6 giugno 2015

Recensione: CATRIONA di Robert Louis Stevenson

Titolo: Catriona
Autore: Robert Louis Stevenson
Editore: Leone
Pagine: 352
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 12,00


Recensione a cura di Marika Bovenzi

Catriona è il romanzo che fa da seguito a “Il ragazzo rapito”, entrambi scritti da Robert Louis Stevenson. In questo caso ci troviamo difronte ad un elogio all’amore, alla giustizia e al patriottismo. Il romanzo narra ancora una volta le vicende di David Balfour, giovanotto scozzese rientrato in possesso dei suoi averi. Ci troviamo nella Edimburgo del 1751, spaccata a metà dalle lotte tra giacobiti e sostenitori del re Giorgio II. David in questo clima angusto e indagatore aiuta due suoi amici, Alan Breck e James Stewart, a fuggire dalla Scozia perché accusati di omicidio. Proprio in questo frangente incontra Catriona MacGregor Drummond.

I due si rincontrano poi più tardi, su una nave diretta ai Paesi Bassi, dove David ha intenzione di studiare legge, mentre Catriona di incontrare suo padre James More, ex giacobita sfuggito alla persecuzione. Quest’ultimo non presentandosi al porto fa si che sua figlia viva sotto il tetto di David, che a sua volta se ne innamora perdutamente. Dopo peripezie varie che riportano la bella protagonista in Francia a casa di suo padre, David riesce a sposarla in seguito ad una fuga organizzata a causa del tradimento di James More.

L’ambientazione è descritta in modo particolare e minuzioso. Dalle fredde lande scozzesi miste a monumenti e stradine di Edimburgo, al classicismo dei monumenti francesi accompagnati da abiti signorili stile Madame Pompadour, al colorito stile di vita della terra dei tulipani, caratterizzata da "…case illuminate, e porte e finestre affollate di donne truccate come maschere…". I personaggi mostrano spessore psicologico e crescita morale; David, dapprima ragazzo alle prime armi, patriottico e incosciente, si trasforma in un uomo pronto ad abbattere accordi politici e accuse giuridiche, per amore; Catriona, ribelle, fervente e determinata, alla fine del romanzo dimostra una grande saggezza e bontà d’animo. Lo stile è ricercato, accurato ed elegante come si addice ad un grande scrittore dell’Ottocento. Il libro è diviso in due parti: la prima più lenta, più sfuggevole; la seconda descrittiva, appassionante e avventurosa.

Robert Louis Stevenson
Un classico imperdibile e intramontabile.

L'AUTORE
Robert Louis Stevenson (Edimburgo 1850 - Vailima, Upolu, isole Samoa, 1894) fu un romanziere, saggista e poeta scozzese. Unendo l’eleganza formale alla fantasia inventiva, nei suoi libri seppe circondare di un’atmosfera leggendaria anche le circostanze della vita quotidiana. La sua opera più famosa, L’isola del tesoro (1883), è un esempio di romanzo d’avventura, ma l'autore si rivelò anche abile prosecutore di E. A. Poe con Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde (1886), romanzo orrifico e simbolico basato sullo sdoppiamento di personalità.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...