mercoledì 26 febbraio 2014

Il battesimo del fuoco; Sabotaggio (Clive Cussler) e tante altre novità in libreria dal 27 febbraio

Titolo: Il battesimo del fuoco
Autore:
Andrzej Sapkowski
Editore: Nord
Pagine: 468
Anno di pubblicazione: 2014 

Prezzo copertina: 18,00 € 

Geralt di Rivia ha fallito. Durante la rivolta scoppiata sull'isola di Thanedd, non è riuscito a portare in salvo Ciri, l'ultima erede al trono di Cintra, e ora la principessa è scomparsa. La sua unica speranza di ritrovarla è affidarsi a Milva, la più abile spia delle driadi. E Milva non lo delude: scopre che Ciri è prigioniera dell’imperatore Emhyr var Emreis e si offre di guidare lo strigo fino alla capitale di Nilfgaard.
Benché sia ancora debole a causa delle ferite riportate, Geralt lascia la sicurezza dei boschi di Brokilon e si mette in viaggio con Milva, ma bastano pochi giorni di cammino per rendersi conto che raggiungere il palazzo imperiale è un'impresa quasi impossibile: ovunque infuriano violente battaglie tra le truppe di Nilfgaard e gli eserciti dei liberi regni; le strade sono pattugliate giorno e notte da ronde di soldati, mentre i villaggi sono lasciati alla mercé dei gruppi di elfi ribelli. Lo strigo e la driade sono quindi costretti a tagliare per la foresta, senza sapere che così facendo cadranno nella trappola preparata da una creatura che da tempo li segue nell'ombra, pronto a tutto pur di evitare che Geralt arrivi vivo a Nilfgaard… 

Andrzej Sapkowski è nato a Łódź, in Polonia, nel 1948. Nonostante gli studi di economia, ha sempre amato raccontare storie e, all’inizio degli anni ’90, con la pubblicazione della serie che ha come protagonista Geralt di Rivia, ha ottenuto un travolgente successo prima in patria e poi all’estero, coronato dall’uscita della serie di videogiochi The Witcher, ispirati ai suoi romanzi. Attualmente è uno degli scrittori fantasy più letti d’Europa. 

Titolo: Heaven
Autore:
Alexandra Adornetto
Editore: Nord
Pagine: 384
Anno di pubblicazione: 2014 

Prezzo copertina: 16,90 € 

In nome dell’amore, Bethany e Xavier hanno affrontato prove durissime. Pur di restare l’uno accanto all’altra, hanno deciso d’ignorare la regola che vieta a un angelo come Bethany di legarsi a un mortale, hanno sconfitto Jake Thorn, il demone che aveva terrorizzato la cittadina di Venus Cove, e hanno sfidato persino l’ira del Signore degli Inferi. Ora che sono miracolosamente tornati dal Regno dell’Ade, desiderano soltanto sposarsi e iniziare una nuova vita insieme. Tuttavia, non appena si scambiano le fedi nuziali, un Angelo della Morte piomba su di loro per riportare Bethany in Paradiso: con quel gesto, infatti, lei ha violato le leggi del Cielo e per questo deve essere punita. Ancora una volta, Bethany e Xavier sono costretti a scappare e a rifugiarsi in uno chalet nascosto tra le montagne. Ma i due ragazzi non immaginano di essere stati seguiti dai membri del Settimo Ordine, gli angeli rinnegati che vogliono conquistare il dominio assoluto dei Cieli e degli Inferi. Perché Bethany è la chiave per portare a termine il loro piano…

Alexandra Adornetto è nata a Melbourne il 18 aprile 1992. La narrativa è sempre stata la sua grande passione: quando aveva solo tredici anni, ha rinunciato alle vacanze estive pur di portare a termine la stesura di un romanzo e, da allora, non ha mai smesso di scrivere. Come Rebel (Nord, 2011), Sacrifice è subito entrato nelle classifiche del New York Times e di Publishers Weekly. Attualmente si divide fra l’Australia e gli Stati Uniti, dove spera di affiancare all’attività di scrittrice anche quella di attrice.

Titolo: All'improvviso la felicità
Autore:
J. Courtney Sullivan
Editore: Garzanti
Pagine: 504
Anno di pubblicazione: 2014
 

Prezzo copertina: 16,40 € 

Philadelphia, 1947. È quell'ora della notte che precede l'alba, quando il silenzio avvolge le strade in una nebbia rosata. Mary Frances Gerety, giovane copywriter di una delle più note agenzie pubblicitarie americane, non dorme da ore. Intorno a lei tazze di caffè, fogli appallottolati e pile di riviste. Manca poco alla consegna dello slogan per il loro cliente più importante, De Beers, il produttore di diamanti, e ancora non ha trovato niente che la soddisfi. Improvvisamente una frase le balena in testa, come un raggio di luce: “Un diamante è per sempre”. Perché c'è solo un anello fatto per dare la felicità più assoluta, quella che dura per tutta la vita. E quell'anello è fatto di diamanti. Lo sa bene Evelyn che ricorda ancora ancora il giorno, quarant'anni prima, in cui suo marito le ha messo quel gioiello da sogno al dito. Un anello che per lei significa tutto: amore, fiducia, passione. E proprio per questo ha deciso di regalarlo a Julie, la moglie di suo figlio, Teddy, che adesso però sembra intenzionato a fuggire con un'altra donna. Per James invece, un paramedico sempre squattrinato, quell'anello sta diventando un incubo. I massacranti turni di notte, la vendita della macchina, niente sembra bastare per l'acquisto della prova d'amore per la sua Sheila. La prova d'amore di Delphine è stata lasciare Parigi, la città delle luci, per seguire un'unica luce, quella della passione per P.J. Adesso, a New York, sotto un freddo cielo stellato, osserva il suo anello luccicante e non è più tanto sicura di aver fatto la scelta giusta... Un solo anello, quattro vite legate dalla frase che Mary Frances Gerety ha creato in quella mattina. Un simbolo, la speranza dell'amore eterno, il gioiello più desiderato da tutte le donne del mondo. Un gioiello che invece Mary Frances potrebbe non ricevere mai…

J. Courtney Sullivan, scrittrice e giornalista per numerose testate americane, vive a Brooklyn. Con Garzanti ha già pubblicato Come gocce di sale e di vento, che ha conquistato la critica e ha scalato le classifiche americane grazie al passaparola. 

Titolo: Come nessun'altra
Autore:
Andre Bella
Editore: Tre60
Pagine: 320
Anno di pubblicazione: 2014 

Prezzo copertina: 9,90 €

Sola, di notte, con la macchina in panne, in una stradina di campagna e sotto un violento temporale: Chloe Peterson non è donna da perdersi d'animo, ma stavolta il destino sembra proprio accanirsi contro di lei. E mentre si sta domandando cosa mai potrà ancora succederle… ecco che qualcuno si ferma a soccorrerla. Chase Sullivan è gentile, premuroso, affascinante. Troppo bello per essere vero? Di certo troppo pericoloso per Chloe che, dopo una serie di relazioni sbagliate, ha giurato a se stessa di non commettere mai più l'errore di fidarsi di un uomo. Tuttavia, incantata dal suo carisma, la donna si lascia convincere a passare la notte a casa sua. Ma chi è davvero quell'uomo? Che cosa si nasconde dietro la sua orgogliosa indipendenza? E perché Chloe è così restia ad aprire il suo cuore e a farsi amare? Che cosa le impedisce di essere felice? Tra carezze e schermaglie, tra sospiri e sorrisi, le risposte arriveranno. Sorprendenti per entrambi…

Titolo: Il dominatore. Immortal
Autore:
Alma Katsu
Editore: Longanesi
Pagine: 342
Anno di pubblicazione: 2014 

Prezzo copertina: 19,90 € 

Lanny è una donna bellissima, sensuale, appassionata... E ha oltre duecento anni. Lanny è un’immortale, ma la sua vita eterna le ha chiesto un sacrificio molto alto. Troppo alto. È costretta a fuggire e a nascondersi di continuo, perché l’uomo che le ha donato l’immortalità, il potente e spietato Adair, vuole tenerla avvinta a sé, anche se lei ha trovato un altro uomo, e con lui un nuovo, profondo legame che le dà forza in una quotidianità finalmente «normale» e condivisa. Adair ha più di mille anni, ma nella sua lunghissima vita non ha mai incontrato una donna come Lanny. E ora che si è liberato dalla cella in cui lei l’ha rinchiuso per più di un secolo, Adair deve scegliere: ascoltare la voce dell’odio e della vendetta, che gli impone di scovare Lanny e ucciderla dopo orribili sevizie? Oppure cedere a una voce più profonda e autentica, che non sentiva da secoli: quella dell’amore? L’eros può rendere possibile l’impossibile, ma maggiore è la sua forza, più alto il prezzo da pagare... Erotismo e suspense si mescolano in una storia unica di passione e perdita, tradimento e redenzione.

Alma Katsu è nata in Alaska, ma è cresciuta in un piccolo paese del Massachusetts. Il suo lavoro di profiler della CIA la ispira nell’indagine dei meandri, a volte oscuri, dell’animo umano.


Titolo: Il sabotatore
Autore:
Clive Cussler, Justin Scott
Editore: Longanesi
Pagine: 464
Anno di pubblicazione: 2014 

Prezzo copertina: 17,60 € 

Incidenti inspiegabili colpiscono da mesi i treni della Southern Pacific Railroad, senza rivendicazioni né un disegno preciso, almeno all’apparenza, e il proprietario della compagnia non sa come salvare i suoi uomini e la sua ferrovia. Lungo binari e traversine non corrono solo uomini e merci, corrono idee e soprattutto speranze per il mondo nuovo che si sta costruendo: per la giovane America dei primi del Novecento la ferrovia è un muscolo teso, pronto a spiccare il balzo verso Ovest, verso il futuro. Ma c’è qualcuno che vuole bloccare il progresso, e per farlo è disposto a tutto, anche a uccidere. C’è una sola persona in grado di venire a capo del mistero, ed è Isaac Bell, il miglior agente della famosa agenzia investigativa Van Dorn. Bell scopre che dietro gli attentati c’è un uomo misterioso, che si fa chiamare il Sabotatore e che recluta i suoi complici nei bassifondi della società, per poi ucciderli dopo gli attentati. Ma perché? Qual è il suo misterioso e terribile progetto di morte? E soprattutto, chi è il Sabotatore? Bell ha poco tempo per risolvere il mistero, perché a rischio non c’è più solo la ferrovia, ma il futuro stesso dell’America...

Clive Cussler è nato nel 1931 ad Alhambra, in California, da madre americana e padre tedesco. Interrotti gli studi al Pasadena City College, si è arruolato nell’Aviazione, partecipando alla guerra di Corea. Negli anni ‘60 ha lavorato nella pubblicità, dapprima come copywriter e in seguito come direttore creativo di una delle più importanti agenzie degli Stati Uniti. Ha esordito nella narrativa nel 1973 con Enigma, che racconta la prima straordinaria avventura di Dirk Pitt, l’eroe che ha conquistato i lettori d’avventura di tutto il mondo.

Titolo: La licenza
Autore:
Daniel Anselme
Editore: Guanda
Pagine: 192
Anno di pubblicazione: 2014 

Prezzo copertina: 16,00 € 

Tre soldati francesi arrivano in licenza a Parigi dopo diciotto mesi trascorsi al fronte in Algeria. Si immergono nella grande città per dimenticare una guerra assurda, che Parigi ha trovato più comodo ignorare, costringendoli così a ricordarla continuamente. Quando, alla fine degli anni Cinquanta, Daniel Anselme, poeta e giornalista allora trentenne, scrisse questo romanzo, fu come se la Francia ricevesse un colpo in piena faccia. È il romanzo di una generazione «perduta», al centro di un grande dramma francese ed europeo. Non descrive il conflitto, non esibisce i morti; racconta le scorribande parigine dei tre soldati, alla ricerca di vecchi amici, di nuovi amori, di una rissa o anche solo della consolazione di una ubriacatura. Eppure i loro tristi vagabondaggi in una città – stupendamente dipinta – che finge di non vederli restituiscono gli orrori di questo ultimo conflitto coloniale meglio di quanto farebbe la più cruenta delle descrizioni: con la forza di un pensiero costante e ossessivo. E per noi, che leggiamo il libro ora, questi tre giovani consapevoli di un destino ineludibile evocano in modo struggente un mondo, un’epoca, le sue atmosfere. Un romanzo riproposto da numerosi editori internazionali, che sa esercitare oggi, forse ancora più che un tempo, la sua singolare magia.

Daniel Anselme, nato nel 1927, fu partigiano della Resistenza francese. In seguito lavorò come giornalista e fu personaggio noto nei caffè della Rive Gauche. Fermo oppositore della guerra in Algeria, affrontò l’argomento nel sul primo romanzo, La licenza (1957). Pubblicò un secondo romanzo nel 1964 e un resoconto semi-autobiografico delle sue esperienze di guerra nel 1984. Morì cinque anni dopo a Parigi.

Titolo: La linea del meridiano
Autore:
Lorenzo Silva
Editore: Guanda
Pagine: 352
Anno di pubblicazione: 2014 

Prezzo copertina: 18,50 €

Stavolta per il brigadiere Bevilacqua non si tratta di una vittima qualunque. L’uomo che viene trovato impiccato sotto un ponte dopo aver subito umilianti torture è il sottotenente Robles, un tempo amico di Vila, suo maestro e mentore: l’uomo che gli ha insegnato tutto. Insieme all’inseparabile sergente Virginia Chamorro, sempre più efficiente e sicura di sé, e al novellino Arnau, Bevilacqua si trova tra le mani un caso che lo porta dalla consueta Madrid alla Barcellona del suo passato professionale e sentimentale, una città dove è stato immensamente felice e poi terribilmente triste. Ben presto appare evidente che Robles, per arrotondare la magra pensione pubblica, aveva accettato di lavorare per un’agenzia di sicurezza privata dietro cui si nascondevano traffici poco chiari, con implicazioni che svelano un mondo di corruzione e malaffare, di sfruttamento della prostituzione e di spaccio di droga, che coinvolge anche vari membri della Guardia Civil. Così, sullo sfondo livido di una Spagna travolta dalla crisi, Vila arriverà alla resa dei conti con la memoria e dovrà aprirsi con l’inossidabile Chamorro, insospettita dalle sue reticenze. E la loro indagine, mai tanto circostanziata, si chiuderà con un inaspettato colpo di scena. Oltre che con l’addio di Vila a un grande amore. La linea del meridiano di Greenwich, che i protagonisti attraversano nel loro viaggio e che separa est e ovest del Paese, segna metaforicamente la frontiera spesso labile tra bene e male, tra passato e presente, che tutti ci portiamo dentro.

Lorenzo Silva, nato a Madrid nel 1966, è autore di numerosi libri. Ha vinto il Premio Ojo Crítico 1998, il Premio Nadal 2000, il Premio Primavera 2004, il Premio Algaba 2010 e il Premio Planeta 2012. La coppia di investigatori Bevilacqua e Chamorro è protagonista di sette romanzi. Tra gli altri titoli dell’autore ricordiamo La flaqueza del bolchevique, El nombre de los nuestros e Carta blanca.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO