1 giugno 2015

Sbirritudine; La giovinezza (Paolo Sorrentino) e tante altre novità Rizzoli in libreria da maggio

Titolo: Passerà anche questa
Autore: Milena Busquets
Editore: Rizzoli
Pagine: 192
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 17,00


Blanca è una donna indomabile: quarant’anni, allergica alle convenzioni, si affida solo all’istinto di sopravvivenza per scegliere le strade della propria vita. Si è sposata due volte e due volte ha abbandonato questi tentativi di normalità diventati gabbie troppo strette. Possiede un’esuberanza infantile e sfrontata che la rende complice dei suoi due figli. Il sesso è il migliore anestetico che conosca contro i dolori dell’esistenza, compreso quello recente per la perdita della madre. E che diventa ancora più necessario nei giorni del lutto, in cui passa dal letto dell’ex marito alle stanze d’albergo che divide con il nuovo amante.
L’irruenza del primo e la trasgressione adolescenziale che vive con il secondo, però, la lasciano smarrita. La villa di famiglia a Cadaqués, un villaggio di pescatori in Costa Brava, le appare allora come l’unico rifugio sicuro in cui portare i figli, due amiche e i due ex mariti e dove incontrare di nascosto l’amante. Ma sono giorni che scivolano senza un centro, incui Blanca vive in balia di quel che la circonda. Fino a quando il candore di Cadaqués di notte sulla riva del mare argentato, una vecchia canzone argentina che parla di un passato sconosciuto e il nitore della costa al mattino, le sveleranno un nuovo inizio.

MILENA BUSQUETS è nata a Barcellona nel 1972. Ha lavorato per diversi anni nella casa editrice Lumen, fondata dai genitori negli anni Sessanta. Oggi è impegnata come giornalista e traduttrice dall’inglese e francese. Passerà anche questa è il suo secondo romanzo. Uscito in Spagna a gennaio 2015 e subito al primo posto delle classifiche dei libri più venduti, è in corso di traduzione in trenta paesi.

Titolo: Alla nostra età, con la nostra bellezza
Autore: Daria Colombo
Editore: Rizzoli
Pagine: 233
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 18,00


1992. È in ritardo, quel giorno, Alberta. La frangia sugli occhi e il giaccone militare addosso, ha l’aria agguerrita mentre si avvicina all’entrata dell’università Statale di Milano. Lì uno sguardo la cattura: è quello di una donna più grande di lei, Annalisa, totalmente fuori contesto nei suoi vestiti eleganti e coi capelli freschi di piega. Poche parole e un sorriso. Ma a volte l’amicizia di una vita può nascere così, da un banale scambio di appunti. Loro sono due donne agli antipodi: Albi ha l’idealismo dei vent’anni, è sicura di sé e prende tutto ciò che vuole, Lisa invece è timida, madre di un’adolescente scontrosa, moglie di un uomo anaffettivo e forse ha ripreso a studiare per noia. Tra giornate spese sui libri e caffè rubati alle rispettive esistenze, le amiche si ascoltano, si capiscono e cambiano, condividendo via via anche l’insofferenza per il clima politico di quegli anni. Sono insieme il giorno del 1994 in cui Milano si riempie di ombrelli colorati, in un grande corteo contro la Destra al potere. Poi ancora, nel 2007, a volantinare per il nuovo partito che incarnerà la speranza. Nel frattempo sono cresciute. Con matrimoni in crisi, figli che se ne vanno e bambini appena nati, con qualche compromesso ma la forza di sempre. Perché Albi e Lisa, nonostante le delusioni, le battaglie perse e le ferite, non si lasceranno più. E ognuna a modo proprio, alla sua età e con la stessa bellezza, continuerà a lottare.

DARIA COLOMBO, art director e giornalista, ha dato vita al movimento dei Girotondi a livello nazionale ed è impegnata in numerose iniziative di solidarietà. È sposata con Roberto Vecchioni, con il quale collabora da oltre vent’anni. Ha pubblicato Meglio Dirselo (Rizzoli 2010), disponibile in Bur, con cui ha vinto il premio Bagutta Opera Prima. 

Titolo: Nel segno della passione: Fuoco
Autore: Alessia De Luca
Editore: Rizzoli
Pagine: 295
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 15,00


Se l’uomo che desideri parte diretto verso l’altra parte del mondo e tu hai passato i trentacinque, non c’è più tempo di aspettarlo. È arrivato il momento di smettere di inseguire Bilancia inaffidabili come Massimo: Francesca lo sa, e prova ogni giorno a ricordarselo tra le braccia di Stefano, un Toro che con lei vuole fare sul serio. La sua vita adesso è a un punto di svolta: il nuovo lavoro in radio non potrebbe andare meglio, a Roma è arrivata l’estate e le sue migliori amiche sono piene di novità elettrizzanti. Peccato che a una Scorpione i cambiamenti non bastino, se dentro non sente bruciare la passione. Così una settimana sotto il sole di Capri e un ritorno di fiamma col raffinato viveur Alessandro (Leone) risvegliano i suoi desideri. Anche le vacanze più intense, però, prima o poi finiscono, le ossessioni tornano a galla e con loro ricompare Massimo La Notte. Dimenticarlo è stato impossibile, eppure neanche un soggiorno tremendamente romantico con lui in riva all’oceano serve a ritrovarsi, se a mettersi contro di loro sono proprio le stelle… 

ALESSIA DE LUCA è nata a Roma. Lavora a Milano e scrive oroscopi su alfemminile.com. Della sua serie sull’oroscopo, di cui sono stati già venduti i diritti tv, sono usciti Dimmi di che segno sei e Un segno dal destino. 

Titolo: Sbirritudine. Un poliziotto dentro la mafia più feroce. Una storia vera
Autore: Giorgio Glaviano
Editore: Rizzoli
Pagine: 450
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 18,00


Conosce le loro regole, ma non è uno di loro. Sopporta notti insonni e lunghi appostamenti, inseguendo segreti antichi come l’Italia. La gente lo guarda da lontano, con sospetto. Perché un poliziotto siciliano, in Sicilia, è quasi un controsenso: è un traditore, un terrorista, un matto che si ostina a credere nella giustizia quando nessuno ci crede più. È un uomo destinato a restare solo. Forse per questo ha qualcosa che gli altri poliziotti non hanno: un vero e proprio sesto senso per la mafia. Gli uomini d’onore la chiamano “sbirritudine”, e lui ce l’ha all’ennesima potenza: a capo di una squadra investigativa speciale, da anni cerca di scardinare il clan di Fifi Bellingeri, che sta insanguinando le strade di Prezia. Inchiesta dopo inchiesta si avvicina al suo obiettivo, ma ogni volta la cattura sfuma all’improvviso. Interessi personali, collusione, falsi incidenti, truffe: gli ostacoli sono sempre nuovi e arrivano anche dall’alto, perché nel sistema sono tutti d’accordo, come ai tempi del Gattopardo. Ma per lui lottare contro Cosa Nostra non è una scelta, è la vita. Per arrivare fino in fondo dovrà sfidare la legge, i superiori, i mafiosi stessi, disobbedendo agli ordini e vivendo nell’attesa, nascosto e braccato come un predatore. O come un latitante. Perché in una terra di nessuno, in cui Stato e mafia si confondono, assomigliare ai propri nemici è molto più facile di quanto non si pensi. 

GIORGIO GLAVIANO (1975), siciliano, vive e lavora a Roma come sceneggiatore.

Titolo: Più sporco della neve
Autore: Enrico Pandiani
Editore: Rizzoli
Pagine: 320
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 17,00


In mezzo alla neve e al silenzio di una notte d’inverno, un furgone bianco risale i tornanti che lo portano al confine francese con l’Italia. Parlano poco, i due passeggeri, concentrati sul carico che stanno trasportando. Poi un’esplosione violenta, una palla di fuoco in aria, il bosco che si illumina, i rottami scagliati ovunque. A cento chilometri di distanza, Zara Bosdaves indaga su un caso di scomparsa e non può immaginare la valanga di guai che sta per franarle addosso. Per dirla tutta, non ne ha mai avuti tanti come da quando ha lasciato la polizia e aperto un’agenzia di investigazioni a Torino. Ma una come lei, abituata agli schiaffi della vita, non teme le cadute e conosce mille modi per rialzarsi. Solo che adesso i problemi sembrano essere arrivati perfino nell’unico posto dove si sentiva al riparo: tra le braccia di François, il bellissimo uomo di colore che sa come proteggerla e farla stare bene. Da qualche tempo infatti lui è diverso, taciturno, misterioso, e una sera torna a casa sporco di sangue, senza fornire spiegazioni. Così Zara dovrà non soltanto dare la caccia a un mercante d’arte e alla banda di assassini che lo vogliono morto, ma anche affrontare la paura peggiore, quella di perdere il suo uomo e la certezza del loro amore.

ENRICO PANDIANI (Torino, 1956) è autore della saga de Les Italiens, in corso di traduzione in Francia e di cui sono stati venduti i diritti cinematografici. Per Rizzoli ha pubblicato Pessime scuse per un massacro (2011) e La donna di troppo (2013), primo romanzo con protagonista Zara Bosdaves; entrambi sono disponibili nel catalogo Bur. Il suo blog è lesitaliens.wordpress.com. È tra i fondatori, assieme a un gruppo di autori, dell’associazione Torinoir.

