5 giugno 2013

Recensione: STO BENE E' SOLO LA FINE DEL MONDO di Ignazio Tarantino

Titolo: Sto bene è solo la fine del mondo
Autore:
Ignazio Tarantino 
 
Editore: Longanesi
Pagine: 304
Anno di pubblicazione: 2013 
Prezzo copertina: 14,90 €

 

Recensione a cura di Beatrice Pagan

Sto bene. E' solo la fine del mondo dichiara Ignazio Tarantino nel titolo del suo romanzo. Un titolo ironico dalle sfumature musicali che trova la sua spiegazione nell'epilogo della storia narrata, con un buon equilibrio di serietà e ironia, tra le pagine.
Giuliano è un bambino legato in modo profondo alla madre Assunta e intimorito da un padre violento e dispotico. La situazione cambierà radicalmente quando Assunta scoprirà l'esistenza di un movimento religioso chiamato la Società che sostiene la fine del mondo sia sempre più vicina e la necessità di allontanarsi da ogni forma di peccato e menzogna.

Giuliano cresce in questa atmosfera dominata da regole e limitazioni, costretto ad allontanarsi dai suoi coetanei e da abitudini che tanta gioia regalano ai piccoli come il Natale, il Capodanno o le semplici attività scolastiche. In nome della salvezza promessa, Giuliano, la madre, i fratelli e le sorelle si sacrificano impegnandosi a diffondere il messaggio della Società tra chi non crede. Il primo amore e un tragico incidente in famiglia obbligheranno Giuliano a scegliere da che parte stare e a porsi delle domande molto importanti.

Ignazio Tarantino riesce a evitare un'eccessiva drammaticità coinvolgendo il lettore nel racconto del suo viaggio personale in modo semplice e avvincente, trattando argomenti molto seri senza forzature o esagerazioni. Sto bene. E' solo la fine del mondo offre uno spaccato di una realtà controversa alternando momenti drammatici a situazioni più leggere come i momenti di ribellione di Giuliano o i festeggiamenti clandestini di Capodanno. Il libro è scorrevole e la scrittura semplice e diretta. L'autore gestisce bene le varie fasi del racconto anche se l'epilogo delude un po' per l'eccessiva velocità con cui viene trattata l'evoluzione del protagonista e degli altri membri della sua famiglia nelle ultime fasi. Proprio questo aspetto avrebbe, forse, meritato uno spazio maggiore per poter bilanciare la dettagliata quotidianità degli anni precedenti.

Sto bene. E' solo la fine del mondo risulta, tuttavia, una lettura interessante che stimola la riflessione sulla fede e i legami famigliari che, a volte, diventano più un ostacolo alla propria libertà che un rifugio sicuro.

L'AUTORE
Ignazio Tarantino è nato a Monopoli e vive a Firenze, dove lavora nel campo dell’arte contemporanea. 

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI