venerdì 18 luglio 2014

Recensione: ABYSS di Simone Regazzoni

Titolo: Abyss
Autore: Simone Regazzoni
Editore: Longanesi
Pagine: 400
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 14,90 €

Michael Price, giovane professore di filosofia, dopo la pubblicazione del libro Le dottrine segrete di Platone, testo non apprezzato dalla comunità accademica, viene reclutato dall'NSA (National Security Agency) per studiare alcuni papiri scritti dallo stesso Platone, che dimostrano la veridicità della sua teoria. Tuttavia l'obiettivo di Michael diventa quello di individuare il collegamento tra le dottrine segrete di Platone e il QR (Quarto Reich), un'organizzazione segreta neonazista che sta organizzando un attacco globale per distruggere il mondo.


Da un momento all'altro però, Michael si trova ad essere ricercato dalla stessa NSA, che lo considera il capo di QR, e la sua ragazza, Alex, sparisce nel nulla. Costretto a fuggire, Michael può contare solo sull'aiuto del suo fedele amico hacker Eddie e su quello della bella Beatrix, una ex Navy Seal congedata con disonore. Insieme a quest'ultima inizierà un lungo viaggio alla ricerca della verità che lo porterà fino alle viscere della Terra, dove si nasconde l'origine di tutto...

Ispirato in qualche modo al celebre romanzo di Jules Verne Viaggio al centro della terra, Abyss è un thriller fantascientifico che mescola egittologia, filosofia, occultismo, neonazismo ed elementi fantasy. Regazzoni dunque mette tanta carne sul fuoco e si rivela abbastanza abile nella gestione della storia, costruendo un buon mix tra azione (con sparatorie, inseguimenti, esplosioni e colpi di scena) e spiegazioni filo-scientifiche, forse un po' troppo prolisse in riferimento alle dottrine segrete di Platone.

Il ritmo tuttavia si mantiene sempre elevato e il romanzo si legge velocemente, anche grazie ad una scrittura fluida, scorrevole. Inoltre le numerose citazioni e una certa ironia di fondo contribuiscono a rendere piacevole la lettura. Tra gli aspetti che mi hanno convinto di meno, un finale fin troppo frettoloso e personaggi abbastanza stereotipati. Detto questo, Simone Regazzoni dimostra una buona capacità narrativa e una certa predisposizione per il genere, collocandosi a metà strada tra Michael Crichton e James Rollins. Una lettura consigliata per gli amanti dell'avventura alla ricerca di un romanzo da leggere comodamente in spiaggia.
 
L'AUTORE 
Simone Regazzoni è nato a Genova nel 1975. È appassionato di serie tv americane, blockbuster hollywoodiani e anime giapponesi. È professore a contratto di Estetica presso l’Università di Pavia. Ha pubblicato diversi saggi tra cui La filosofia di Lost (2009) e, come coautore, La filosofia del dr. House (2007). Tra i suoi progetti futuri c’è l’acquisto di una Chevrolet Camaro RS/SS 396 del 1968. 

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

3 commenti:

  1. a me i personaggi sono parsi meno stereotipati di quanto si potrebbe pensare: è vero che ci sono molti clichè (voluti) ma persone simili a Beatrix, Michael e Cox possono esistere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se possono esistere nella realtà quotidiana non so, in quella del romanzo sicuramente si. Alla fine la mia non era una critica, ma un invito a lavorare ancora di più sui personaggi.

      Elimina
    2. bè suppongo che lo farà.
      comunque magari nei navy seals le donne non sono molte ma una come beatrix potrebbe esserci

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO