20 giugno 2014

Per tutti gli sbagli; Robopocalypse e altre novità Rizzoli in libreria da giugno

Titolo: Voli acrobatici e pattini a rotelle
Autore: Fannie Flagg
Editore: Rizzoli
Pagine: 396
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 18,50 €


La signora Sookie Poole di Point Clear, Alabama, ha appena accompagnato all’altare l’ultima delle sue figlie e si prepara a godersi un po’ di meritato riposo. Certo, c’è ancora l’anziana madre Lenore Simmons Krackenberry, con qualche momento di follia di troppo, da dover gestire, ma la vita sembra finalmente in discesa. Finché, un giorno, Sookie viene inaspettatamente a sapere qualcosa che mette in discussione tutto ciò che pensava di conoscere di se stessa, della sua famiglia e del suo futuro. Inizia così un viaggio di scoperta che la porta in California, nel Midwest, e persino indietro nel tempo, precisamente negli anni Quaranta, quando un’irrefrenabile donna di nome Fritzi rileva assieme alle sorelle la stazione di servizio del padre.
La pompa di benzina gestita da sole ragazze, per di più in pattini a rotelle, riscuote un tale successo che i camionisti cominciano a modificare i loro itinerari pur di fermarsi alla leggendaria Wink’s Phillips 66. Ma questa sarà solo la prima di molte avventure in cui Fritzi, spirito libero e anticonformista, si getterà a capofitto nel corso della sua vita. E che insegneranno a Sookie che non è mai tardi per rompere gli schemi e reinventarsi davvero.

FANNIE FLAGG ha cominciato a scrivere e produrre programmi televisivi dall’età di diciannove anni. È stata inoltre attrice e sceneggiatrice per la televisione, il cinema e il teatro. Il suo primo romanzo, Hamburger e miracoli sulle rive di Shell Beach, è stato per settimane ai primi posti della classifica dei libri più venduti, e dal secondo, il bestseller mondiale Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop, è stato tratto il famoso film con Kathy Bates.

Titolo: Victus
Autore: Albert
Sánchez Piñol
Editore: Rizzoli
Pagine: 608
Anno di pubblicazione: 2014

Prezzo copertina: 20,00 €

Nell’Europa di inizio ‘700, il giovane Martí Zuviría è l’allievo prediletto del marchese di Vauban, dal quale apprende “l’arte sacra di costruire fortificazioni e quella sacrilega di distruggerle”. Sul letto di morte il suo mentore gli pone una domanda che lo tormenterà tutta la vita: qual è l’arma che in ogni circostanza consente di contrastare la superiorità militare dell’avversario? Senza mai smettere di cercare la risposta al quesito del maestro – convinto che lì si nasconda la chiave per diventare non solo un vero ingegnere della guerra, ma anche l’ingegnere della propria esistenza – Martí si ritrova a lavorare per i francesi e per gli austriaci. Sfrutta l’opportunismo e la codardia di amici e nemici e infine, allo scoppiare della guerra di successione spagnola, torna nella sua Barcellona, dove applica tutta la sua sapienza alla difesa della città. Seguendo il filo dei ricordi dell’ormai novantenne Martí ripercorriamo assieme a lui la sua vita, quella di un antieroe pusillanime e ironico che passando da una peripezia all’altra ci racconta in presa diretta vizi e virtù dei protagonisti dell’assedio: un’accozzaglia di soldati, donne, generali, briganti, prostitute, nobili e popolani che, divisi tra gesti eroici e meschinità umane, restano uniti per proteggere Barcellona.

ALBERT SÁNCHEZ PIÑOL, antropologo e scrittore, è nato a Barcellona nel 1965. È lo scrittore catalano più tradotto nel mondo. Tra i suoi libri, La pelle fredda (Feltrinelli 2005), Pagliacci e mostri (Scheiwiller 2009) e Congo inferno verde (Fazi 2011).

Titolo: Hollow City. Il ritorno dei bambini speciali di Miss Peregrine
Autore: Ramson Riggs

Editore: Rizzoli
Pagine: 432
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 19,00 €


Chi è Jacob Portman? Un ragazzo qualunque finito dentro un’avventura più grande di lui, o un predestinato, uno Speciale dai poteri prodigiosi, abilissimo investigatore dell’ombra e cacciatore di mostri terrificanti? Nessuno lo sa. L’unica cosa certa è che sembrano trascorsi secoli dal giorno in cui la misteriosa morte del nonno lo ha spinto a indagare sul suo passato, catapultandolo sull’isoletta di Cairnholm, al largo delle coste gallesi. È qui che si imbatte nella bizzarra e affascinante combriccola dei Bambini Speciali: creature dotate di poteri curiosi e irripetibili, membri superstiti di una stirpe meravigliosa, obbligati, per sfuggire alla persecuzione di un mondo ottusamente Normale, ad affidarsi alle inflessibili cure di Miss Peregrine, la donna-uccello in grado di manipolare il tempo. Ma ora che Miss Peregrine è ferita e non riesce a ritrovare le proprie sembianze umane, i Bambini Speciali e Jacob saranno costretti a vedersela da soli con coloro che minacciano di distruggerli, usurpando la loro stranezza, e dovranno abbandonare l’eterno presente in cui hanno vissuto per avventurarsi nel mondo reale. 

RANSOM RIGGS è nato in Florida e si è diplomato al Kenyon College e alla Scuola di cinema e televisione della University of Southern California. Vive a Los Angeles, dove gira cortometraggi, scrive libri e tiene un blog (www.ransomriggs.com). È anche fotografo, soprattutto di viaggio, e collezionista di foto.

Titolo: Robopocalypse
Autore: Daniel H. Wilson

Editore: Rizzoli
Pagine: 432
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 19,00 €


È un giorno qualunque, in un futuro prossimo, quando la tecnologia comincia a dare segni di malfunzionamento. Poi sembra come organizzarsi verso un obiettivo comune. Il “deus ex machina” è Archos: una potentissima ed evoluta intelligenza artificiale che, con le sembianze di un ragazzino timido, si connette con i suoi simili e diventa inarrestabile. Prende il controllo della rete elettrica, dei trasporti, delle telecomunicazioni e degli arsenali militari: l’intera robotica creata per semplificare la vita dell’uomo non è più nelle sue mani. All’inizio sembrano solo errori di sistema più o meno gravi: Laura Perez, madre single, si accorge che la bambola “intelligente” della figlia è diventata minacciosa; Takeo Nomura, uno scienziato giapponese solitario, viene aggredito dal suo robot femmina, unica compagna di una vita da scapolo; Paul Blanton, un marine di stanza in Afghanistan, vede un’unità per la sicurezza e la pacificazione compiere atti terribili; un nerd di Londra si trova suo malgrado ad hackerare una rete protetta e diventa vittima di un’entità spaventosa. Poi, d’improvviso, la situazione precipita. Scocca l’Ora Zero, la sovversione dell’ordine costituito. La guerra dei robot ha inizio e il trionfo di Archos sembra inevitabile: l’umanità sarà decimata. Ma forse, per la prima volta nella storia, unita per sopravvivere. 

DANIEL H. WILSON ha conseguito un dottorato di ricerca in robotica alla Carnegie Mellon University. Vive a Portland, in Oregon, con la moglie e la figlia.

Titolo: La lunga strada per tornare a casa
Autore: Saroo Brierley

Editore: Fabbri
Pagine: 350
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 16,00 €


Immagina di avere cinque anni, di conoscere a malapena il tuo nome e di non essere mai andato oltre i confini del piccolo villaggio in cui vivi. Immagina di salire per sbaglio su un treno e che all’improvviso le porte si chiudano. Immagina di viaggiare per un tempo che sembra infinito e, alla fine del viaggio, di ritrovarti catapultato nella più povera, caotica e pericolosa metropoli del mondo, Calcutta. Ora, devi fare una cosa sola: sopravvivere. Sembra un film, invece è la storia vera di Saroo. E ciò che la rende ancora più straordinaria è quello che è successo venticinque anni più tardi, quando Saroo, cresciuto in Australia da una famiglia adottiva, decide di provare a rintracciare sua madre e i suoi fratelli. Non sa il nome del suo villaggio, ma si ricorda perfettamente una cisterna, un piccolo ponte e il fiume in cui andava a fare il bagno. E passa tutte le sue serate, con pazienza e determinazione infinite, a esaminare attraverso Google Earth ogni linea ferroviaria indiana, fino a trovare un luogo familiare. Ma per scoprire se quell’immagine sfocata è veramente la sua casa c’è un solo modo. Andarci di persona. 

SAROO BRIERLEY vive a Hobart, in Australia, con la sua famiglia adottiva. Dopo anni passati a scrutare ogni singolo villaggio indiano con Google Earth, ha finalmente ritrovato la sua famiglia d’origine. Di lui hanno già parlato i giornali e le tv di tutto il mondo e la sua storia diventerà presto un film.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...