9 marzo 2013

Recensione: UNO SPLENDIDO DISASTRO di Jamie McGuire

Titolo: Uno splendido disastro
Autore: Jamie McGuire
Editore: Garzanti
Pagine: 336
Anno di pubblicazione: 2013
Prezzo copertina: 16,40 €

Abby per lasciarsi un misterioso passato alle spalle decide di trasferirsi alla Eastern University, insieme all'amica di sempre America.

Proprio grazie all'amica, fidanzata con il cugino, Abby conosce Travis, un ragazzo tanto affascinante quanto stronzo, abituato a sedurre e poi abbandonare (dopo il sesso) le ragazze.  
Tipo violento e spesso alcolizzato, Travis rappresenta tutto quello da cui Abby sta scappando. Eppure la ragazza deciderà di iniziare una strano rapporto con lui, sempre in bilico tra amore e amicizia, che finirà per cambiare entrambi.

Una scena del film "Tre metri sopra il cielo"
Uno splendido disastro di Jamie McGuire, beststeller negli Stati Uniti e prossimamente un film, può essere tranquillamente considerato l'equivalente americano del romanzo "Tre metri sopra il cielo" di Federico Moccia.
Le somiglianze tra i protagonisti, infatti, sono notevoli; Abby, nonostante un passato burrascoso, è la ragazza pura e innocente, come Babi; Travis è bello e maledetto, conduce una vita "borderline" ed è costantemente nei guai, così come Step. Due mondi opposti che inevitabilmente finiscono per attrarsi e scontrarsi.
Ma se Moccia ha almeno il merito di non perdere mai completamente di vista la realtà, nel romanzo di McGuire si va decisamente oltre, con situazioni spesso poco credibili. Ad esempio non si capisce bene come Travis possa picchiare continuamente la gente senza mai finire in guai giudiziari!!

Las Vegas: la città del peccato
Le piccole e grandi incongruenze, dunque, fanno emergere una certa superficialità nella costruzione narrativa del romanzo, in cui l'autrice si concentra troppo sulla storia d'amore tra i protagonisti e poco su tutte le vicende di contorno, alcune fondamentali nell'economia del romanzo (come ad esempio la storia del padre di Abby e, in generale, il passato della stessa). Inoltre anche i personaggi secondari risultano eccessivamente piatti e stereotipati (vedi Parker, Mick, Finch, ma anche la stessa America). Per non parlare della concezione, tipicamente americana, delle ragazze come "oche giulive", pronte a darla via al primo belloccio che capita, senza un minimo di pudore. In generale, quindi, si ha la sensazione che l'autrice tratteggi tutto in modo troppo eccevviso, estremo, non riuscendo a dosare correttamente fiction e realtà.

Tuttavia Uno splendido disatro, nonostante tutto, funziona benissimo come piacevole intrattenimento, grazie soprattutto ad una storia d'amore appassionante e alla capacità dell'autrice, che utilizza uno stile fresco e un linguaggio semplice, di mantenere incollati i lettori fino all'epilogo. Un romanzo, naturalmente, pensato e realizzato per lettori young adult, che in qualche modo possono immedesimarsi nei protagonisti e sognare con loro, a cui piacerà sicuramente.
 
L'AUTRICE
Jamie McGuire, già autrice di tre romanzi entrati nei bestseller del «New York Times», vive in Oklahoma con il marito e i figli. 

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO O L'EBOOK QUI