1 agosto 2021

Ti ho trovato quasi per caso, Scrivimi ancora, L'amante proibito: novità Newton Compton in libreria dal 5 agosto

Titolo:
Ti ho trovato quasi per caso
Autore: Elle Kennedy
Editore: Newton Compton
Pagine: 416
Anno di pubblicazione: 2021
Prezzo copertina: 9,90 €

Il college doveva essere la mia grande occasione per trasformarmi dal brutto anatroccolo che ero in un meraviglioso cigno. Invece, la confraternita in cui sono entrata è piena di ragazze crudeli, e faccio fatica a inserirmi. Così, quando le mie consorelle Kappa Chi mi hanno lanciato una nuova, umiliante sfida, non ho potuto dire di no. Devo sedurre il nuovo giocatore di hockey della squadra del campus. Conor Edwards non ha problemi a socializzare. È uno di quelli che si sentono sempre a proprio agio. E ci sa fare dannatamente bene con le ragazze. So che è al di fuori della mia portata: i tipi come lui non guardano quelle come me. Perciò non mi aspettavo che accettasse di aiutarmi. Invece di scoppiare a ridere, quando gli ho parlato della sfida ha acconsentito a salire di sopra con me e a fingere che stesse succedendo qualcosa tra noi. E adesso che sono qui con lui mi rendo conto di quanti pregiudizi avessi nei confronti dei ragazzi che hanno un certo successo. Sono nei guai. Ho come la sensazione che questo stratagemma potrebbe provocare un vero disastro…

Titolo:
 Scrivimi ancora
Autore: Vi Keeland, Penelope Ward
Editore: Newton Compton
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2021
Prezzo copertina: 9,90 €

Griffin Quinn era il mio amico di penna dell’infanzia, il ragazzo inglese con cui, fin da bambina, intrattenevo una corrispondenza regolare. Nel corso degli anni, attraverso centinaia di lettere, siamo diventati amici strettissimi, abbiamo condiviso i segreti più profondi e oscuri tanto da pensare che il nostro legame non potesse rompersi. E invece… Dopo otto anni dalla mia ultima lettera, all’improvviso ho ricevuto una busta. Un concentrato di anni di rabbia repressa. Non avevo altra scelta che confessare finalmente le ragioni per cui avevo smesso di scrivere. Griffin mi ha perdonato, e in qualche modo siamo stati in grado di ritrovare il nostro legame d’infanzia. Ma siamo adulti, adesso. E così le nostre lettere divertenti e civettuole sono diventate rapidamente bollenti ed esplicite, rivelando le nostre fantasie più selvagge. Fino al punto da spingermi a desiderare di vederci dal vivo. Griff non voleva che ci incontrassimo. Mi ha chiesto di fidarmi di lui. Ha detto che è molto meglio così. Ma io voglio di più. Per questo sto correndo un grosso rischio. Il rischio di perdere tutto un’altra volta.

Titolo:
 L'amante proibito
Autore: Janet MacLeod Trotter
Editore: Newton Compton
Pagine: 544
Anno di pubblicazione: 2021
Prezzo copertina: 9,90 €

Scozia, 1919. All’indomani della prima guerra mondiale, l’infermiera Esmie McBride conosce il capitano Tom Lomax, un reduce, durante un ricevimento dato dalla sua migliore amica, Lydia. Esmie è da subito preoccupata per lo stress post traumatico di Tom ma, altrettanto istantaneamente, è catturata dal suo fascino. Sarà però l’esuberante Lydia a ricevere da lui una proposta di matrimonio, e così la coppia partirà per l’India, per iniziare una nuova avventura: Tom ha infatti in mente di rilevare un hotel e gestirlo insieme a Lydia. Quando Harold, un medico amico di Tom, chiede a Esmie di sposarlo, dandole la possibilità di lavorare come infermiera in India, lei accetta. È sicura di riuscire a imparare ad amarlo con il tempo: il mondo è pieno, in fondo, di storie romantiche nate così. Mentre Esmie lotta con i suoi veri sentimenti per Tom e i pericoli quotidiani del suo lavoro, Lydia si rende conto che la vita mondana in India non è affatto elettrizzante come aveva sognato. Trascorre le giornate al Raj Hotel, recentemente acquistato, sentendo una grande nostalgia di casa. Quando il destino avverso si abbatterà su entrambe le coppie, Esmie dovrà affrontare una scelta difficile: comportarsi ancora una volta da amica fedele o rischiare tutto e seguire il cuore?

31 luglio 2021

La 19^ edizione di MoliseCinema a Casacalenda (CB) dal 3 all'8 agosto

Dal 3 all’8 agosto si svolgerà la 19^ edizione di MoliseCinema a Casacalenda, in provincia di Campobasso. Sei giorni intensi di film, corti, documentari, anteprime ed eventi che si terranno nell’antico borgo molisano nel pieno rispetto delle normative anti-covid. Il Festival si terrà in presenza, ma con una parte di film ed eventi che saranno visibili anche in streaming sul portale MYmovies. Sarà Jasmine Trinca una delle grandi protagoniste del Festival. All’attrice MoliseCinema dedica infatti il volume annuale della propria collana editoriale, che sarà presentato dalla stessa Trinca il 7 agosto a Casacalenda. Nel libro, curato da Federico Pedroni e Federico Pommier Vincelli, sono contenuti saggi e testimonianze che ricostruiscono la carriera di una delle attrici più talentuose e premiate del nostro cinema. Tra gli intervistati Valeria Golino, Ferzan Özpetek e Giorgio Diritti. Alla stessa Trinca è anche dedicato un omaggio filmico con Miele di Valeria Golino (2013), Fortunata di Sergio Castellitto e il corto Being my mom (2020). Un’altra straordinaria interprete del cinema italiano è attesa al Festival. Alba Rohrwacher presenterà infatti la prima proiezione italiana del film franco libanese di cui è protagonista, Sous le ciel d’Alice, della regista Chloé Mazlo.

CONCORSI E GIURIE
Sono 4 sono i concorsi di MoliseCinema, che oltre alle proiezioni fisiche saranno quasi integralmente visibili online, ad accesso gratuito, sul portale MYmovies. Tra i titoli in programma numerose anteprime italiane o internazionali e la partecipazione di registi e attori alle proiezioni.
22 i cortometraggi internazionali
18 i cortometraggi italiani
6 i documentari italiani
7 i titoli di Paesi in lungo, sezione dedicata alle opere prime e seconde.
Sono 3 le giurie che giudicheranno le opere in concorso. La giuria dei cortometraggi internazionali è composta dal regista e attore iraniano Babak Karimi, dal regista corso Rinatu Frassati e dalla produttrice Pilar Saavedra Perrotta. Per la giuria dei corti italiani ci saranno l’attrice Simonetta Solder, il casting director Armando Pizzuti e il regista Gianluca Santoni. Per i documentari la giuria è composta dalla regista Maura Delpero, dal regista e fumettista Davide Maldi e dal professore e saggista Christian Uva. Per i lungometraggi il premio viene assegnato dal pubblico. Ci sarà anche una giuria di studenti della scuola di cinema IFA di Pescara che assegnerà un premio al miglior cortometraggio.

RETROSPETTIVA
Per la sezione retrospettiva MoliseCinema 2021 omaggia Nino Manfredi nel centenario della nascita. Nino per tutti, tutti per Nino è infatti il titolo della mostra virtuale realizzata in collaborazione con il Centro sperimentale - Cineteca nazionale. Un percorso di 70 immagini, tratte dall’archivio fotografico della Cineteca nazionale, che ricostruisce la carriera dell'attore dai primi film ai grandi successi che lo hanno reso, insieme a Gassman, Sordi e Tognazzi, uno dei "quattro moschettieri" della commedia all'italiana. Saranno inoltre proiettati per l’occasione L’avventura di un soldato diretto e interpretato dallo stesso Manfredi (1962), Straziami ma di baci saziami di Dino Risi (1968) e Pane e cioccolata di Franco Brusati (1974). Il manifesto del Festival è tratto da una delle immagini della mostra che ritraggono Nino Manfredi e Marisa Allasio sul set di Carmela è una bambola del 1958.

EVENTI LIVE
Come sempre è molto nutrito il programma degli eventi speciali del Festival. Tra questi l’incontro, tra cinema e letteratura, con la scrittrice Donatella Di Pietrantonio; il talk “Sillabario delle emozioni” di Domenico Iannacone [tolta anche la virgoletta]; il talk su Marcel Proust dello scrittore Antonio Pascale. Iannacone riceverà inoltre il Premio Armida Miserere, riconoscimento assegnato a un protagonista del cinema e della cultura che si è distinto per la passione civile e la sensibilità verso i temi sociali. Due sono i concerti proposti: la cantautrice Liana Marino che rilegge Lucio Dalla e il suo rapporto con il cinema e il duo Le Malelingue che ripropone le sonorità cinematografiche degli anni ’80-90’.
Ecco il dettaglio dei film in concorso per MoliseCinema 2021.

7 OPERE PRIME E SECONDE –CONCORSO PAESI IN LUNGO:
Sono 7 i lungometraggi che concorrono al Premio del Pubblico. Ad aprire il Festival il 3 agosto, per il concorso Paesi in lungo: Est - Dittatura last minute di Antonio Pisu, alla presenza dell’attore protagonista Matteo Gatta e del produttore Maurizio Paganelli. Lodo Guenzi si collegherà in video.
Mercoledì 4 agosto sarà la volta di Fortuna, di Nicolangelo Gelormini, presentato al Festival dallo stesso regista.
Giovedì 5 agosto verrà presentato Regina, di Alessandro Grande, alla presenza del regista e dell’attrice protagonista Ginevra Francesconi.
Venerdì 6 agosto, alla presenza del regista, sarà presentato Non odiare, di Mauro Mancini, con Gassman e Sara Serraiocco.
Sabato 7, sarà invece Alba Rohrwacher a presentare l’anteprima italiana di Sous le ciel d’Alice, opera prima di Chloé Mazlo.
Domenica 8 agosto, infine, gli ultimi due film in concorso: Maledetta primavera di Elisa Amoruso, con Micaela Ramazzotti e Gianpaolo Morelli, presentato dalla regista; e Easy Living – La vita facile di Orso e Peter Miyakawa, alla presenza degli attori protagonisti Camilla Semino Favro e Alberto Boubakar Malanchino.

FRONTIERE-PREMIO GIUSEPPE FOLCHI. DOCUMENTARI IN CONCORSO:
6 sono i titoli di Frontiere, il concorso per documentari italiani intitolato al documentarista molisano Giuseppe Folchi:
Primo documentario in concorso, il 3 agosto, è Punta Sacra di Francesca Mazzoleni, alla presenza della regista.
Il 4 agosto, I tuffatori di Daniele Babbo, alla presenza del regista.
Giovedì 5 saranno presentati Un Giorno La Notte di Michele Aiello e Michele Cattani, alla presenza di Michele Cattani, e L’occhio di vetro di Duccio Chiarini.
Venerdì 6 agosto, gli ultimi due documentari del concorso. Kufid di Elia Moutamid e The Rossellinis di Alessandro Rossellini, che sarà presente alla proiezione.

I 22 CORTOMETRAGGI INTERNAZIONALI IN CONCORSO
Il Concorso internazionale, Paesi in corto, presenta 22 cortometraggi, di cui 18 in anteprima italiana. Una selezione di grande qualità, proveniente da grandi festival e scuole internazionali, che rappresenta uno degli appuntamenti imperdibili di MoliseCinema. Ecco i titoli:
A Trip to Heaven, Linh Duong, Vietnam, 15’; At the Hairdresser’s, Jay Notley, Regno Unito, 5’; Azul, Emilio Martínez-Borso, Spagna, 13’; Badaren/Swimmer, Jonatan Etzler, Svezia, 13’; Bracha, Aaron Geva, Mickey Triest, Israele, 13’; Brigitte Bardot, Çağıl Bocut, Turchia, 14’; Dans la Nature, Marcel Barelli, Svizzera, 5’; Easter Eggs, Nicolas Keppens, Belgio/Francia/Paesi Bassi, 15’; Eclipse, Raha Amirfazli, Alireza Ghasemi, Iran/Francia, 14’; El sueño más largo que recuerdo, Carlos Lenin, Messico, 20’; Hizia, Chabname Zariab, Francia, 20’; Justice, Marc Faye, Francia, 3’; Kubra, Mélanie Trugeon, Francia, 12’; La comète, Piero Usberti, Francia, 18’; Mieux que les rois et la gloire, Guillaume Senez, Belgio, 14’; O Cordeiro De Deus/The Lamb of God, David Pinheiro Vicente, Portogallo, 15’; Pain, Anna Rose Duckworth, Nuova Zelanda, 9’; Sestre/Sisters, Katarina Rešek Kukla, Slovenia, 23’; Soeur Austère, Antoine Humbert, Svizzera, 17’; Teo va al espacio, Alberto Baldini, Juan Utrilla, Spagna 12’; We Have One Heart, Katarzyna Warzecha, Polonia, 11’; Winter Colours, Adrianna Wieczorek, Germania, 11’.

I 18 CORTOMETRAGGI ITALIANI IN CONCORSO:
Il Concorso italiano per cortometraggi, Percorsi, presenta 18 cortometraggi, di cui 3 in anteprima mondiale.
Accamòra, Emanuela Muzzupappa, 11’; Amarena, Alberto Palmiero, 13’ Come a Mìcono, Alessandro Porzio, 15’; Gas station, Olga Torrico, 10’; God Dress You, Mattia Epifani, 15’; Il gioco, Alessandro Haber, 12’; L'infinito, Simone Massi, 2’; La terra delle onde, Francesco Lorusso, 17’; La vedova più bella del paese, Mino Capuano, 12’; Le Mosche, Edgardo Pistone, 15’; Malumore, Loris Giuseppe Nese, 12’; Mila, Cinzia Angelini, 20’; Secondo me, Giulia Regini, 13’; Slow, Giovanni Boscolo, Daniele Nozzi, 10’; Solitaire, Edoardo Natoli, 11’; The Nightwalk, Adriano Valerio, 15’; Where the Leaves Fall, Xin Alessandro Zheng, 16’; Zombie, Giorgio Diritti, 14’.

DOC SPECIAL. DOCUMENTARI FUORI CONCORSO
La sezione Doc Special, che presenta documentari fuori concorso, ha il titolo: “Vivere, trasformare, produrre nel paesaggio rurale italiano”. Saranno proiettati Infinito Ritorno di Andrea Bersani., e La Manza di Chiara Ortolani.
Per la sezione Salute e territorio, ci sarà la presentazione del documentario realizzato in Molise, in collaborazione con Lilt-Campobasso, Terra sana per uomini sani di Ilaria Jovine e dedicato proprio al rapporto tra territorio, agricoltura e sport.

LIBRI
Per le presentazioni di libri attesa quella del 3 agosto con Donatella Di Pietrantonio. La scrittrice sarà al Festival per presentare il suo ultimo romanzo Borgo sud e raccontare di come L'arminuta stia diventando un film. Il 4 agosto Ultima spiaggia di Christian Uva, il 5 agosto Le maschere di Dioniso di Giacomo Ravesi e l’8 agosto Steffi Graf di Elena Marinelli.

I WORKSHOP DEL FESTIVAL
Anche quest'anno MoliseCinema, in collaborazione con la IFA-Scuola di Cinema di Pescara, presenta masterclass con professionisti del cinema. Due saranno gli appuntamenti imperdibili della 19^ edizione dedicati alla post-produzione: quello intitolato Montare il suono, creare il rumore con Matteo Di Simone, montatore del suono e fonico di mix, e Ignazio Vallucci, rumorista il 4 agosto e quello dedicato alla Color correction. Un mestiere fondamentale nel cinema con il direttore della fotografia Mattia Tedeschi il 6 agosto. Occorre prenotarsi a questo indirizzo: prenotazioni@molisecinema.it

MOLISECINEMA SCUOLA
Verrà presentato al Festival il progetto di didattica del cinema Ciak s’impara, realizzato da MoliseCinema nell’anno scolastico 202-2021 in quattro istituti scolastici di Termoli. Durante le giornate del Festival sarà aperto anche uno spazio per i bambini più piccoli (sotto i 12 anni), con proiezioni di film e in cui si integrano fumetto, finzione e cartone animato.
A completare il programma del Festival ci sono anche le sezioni Girare il Molise, dedicato a cortometraggi di filmmaker della regione, e Festival partner, in cui il Festival gemellato di Sulmona presenta una selezione di cortometraggi del suo concorso. Prosegue inoltre il partenariato mediterraneo della CoopMED nella cui cornice si sta sviluppando un progetto con la piattaforma corsa Allindì.

Il Festival, diretto da Federico Pommier Vincelli, è organizzato dall’Associazione MoliseCinema. Promosso da Regione Molise e Comune di Casacalenda, ha il patrocinio e il contributo del MIC - Direzione Cinema del Ministero della Cultura. Collaborano le aziende La Molisana, Dimensione, Biosapori, Fonte nuova, Di Fonzo, la Fondazione Caradonio Di Blasio, la cooperativa Koinè, la cooperativa Nardacchione, la LILT- Campobasso, Molise di mezzo.

IL PROGRAMMA E TUTTE LE INFORMAZIONI SU:
www.molisecinema.it

30 luglio 2021

Il trailer di "La Famiglia Addams 2", dal 28 Ottobre al Cinema

SINOSSI
 La famiglia più spaventosa di tutti i tempi torna al cinema nel sequel d’animazione, La Famiglia Addams 2. In questo nuovo capitolo, troviamo Morticia e Gomez sconvolti dal fatto che i loro figli stanno crescendo, rinunciando persino alle cene di famiglia per dedicarsi ai loro passatempi mostruosi. Per recuperare il rapporto con i figli, decidono di partire con Mercoledì, Pugsley, Zio Fester e il resto della famiglia con l’orribile camper stregato per avventurarsi in una terrificante vacanza di famiglia. Il loro viaggio attraverso l'America li condurrà fuori dal loro mondo coinvolgendoli in esilaranti avventure, insieme all’iconico cugino IT e a nuovi eccentrici personaggi. Cosa potrebbe mai andare storto?
 

Torna la XVI edizione del "John Fante Festival", a Torricella Peligna (CH) dal 19 al 22 agosto

Dal 19 al 22 agosto a Torricella Peligna in Abruzzo torna il JOHN FANTE FESTIVAL “Il dio di mio padre”, diretto da Giovanna Di Lello, giunto alla sua XVI edizione. La manifestazione, fin dalla prima edizione, è organizzata dal Comune di Torricella Peligna per ricordare e omaggiare lo scrittore americano John Fante (1909-1983), il cui padre Nicola era un muratore originario proprio di questo piccolo paese abruzzese.

Quest’anno il Festival sarà di nuovo in presenza, per tutti gli eventi, con posti contingentati e regolati in base alla normativa anti-covid.

Tra gli ospiti di questa edizione che compie 16 anni e che ha come tema il rapporto tra Fante e gli USA, Andrea Purgatori, Franco Arminio, Concita de Gregorio e l’americana Virginia Jewiss italianista della Yale University, traduttrice negli USA della scrittrice Premio Strega Melania Mazzuzzo e di Roberto Saviano - ha curato anche la traduzione della sceneggiatura del film “This must be the place” di Paolo Sorrentino -, protagonista di un evento intitolato “Dante ringiovanito: La Divina Commedia per piccoli lettori”. Tra gli ospiti anche Fabrizio Gatti, vincitore del Premio alla carriera John Fante Vini Contesa 2021.

Una delle serate sarà dedicata, come sempre, all’annuncio e alla premiazione del vincitore del Premio John Fante Opera Prima: parteciperà la terna finalista composta da Alice Urciuolo, autrice di Adorazione (66thand2nd), Barbara Frandino, autrice di È quello che ti meriti (Einaudi), Marcello Domini, Di guerra e di noi (Marsilio) scelti dalla Giuria dei letterati: Maria Ida Gaeta (presidente), Tommaso D’Amico, Claudia Durastanti, Nadia Terranova.

JOHN FANTE FESTIVAL “Il dio di mio padre” si inserisce nel progetto condiviso “Piazza Dante. #Festivalinrete” che unisce quarantaquattro Festival di approfondimento culturale italiani. Sostenuto dal Comitato Nazionale per le celebrazioni dantesche istituito dal Mibact, “Piazza Dante. #Festivalinrete” è una delle più importanti iniziative che nel 2021 renderanno omaggio a Dante Alighieri in occasione dei settecento anni dalla morte. Da nord a sud in un viaggio geografico e culturale che attraverserà tutte le regioni italiane toccando le grandi città e i piccoli centri, il progetto testimonia l’amore del nostro Paese per la straordinaria opera di Dante Alighieri, dando vita a un racconto tutto italiano che animerà le piazze (fisiche e virtuali: https://www.piazzadante.org/ ). Ogni festival proporrà all'interno della propria programmazione 2021 uno o più eventi dedicati a Dante, ideati e modulati secondo la propria vocazione, generando un programma variegato e differenziato ma condiviso. Il risultato è la creazione di una sinergia di proposte che permette di unire le esperienze dei tanti festival sparsi sulla Penisola e di creare un modello di condivisione e di “rete”.

In questo ambito JOHN FANTE FESTIVAL “Il dio di mio padre” si occuperà della letteratura per bambini ispirata a Dante. Ha inoltre collaborato all’evento “Casa Dante” dell'Associazione Amici della Musica Fedele Fenaroli di Lanciano, organizzata nell’ambito della manifestazione #500Festival. Lo spettacolo si svolgerà domenica 1° agosto, alle ore 21, al Parco delle Arti Musicali, Torri Montanare, Largo dell'Appello, 2, Lanciano.

“Cammini per Bunker Hill e scuoti il pugno per aria, ma io so a cosa stai pensando, Bandini. Sono gli stessi pensieri che ha avuto tuo padre prima di te, ed è come una sferzata in mezzo alla schiena, come un’esplosione nella testa. Non è colpa tua, ecco cosa pensi, tu sei nato povero, figlio di contadini miserabili, la tua città natale ti ha respinto perché eri povero, costringendoti ad andare ramingo per le strade di Los Angeles e, siccome sei povero, speri di scrivere un libro che ti faccia diventare ricco, così quelli che ti odiavano, laggiù nel Colorado, ti ameranno. Sei un vigliacco, Bandini, tradisci la tua anima e menti davanti a Cristo soffrente. Ecco perché scrivi, ecco perché sarebbe meglio che fossi morto".
Chiedi alla polvere – John Fante

29 luglio 2021

Il nuovo trailer di "Ghostbusters: Legacy", diretto da Jason Reitman. Al cinema dall'11 novembre

Sinossi: 
Ghostbusters: Legacy, diretto da Jason Reitman e prodotto da Ivan Reitman, il nuovo capitolo della saga originale Ghostbusters. Arrivati in una piccola città, una madre single e i suoi due figli iniziano a scoprire la loro connessione con gli Acchiappafantasmi originali e la segreta eredità lasciata dal nonno. Ghostbusters: Legacy è scritto da Jason Reitman & Gil Kenan
 

Classifiche dei libri più venduti in Italia dal 19 al 25 luglio

 CLASSIFICA GENERALE

  1. Tre - Valérie Perrin (Edizioni E/O)
  2. Due vite - Emanuele Trevi (Neri Pozza)
  3. L'inverno dei leoni. La saga dei Florio - Stefania Auci (Nord)
  4. La canzone di Achille - Madeline Miller (Marsilio)
  5. Cambiar l'acqua ai fiori - Valérie Perrin (Edizioni E/O)
  6. Vecchie conoscenze - Antonio Manzini (Sellerio)
  7. Una Sirena a Settembre - Maurizio De Giovanni (Einaudi)
  8. Quando si avvera un desiderio - Nicholas Sparks (Sperling & Kupfer)
  9. I leoni di Sicilia. La saga dei Florio - Stefania Auci (Nord)
  10. Io sono Giorgia. Le mie radici le mie idee - Giorgia Meloni (Rizzoli)
CLASSIFICA NARRATIVA ITALIANA

  1. Due vite - Emanuele Trevi (Neri Pozza)
  2. L'inverno dei leoni. La saga dei Florio - Stefania Auci (Nord)
  3. Vecchie conoscenze - Antonio Manzini (Sellerio)
  4. Una Sirena a Settembre - Maurizio De Giovanni (Einaudi)
  5. I leoni di Sicilia. La saga dei Florio - Stefania Auci (Nord)
  6. Amuri - Catena Fiorello Galeano (Giunti)
  7. Borgo Sud - Donatella Di Pietrantonio (Einaudi)
  8. Ragazze smarrite - Marco Vichi (Guanda)
  9. L'Arminuta - Donatella Di Pietrantonio (Einaudi)
  10. La vita nascosta dei fiori - Laura Imai Messina (Einaudi)

CLASSIFCA NARRATIVA STRANIERA

  1. Tre - Valérie Perrin (Edizioni E/O)
  2. La canzone di Achille - Madeline Miller (Marsilio)
  3. Cambiar l'acqua ai fiori - Valérie Perrin (Edizioni E/O)
  4. Quando si avvera un desiderio - Nicholas Sparks (Sperling & Kupfer)
  5. Tre piani - Eshkole Nevo (Neri Pozza)
  6. Finché il caffè è caldo - Toshikazu Kawaguchi (Garzanti)
  7. Circe - Madeline Miller (Marsilio)
  8. Yoga - Emanuele Carrere (Adelphi)
  9. Il quaderno dell'amore perduto - Valérie Perrin (Nord)
  10. Norwegian wood. Tokyo blues - Haruki Murakami (Einaudi)

Fonte: iBUK

28 luglio 2021

"OASIS KNEBWORTH 1996", il film evento a settembre al cinema

Gli Oasis hanno svelato il titolo, la data di uscita e tutti i dettagli sulle prevendite per il loro attesissimo documentario cinematografico OASIS KNEBWORTH 1996. Dopo quasi due anni senza eventi live di rilievo praticamente in​​nessuna parte del mondo, l'uscita cinematografica di Oasis Knebworth 1996 il 27, 28, 29 settembre si trasformerà in un potente appuntamento per i fan vecchi e nuovi, per rivivere l'euforia e il senso di unione e condivisione che solo un grande concerto può regalare.

OASIS KNEBWORTH 1996 è la storia del rapporto speciale tra gli Oasis e i loro fan, un rapporto che ha reso possibile il più grande concerto degli anni '90, che viene raccontato attraverso gli occhi degli spettatori che vi hanno preso parte e che è ricostruito grazie a materiali d'archivio e filmati di backstage, interviste aggiuntive alla band e agli organizzatori del concerto. Diretto dal vincitore del Grammy Award Jake Scott, OASIS KNEBWORTH 1996 è una gioiosa e toccante celebrazione cinematografica di uno dei concerti dal vivo più iconici degli ultimi 25 anni, un documentario impregnato di musica e delle esperienze dei fan durante quel monumentale fine settimana. I biglietti del film saranno in vendita proprio da martedì 10 agosto, per festeggiare i 25 anni dalla prima serata dei concerti (elenco delle sale presto disponibile su www.nexodigital.it e www.oasisknebworth1996.com).

Le due serate da record degli Oasis a Knebworth si sono svolte infatti il 10 e 11 agosto 1996, con oltre 250.000 giovani appassionati provenienti da tutto il mondo che si sono riuniti a Knebworth Park, nell'Hertfordshire. I biglietti sono stati messi in vendita l'11 maggio 1996. Durante la notte, lunghe code si sono formate fuori dai negozi di dischi e fuori dalle biglietterie locali, mentre i fan di tutto il mondo hanno trascorso la loro giornata attaccati ai telefoni fissi cercando di mettersi in contatto con i numeri per la prenotazione che risultavano costantemente occupati. Tutti i biglietti sono andati esauriti in meno di 24 ore, battendo ogni record al botteghino del Regno Unito. Gli organizzatori hanno stimato che potenzialmente la band avrebbe potuto vendere il doppio o il triplo dei biglietti, tale fu la richiesta del pubblico in quelle giornate. Oltre il 2% della popolazione del Regno Unito tentò in quell’occasione di acquistare i biglietti dell’evento.

Gli show prendevano il via in un Regno Unito che si stava lentamente riprendendo da un decennio di recessione. Dopo gli anni '80, l'umore della nazione stava cambiando. La rinascita culturale stava dando origine a Cool Britannia e, nella loro ascesa fulminea, gli Oasis incarnarono quel ritrovato ottimismo e quella rinnovata, energetica spavalderia. In due anni, a partire dalla loro Manchester, gli Oasis erano diventati una delle più grandi band del mondo e, al pubblico accorso a vederli che si rispecchiava nei cinque uomini sul palco, tutto sembrava possibile. Con una scaletta fittissima dall'inizio alla fine, con "Columbia" e "Acquiesce" fino a "Champagne Supernova", "Don't Look Back In Anger", "Live Forever”, con un'orchestra trionfante supportata da "I Am The Walrus", e la prima canzone degli anni '90 a superare un miliardo di stream su Spotify, "Wonderwall", i concerti di Knebworth sono stati l'apice del successo della band ma anche il raduno di riferimento per un’intera generazione.

Il film è prodotto da Black Dog Films. Noel Gallagher e Liam Gallagher sono i produttori esecutivi.
Il film è finanziato e distribuito da Sony Music Entertainment e distribuito nelle sale italiane da Nexo Digital.