Titolo: La giovinezza. Youth
Autore: Paolo Sorrentino
Editore: Rizzoli
Pagine: 196
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 17,00


Fred e Mick, due amici alla soglia degli ottanta, trascorrono una vacanza in un hotel di lusso sulle Alpi. Fred è un direttore d’orchestra in pensione, Mick un regista ancora in attività. Sanno che il loro futuro si va esaurendo e decidono di affrontarlo insieme. Guardano con tenerezza alla vita confusa dei loro figli, a quanti sembrano poter disporre di un tempo che a loro non è dato. E mentre Mick si affanna a concludere la sceneggiatura di quello che sarà il suo ultimo e più significativo film, Fred, che da anni ha rinunciato alla musica, non intende assolutamente tornare sui propri passi. Ma c’è chi vuole ad ogni costo vederlo dirigere ancora una volta e ascoltare le sue composizioni. 


 
PAOLO SORRENTINO ha pubblicato Hanno tutti ragione (2010), finalista al premio Strega, e Tony Pagoda e i suoi amici (2012). Con La grande Bellezza (2013) ha vinto il premio Oscar come miglior film straniero. Il suo ultimo film è Youth - La giovinezza.

Titolo: Il confine. I cento anni del Sudtirolo in Italia
Autore: Sebastiano Vassalli
Editore: Rizzoli
Pagine: 140
Anno di pubblicazione: 2015 
Prezzo copertina: 16,50

Il Sudtirolo, una terra di frontiera e un paradiso turistico in cui due popolazioni sono destinate a convivere. Ma cos’altro sanno gli italiani di questa regione e della sua storia? Quasi niente e, peggio, l’hanno sempre capita poco. Sebastiano Vassalli ripercorre in maniera lucida e tagliente gli snodi principali di un secolo ricco di contrasti, di “fandonie storiche”, di follie politiche: dal 1919, quando il trattato di St. Germain avanzò sul crinale alpino il confine con l’Austria, stabilendo che i sudtirolesi diventavano loro malgrado italiani… fino ai giorni nostri. In mezzo ci sono il fascismo, il nazismo, le bombe, i referendum e una stagione di tenebre in cui hanno perso la vita troppi uomini. Il protagonista di questa lunga storia è ormai vecchissimo, nato nel 1928, eppure continua ancora a muoversi indisturbato nel paesaggio scintillante di valli e città, a fare sentire la propria voce e a seminare zizzania. Attraverso una proposta concreta, questo libro invita a chiudere i conti con la storia e a separare una volta per tutte il passato dal presente, per guardare avanti.

SEBASTIANO VASSALLI è nato a Genova nel 1941 ma da sempre vive nella provincia di Novara. È autore di alcuni capolavori della narrativa contemporanea, tra i quali ricordiamo La notte della cometa (1984), La chimera (1990), Marco e Mattio (1992) e, più di recente, Le due chiese (2010). Il suo ultimo romanzo è Terre selvagge (2014), attualmente disponibile in Bur.

Titolo: Le terzine perdute di Dante
Autore: Bianca Garavelli
Editore: BUR
Pagine: 352
Anno di pubblicazione: 2015 
Prezzo copertina: 12,00

Parigi, 1309. Dante, in esilio, stanco e spaventato, vive nel terrore di essere perseguitato dai suoi numerosi nemici. Una delle sue poche consolazioni è la compagnia di una donna misteriosa, Marguerite Porete, una mistica accusata di eresia della quale Dante diventa il miglior allievo, e che lo conduce nel centro di una guerra spietata fra due ordini che agiscono nell’ombra. In gioco c’è un pericoloso segreto, una profezia di cui l’Alighieri è il depositario prescelto. Ed è il filologo medievale Riccardo Donati a mettersi sulle tracce di quel mistero centinaia di anni dopo, nella Milano dei giorni nostri: mentre esamina un antico manoscritto si imbatte in quella che ha tutta l’aria di essere la firma autografa di Dante. Sarà l’inizio di una vorticosa e inattesa avventura che stravolgerà per sempre la vita di Riccardo, e non solo.

BIANCA GARAVELLI è nata a Vigevano e ha studiato Dante con Maria Corti, all’Università di Pavia. Autrice di romanzi e saggi, apprezzata divulgatrice e critica letteraria, scrive su “Avvenire”, soprattutto di letteratura e poesia. Tiene conferenze e reading per avvicinare il pubblico all’opera e alla figura di Dante e lo interpreta in commenti alla Commedia. Il suo ultimo commento dantesco è in corso di pubblicazione nei Grandi Classici BUR.







PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...