martedì 6 maggio 2014

Recensione: MARINA (2013). Al cinema dall'8 maggio

Rocco Granata (Matteo Simoni) è solo un bambino quando è costretto a lasciare la Calabria per seguire il padre in Belgio, dove ha trovato occupazione come minatore. Ma qui la famiglia fatica ad integrarsi e Rocco inizia a coltivare il sogno di suonare la fisarmonica. Una passione che cresce con gli anni e che porta Rocco ad intraprendere la strada della musica, in attrito con il padre (Luigi Lo Cascio) che vorrebbe vedere il ragazzo sistemato con un lavoro più sicuro. L'ostinazione alla fine premierà Rocco che con la musica riuscirà a conquistare anche il cuore della bella fiamminga (Evelien Bosmans) di cui è innamorato...

Marina, dal titolo della sua canzone più famosa, è ispirato alla biografia del cantante italiano, naturalizzato belga, Rocco Granata.

Stijn Coninx racconta una storia di musica, passione, amore, ingiustizie, dolore e sacrifici, che non si esaurisce nella biografia di un cantante, ma assume l'universalità del racconto dei migranti. La storia della famiglia di Rocco infatti si fonde e si confonde con quella di tantissime altre famiglie che lasciano la propria terra in cerca di fortuna, salvo poi scoprire che non tutto quello che luccica è oro. Una parabola che tante persone vivono ogni giorno, sperimentando spesso sulla propria pelle il peso delle ingiustizie e della discriminazione.

La parabola di Rocco naturalmente è quella di chi riesce a riscattare la propria esistenza con il successo, trasformando in realtà il sogno di una vita, e diventando il simbolo di un'intera comunità. Un melodramma che colpisce direttamente al cuore lo spettatore, suscitando svariate emozioni, anche grazie all'ottima interpretazione di tutto il cast, a partire dai giovanissimi Matteo Simoni e Evelien Bosmans. Senza dimenticare Donatella Finocchiaro e Luigi Lo Cascio che con ruoli opposti forniscono un contributo fondamentale alla riuscita del film.

Una film emozionante, di grande attualità, impreziosito da una bellissima colonna sonora che ci riporta ad un passato non troppo lontano, seppur apparentemente dimenticato, quando eravamo noi a prendere la valigia per cercare fortuna in terra straniera. Consigliato!

DATA USCITA: 08 maggio 2014
GENERE: Biografico, Drammatico
ANNO: 2013
REGIA: Stijn Coninx
SCENEGGIATURA: Stijn Coninx, Rik D'Hiet
ATTORI: Matteo Simoni, Luigi Lo Cascio, Donatella Finocchiaro, Cristiaan Campagna, Evelien Bosmans, Chris Van Den Durpel
FOTOGRAFIA: Lou Berghmans
MONTAGGIO: Philippe Ravoet
MUSICHE: Michelino Bisceglia
DISTRIBUZIONE: Movimento Film
PAESE: Belgio
DURATA: 110 Min

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO