6 dicembre 2017

Recensione: Vanda Piffer e i delitti di Natale, di Grazia Corte

Titolo: Vanda Piffer e i delitti di Natale
Autore: Grazia Corte

Editore: Edizioni Forme Libere
Pagine: 300
Anno di pubblicazione: 2017
Prezzo copertina: 16,00 €


Recensione a cura di Marika Bovenzi 

Per il Natale in crime non poteva mancare la serie di Grazia Corte dedicata all’avvocato Vanda Piffer, un'energica professionista che ha uno studio legale a Bucholz, in Alto Adige. In questo nuovo romanzo, ci troviamo immersi nell’atmosfera natalizia tipica dei paesini nordici, fatta di mercatini, fiere e luminarie. E proprio questo mood infastidisce ed esaspera il nostro avvocato che, come ogni anno, si ritrova a desiderare l’accadere di misteriosi delitti su cui investigare. E sarà che Babbo Natale ha un modo tutto suo per accontentare le persone, in uno dei mercatini
natalizi tipici del posto, una boriosa scrittrice muore improvvisamente mentre sta ancora addentando un pasticcino. Ma la sua morte è solo l’inizio di una lunga serie di decessi su cui Vanda Piffer viene chiamata ad investigare. Il suo compito sarà quello di scoprire se si tratti di delitti o fatali incidenti, e come sempre viene coadiuvata dall’amica eclettica Thea, dal barista acuto Klaus e dall’esperto ispettore Thomas Berger. Riuscirà Vanda Piffer a risolvere ancora una volta il caso?

Lo stile di Grazia Corte è diretto e utilizza un linguaggio semplice, rendendo così la narrazione fluida. Le ambientazioni sono suggestive e particolari: Bucholz una cittadina pittoresca da cartolina; St. Nikolaus, la collina su cui vive Vanda, fatta di orti, vigneti e piccoli chalet. Per quanto riguarda i personaggi invece abbiamo: Vanda, una donna poliedrica, determinata, coraggiosa, geniale e anche un po’ misantropa; Thea, un’amica folle e ambiziosa che supporta l’avvocato; Klaus, un barista tranquillo, ma grande fonte di informazioni; e l’ispettore Thomas Berger, un uomo apparentemente scocciato delle intromissioni di Vanda nel suo lavoro, ma consapevole delle doti della donna. Personalmente, ho apprezzato molto il personaggio della protagonista principale, in quanto è una donna forte, emancipata, indipendente e capace di risolvere qualsiasi problema. Va quindi un plauso all'autrice per aver dato vita ad una donna combattente che non ha nulla da invidiare agli uomini e alle loro capacità.

In conclusione, un romanzo a sfondo natalizio che consiglio a tutti gli appassionati del mistery e del crime.

L'AUTRICE
Grazia Corte è nata in Trentino-Alto Adige. Avvocato, ha lavorato anche come sceneggiatrice radiofonica, animatrice, fotografa e gallerista, per dedicarsi poi, da qualche anno, a scrivere una serie di gialli venati di umorismo, che hanno per protagonista la vulcanica e spudorata Vanda Piffer. 

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI