30 maggio 2014

Avrà l'odore delle cose nuove; Bellezza mortale e altre novità Leone in libreria da maggio

Titolo: Avrà l'odore delle cose nuove  
Autore: Francesco Vecchi
Editore: Leone
Pagine: 220
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 13,00 €


In una Londra famelica, Giovanni Carrera è in procinto di diventare partner di una grande società di consulenza quando viene raggiunto dalla notizia della morte di Roberto Kovac, suo migliore amico. Ritorna a Milano per il funerale e qui, nella cassetta della posta del suo vecchio appartamento, trova una lettera dai toni ambigui che l'amico gli ha spedito qualche giorno prima di morire. È una traccia incompiuta, resa ancora più misteriosa dalle pagine del diario di appunti lasciato dallo scrittore. Che cosa stava cercando l'amico, prima di morire? Quale verità stava inseguendo? E perché ha deciso di coinvolgerlo con una lettera?
Tra le piogge immobili e le nebbie sottili della sua città d'origine, Giovanni è costretto a riaprire un passato archiviato troppo in fretta e accettare il ritorno di un amore che pensava esaurito e senza conseguenze. Anche la carriera londinese di Giovanni ne uscirà irrimediabilmente compromessa, ma a ripagarlo del sacrificio, sarà, forse, il senso di compiutezza e una ritrovata linearità col passato che gli assegnerà un nuovo ruolo, ancora più importante.

Francesco Vecchi vive a Milano, dove è nato nel 1982 e dove si è laureato all’università Bocconi in Discipline Economiche e Sociali, lavora a Mediaset. A 16 anni ha vinto la prima edizione del Premio letterario Sofia, aperto a tutti gli studenti dei licei milanesi con il racconto Matrioska,. È stato autore di alcune rubriche settimanali per la trasmissione televisiva “Controcampo”, quali Le Pagelle e La Scheda ed è autore della rubrica settimanale Ci piace per la trasmissione Sportmediaset XXL. Per Mediaset ha seguito come inviato i Campionati Mondiali di Calcio in Sudafrica nel 2010 e i Campionati Europei in Polonia e Ucraina nel 2012. È stato inviato alla finale di Champions League del 2010, del 2011 e del 2012. Dal 2013 è conduttore del programma di attualità Check Point su TgCom24.

Titolo: Bellezza mortale  
Autore: Gabriella Lord
Editore: Leone
Pagine: 320
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 14,00 €


Gemma Lincoln torna al suo lavoro di investigatrice privata dopo un periodo di pausa dovuto alla nascita del figlio. Nonostante il rientro al lavoro dovesse essere graduale, gli eventi la travolgono. Due misteriosi omicidi, cui se ne aggiungono altri, sparizioni, una nuova cliente e i problemi professionali dell’ex-compagno fanno in realtà parte dello stesso puzzle. Giovani e bellissime donne vengono trovate morte con il volto sfigurato e il bacino distrutto; una giornalista che indaga su una nuova terapia di chirurgia estetica viene assassinata, avvenenti ragazze rivelano di essere state aggredite da un vampiro. Tra sospetti, appostamenti, cure genitoriali e incomprensioni di coppia, Gemma Lincoln intuisce che i delitti portano tutti a un unico punto: un centro estetico. Indagando su trapianti di tessuti e studi sul DNA, la protagonista scopre che le giovani vittime vengono scelte per prestare il proprio volto e la propria bellezza a ricche signore in cerca di una nuova giovinezza. Giustizia verrà fatta. 

Gabrielle Lord è considerata una delle più importanti scrittrici australiane. I suoi thriller psicologici sono arricchiti da una conoscenza dettagliata delle procedure forensi. Dai suoi romanzi, vincitori di numerosi premi e pubblicati in quattordici Paesi, sono tratte alcune serie televisive di successo.

Titolo: Il capitano della Stella Polare  
Autore: Sir Arthur Conan Doyle  
Editore: Leone
Pagine: 96
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 6,00 €


Il medico di bordo della nave baleniera Stella Polare riporta nel suo diario l'avventura del capitano Craigie e del suo equipaggio che all'inizio di un inverno artico rischiano di rimanere intrappolati dai ghiacci e preda di una misteriosa entità.
In una brevissima storia di delirio e terrore il giovane dottore assiste alla scomparsa del capitano e alla manifestazione dello spirito che da tempo spaventa gli uomini. 

Sir Arthur Conan Doyle (Edimburgo, 22 maggio 1859 – Crowborough, 7 luglio 1930) fu uno scrittore, medico e poeta scozzese considerato, insieme ad Edgar Allan Poe, il fondatore di due generi letterari: il giallo e il fantastico. In particolare, Doyle è il capostipite del sottogenere noto come «giallo deduttivo», reso famoso dal personaggio dell'investigatore Sherlock Holmes; la produzione dello scrittore, tuttavia, spazia dal romanzo d'avventura alla fantascienza, dal soprannaturale ai temi storici.

Titolo: La badessa di Castro  
Autore: Stendhal
Editore: Leone
Pagine: 128
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 9,00 €


Il XVI secolo è stato un tempo di arte e di guerre, di briganti e d'amore: amore puro, come quello tra Elena di Campireali, ragazza di origini illustri, e Giulio Branciforte, soldato di ventura. La famiglia di Elena fa di tutto per contrastare il loro idillio, arrivando persino a tendere un agguato a Giulio, finché il giovane, per aver ucciso in battaglia il fratello di Elena, deve fuggire sotto mentite spoglie nelle Fiandre. Elena, convinta con l'inganno che l'amato non provi più nulla per lei, diventa badessa del convento di Castro e intreccia una relazione con il vescovo. I due vengono però scoperti: condannata al carcere a vita, Elena potrebbe salvarsi grazie all'intervento della madre, ma venuta a conoscenza dell'amore mai spento di Giulio e del suo ritorno preferisce darsi la morte, vittima dei sensi di colpa.

MARIE-HENRI BEYLE, universalmente noto come STENDHAL (Grenoble, 23 gennaio 1783 – Parigi, 23 marzo 1842), è stato uno scrittore francese. Amante dell’arte e appassionato dell’Italia, dove visse a lungo, all’inizio della sua carriera è stato autore di molte pubblicazioni che avevano come oggetto la cultura italiana. I suoi romanzi di formazione Il rosso e il nero (1830), La Certosa di Parma (1839) e l’incompiuto Lucien Leuwen, scritti in una prosa essenziale che ricerca la verità psicologica dei personaggi, fanno di Stendhal, con Balzac, Hugo, Flaubert, Maupassant e Zola uno dei maggiori rappresentanti del romanzo francese del XIX secolo.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...