6 maggio 2015

Recensione: LA VERITA' CELATA di Seb Kirby

Titolo: La verità celata
Autore: Seb Kirby
Editore:
CreateSpace Independent Publishing Platform
Pagine: 250
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 9,87


Recensione a cura di Marika Bovenzi

La verità celata è il primo volume della trilogia thriller di Seb Kirby. Un romanzo pregno di mistero, cultura, arte e sfumature noir. Tutta ha inizio quando James Blake trova sua moglie Julia morta nella sua abitazione londinese. Nessuna traccia dell’assassino, nessun apparente motivo legato a quell’uccisione. Blake ha poco a cui aggrapparsi per vendicare la sua amata, solo l’ultimo messaggio che Julia gli ha inviato con allegato una foto del dipinto di Michelangelo, “Leda e il cigno”.

"Leda e il cigno" (Michelangelo)
Poiché ritenuto primo sospettato dalla polizia londinese, fugge dall’Inghilterra per approdare in Italia, dove tra Bergamo, Venezia e Firenze scopre verità celate, raggelanti e scioccanti, riguardo il lavoro di restauratrice di sua moglie. Chi l’ha uccisa? Cosa ha spinto gli assassini a volere la sua vita? Sono questi gli interrogativi che James Blake si pone per tutto il romanzo,; le domande che come demoni lo ossessionano giorno e notte...
Firenze
L’ambientazione è presentata in modo breve, ma chiaro. L’autore dà al lettore rapide e concise descrizioni di città come Londra, Venezia, Firenze e Bergamo, molto spesso citandone luoghi, nomi di strade e particolari realmente esistenti. Per quanto riguarda i personaggi, ho apprezzato particolarmente la descrizione in 2d dei loro caratteri; Seb Kirby presenta l’evoluzione caratteriale di James Blake, prima e dopo l’assassinio, attraverso dei flashback che vivacizzano l’azione e non rendono monotono il romanzo. Il protagonista dapprima marito serio, perfetto e amorevole, si trasforma in un investigatore pronto a qualsiasi cosa pur di scoprire la verità. Altri personaggi da apprezzare sono il commissario londinese e quello italiano, che non si dimostrano inetti e spaesati quanto piuttosto intelligenti, scaltri e svegli. Lo stile è diretto, lineare e accattivante. L’autore attraverso brevi capitoli descrive uno scenario thriller e dona al lettore informazioni riguardo la professione di restauratore d’arte. La cultura e il mistero sono gli elementi cardini di un romanzo che scardina gli stereotipi del genere.

Un libro in grado di coinvolgere e intrattenere.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...