venerdì 31 marzo 2017

Recensione: Belisario, un romanzo storico di Robert Graves

Titolo: Belisario
Autore: Robert Graves
Editore: Longanesi
Pagine:
492
Anno di pubblicazione: 2017

Prezzo copertina: 22,00 €

 
Recensione a cura di Marika Bovenzi

Belisario aveva sette anni quando la madre, vedova, gli disse che era giunto per lui il momento di lasciarla per qualche tempo, di separarsi dai domestici di casa e dalla tenuta di Tchermen in Tracia. Doveva frequentare la scuola di Adrianopoli, una città a qualche miglio di distanza dove sarebbe stato affidato alle cure del fratello di lei, il nobile Modesto […]” . Si apre così il romanzo storico di Robert Graves, acclamato autore novecentesco, noto per l’accuratezza dei suoi scritti e la minuzia con cui

giovedì 30 marzo 2017

Classifiche dei libri più venduti in Italia dal 20 al 26 marzo

CLASSIFICA GENERALE               
  1. Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie - Francesca Cavallo, Elena Favilli (Mondadori)
  2. La giostra dei criceti - Antonio Manzini (Sellerio) 
  3. Quasi niente - Maurio Corona, Luigi Maieron (Chiarelettere)
  4. Nel guscio - Ian McEwan (Einaudi)
  5. L'arte di essere fragili - Alessandro D'Avenia (Mondadori)
  6. Magari domani resto - Lorenzo Marone (Feltrinelli)
  7. Le nostre anime di notte - Kent Haruf (NNE)
  8. New Una perfetta sconosciuta - Alafair Burke (Piemme)
  9. Illuminati Crew. Come diventare ricchi con YouTube (Mondadori Electa)
  10. New L'amore addosso - Sara Rattaro (Sperling & Kupfer)

Recensione: La scelta, di Giovanni Dozzini

Titolo: La scelta
Autore: Giovanni Dozzini
Editore: Nutrimenti
Pagine:
250
Anno di pubblicazione: 2016

Prezzo copertina: 17,00 €


Recensione a cura di Eleonora Cocola

Nell’italia del 1944, mentre gli alleati risalgono faticosamente la penisola provocando la ritirata dei tedeschi, c’è un posto che sembra in grado di non farsi toccare dalle vicende del secondo conflitto mondiale. Sarà l’acqua che la circonda, sarà l’atmosfera ovattata del lago, ma per gli abitanti di quell’isola del Trasimeno la vita sembra scorrere tranquilla. A spezzare la routine solo un gruppo di estranei, che vivono confinati nel Castello: su di loro sono corse delle voci, poche, subito zittite – meglio non dire niente, meglio non

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO