duarte. Mentre Luce diventa il soprano più famoso al mondo, Eva sposa il colonnello Juan Domingo Perón: nasce così il mito intramontabile di Evita. Le due amiche incontrano grandi soddisfazioni, ma anche tragedie e violenze che sembrano sgorgare dalla fonte stessa del male: il nazismo. Un’ideologia che trova la sua forza simbolica in un oggetto dal potere immenso: la leggendaria lancia di Longino, la cui punta trafisse il costato di Cristo. Il Reich sopravvive alla sconfitta, ed è proprio in Argentina che il male nazista intreccia le proprie trame oscure di rinascita con l’ascesa di Perón, per poi estendere i propri tentacoli sino a raggiungere le stanze più inviolabili: quelle delle alte sfere del Vaticano e della finanza più spregiudicata. E il male nazista oggi è pronto a risollevare la testa. Perché si scateni, manca soltanto una chiave: quella in possesso di una donna sopravvissuta con coraggio e determinazione a tutto ciò che il destino le ha riservato.

L'AUTORE

Marco Buticchi è nato a La Spezia nel 1957. Ha viaggiato moltissimo per lavoro, ma nutrendo anche la sua curiosità, il suo gusto per l’avventura e la sua attenzione per il particolare, ed è forse da questo che deriva una grande capacità per le descrizioni rapide, puntuali e incisive. È il primo autore italiano e anche l’unico pubblicato da Longanesi nella collana «I maestri dell’avventura», accanto a Wilbur Smith, Clive Cussler e Patrick O’Brian. Tutti i suoi romanzi hanno ottenuto grande successo di pubblico e di critica: Le pietre della luna (1997), Menorah (1998), Profezia (2000), La nave d’oro (2003), L’anello dei re (2005), Il vento dei demoni (2007) e Il respiro del deserto (2009)


martedì 20 dicembre 2011

Novità: SI CHIAMA FRANCESCA, QUESTO ROMANZO di Paolo Nori

In libreria dal 19 Gennaio
 
Titolo: Si chiama Francesca, questo romanzo
Autore: Paolo Nori
Editore: Marcos y Marcos
Pagine: 224
Anno di pubblicazione: 2012
Prezzo copertina: 14,50 €

DESCRIZIONE
In questo romanzo ci sono: una macchina meravigliosa, un posto per
andarci a riflettere, una città russa famosa per la sua produzione di pentole, un armeno che gli piace citare Cechov crede di essere furbo, una certa dose di compiacimento nello scoprire di essere poco normali, una quantità di pensieri che vanno e che vengono e che non lo fanno mai stare tranquillo, una tutina aderente speciale che fanno loro in Irlanda, un paio di tipici esempi di immaginazione, un momento che ci si chiude in casa a Basilicanova a rilegger fumetti farsi colare sopra le mani la cera delle candele, una scena di pianto nella biblioteca Lenin di Mosca, un numero imprecisato di storie del Mullà Nasrudìn, tutte le partite del mondiale di calcio del novantaquattro, una fila di madonne che in ospedale se la ricordano ancora, uno che si chiede come può fare a resistere alle bastonate che arrivano da tutte le parti e qualche altra cosa.

L'AUTORE

Paolo Nori, che è nato a Parma nel 1963 e abita a Casalecchio di Reno, non sa mai cosa scrivere in queste note di copertina dove dovrebbe far finta di non essere lui e fare capire che è bravo, e intelligente, e modesto, e che ha scritto un mucchio di libri che son piaciuti moltissimo anche ai giurati dei premi letterari e hanno avuto successo anche oltre confine in diverse lingue straniere.

Recensione: FIDEL CASTRO di Gordiano Lupi

Titolo: Fidel Castro. Biografia non autorizzata
Autore: Gordiano Lupi
Editore: A.Car. Edizioni
Pagine: 208
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo copertina: 15,00 €

Gordiano Lupi è un grande conoscitore di Cuba e quindi non poteva esimersi dal tracciare il suo personale ritratto di Fidel Castro. Una biografia curata, obiettiva, lucida, capace di raccontare la storia del dittatore Cubano meglio di molto biografie “autorizzate”. Il Fidel Castro raccontato da Lupi è la classica figura dittatoriale che antepone i propri interessi personali, la brama di potere, a quelli del suo popolo. Un dittatore capace di ammaliare la folla grazie al suo carisma.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO