29 ottobre 2015

Recensione: RAGAZZI DI BAMBU' di Mitali Perkins

Titolo: Ragazzi di bambù
Autore: Mitali Perkins
Editore: Atmosphere Libri
Pagine: 200
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina: 15,00 €
 


Yangon, Birmania (Myanmar). Chiko ha quindici anni e vive da mesi rinchiuso in casa con la madre, dopo che il padre medico è stato arrestato dal Governo militare con l'accusa di tradimento. Ma quando legge su un giornale l'annuncio per la ricerca di insegnanti, il giovane birmano si decide a rischiare, forte della vocazione e della speranza di riuscire a guadagnare i soldi necessari per mantenere la famiglia. Una volta giunto sul posto però, Chiko viene sequestrato dall'esercito e costretto ad arruolarsi insieme agli altri candidati. Condotti nella giungla, i ragazzi vengono sottoposti a lunghe e faticose esercitazioni, e Chiko, più adatto allo studio che al combattimento, riesce a sopravvivere solo grazie all'aiuto di Tai, un giovane orfano temprato dalla vita in strada.

Yangon, ex capitale della Birmania
Per ricambiare la grande generosità del suo amico, Chiko decide prima di insegnargli a leggere e scrivere, e poi di prendere il suo posto in una missione pericolosa in prima linea. Una mina però finisce per consegnare la vita di Chico nelle mani del nemico, Tu Reh, un giovane karenni (una delle tante minoranze etniche del Paese) che odia i birmani perchè hanno distrutto il suo villaggio, costringendo la popolazione a rifugiarsi in un campo profughi al confine con la Thailandia. Nonostante l'odio, Tu Reh non riesce ad uccidere o abbandonare il ragazzo nella giungla e, rischiando di mettersi contro la comunità, decide di aiutarlo. Ma riuscirà nell'impresa disperata di salvargli la vita?

Bambini soldato
Dal 1949, un anno dopo l'indipendenza della Birmania dall'impero britannico, i Karen, una delle numerose minoranze etniche, hanno imbracciato le armi per difendere la propria autonomia e salvaguardare le proprie tradizioni, minacciate ancora oggi dal regime militare che controlla il Paese dopo il colpo di Stato del 1962, dando vita alla guerra di liberazione più lunga della storia. Proprio per combattere questi "ribelli", il governo birmano ha cominciato ad arruolare con la forza nell'esercito anche ragazzi giovani, come Chico e Tai. Attraverso la loro storia, Mitali Perkins offre al lettore un drammatico ritratto della situazione politica e sociale che vive oggi la Birmania, un Paese in cui il novanta percento della popolazione si trova al di sotto della soglia di povertà, il sistema sanitario è il secondo peggiore al mondo, circa il dieci percento dei bambini muore prima dei cinque anni e il tasso di alfabetizzazione è crollato di anno in anno (secondo le informazioni offerte dalla stessa autrice al termine del romanzo).

Villaggio Karen
In questo contesto segnato dalla guerra, dalla morte, dalla violenza, dalla povertà, dall'analfabetismo e dall'assenza dei diritti umani e civili, si inseriscono le vicende dei due protagonisti, Chico e Tu Reh, che narrano in prima persona la loro storia; nella prima parte, fino all'esplosione della mina, è Chico a raccontare l'epopea attraverso il quale scopre il valore dell'amicizia e riesce a trasformare la paura in coraggio; mentre nella seconda il narratore diventa Tu Reh, che con il suo gesto di solidarietà riesce a scoprire la forza del perdono, trasformando l'odio in compassione. Nel romanzo tuttavia compaiono altre figure indimenticabili, come quella della giovane guaritrice karenni Nya Meh, capace di provare amore nonostante le violenze subite, o quella di Tai, l'orfano dal cuore d'oro.

Mitali Perkins
Mitali Perkins, utilizzando un linguaggio semplice e scorrevole, riesce a suscitare svariate emozioni nel lettore e allo stesso tempo fa riflettere su valori come l'amicizia, la famiglia, l'istruzione, l'amore, il perdono e la solidarietà. Un romanzo di formazione che tocca il cuore, adatto per ragazzi e non.

L'AUTRICE
Mitali Perkins è nata in India, emigrata negli Stati Uniti con i suoi genitori e due sorelle quando aveva sette anni, e ha studiato scienze politiche alla Stanford University e alla UC Berkeley. È autore di nove libri, tra cui Rickshaw Girl, che è stato scelto dalla Biblioteca pubblica di New York come uno dei 100 migliori libri per bambini negli ultimi 100 anni, e di Bamboo People (Ragazzi di bambù), che è tra i dieci migliori romanzi per ragazzi dell’American Library Association ed è stato recensito in Publishers Weekly come «una raffinata esplorazione del potere di redenzione dell'amore, della famiglia e dell'amicizia». Mitali vive a San Francisco.

Per conoscere meglio la situazione politica in Birmania e la straordinaria figura di Aung San Suu Kyi, attivista per i diritti umani, vi consiglio un film del 1995, Oltre Rangoon (Beyond Rangoon), diretto da John Boorman con protagonista il premio Oscar Patricia Arquette.
 

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO E IL DVD QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...