sabato 17 gennaio 2015

American Sniper; Si accettano miracoli; Come ammazzare il capo 2; The Water Diviner; Exodus - Dei e Re; La teoria del tutto: opinioni sui film nelle sale

Si accettano miracoli è la nuova commedia diretta e interpretata da Alessandro Siani. Il copione è piuttosto scadente e il film si regge esclusivamente sulle spalle di Siani, che grazie alla sua napoletanità e a quel modo di fare ispirato al grande Troisi, riesce sempre a strappare qualche risata. Mentre gli altri personaggi si limitano al ruolo di contorno. La storia è prevedibile dall'inizio alla fine, e molte situazioni "di paese" risultano lontane dalla realtà. In definitiva un film guardabile, ma nulla più.

American Sniper, tratto dall'omonima autobiografia di Chris Kyle, ci racconta la vita del cecchino più letale della storia degli Stati Uniti. Il nuovo film di Clint Eastwood, candidato a 8 premi Oscar, tiene lo spettatore incollato dall'inizio alla fine, alternando scene d'azione estremamente realistiche a momenti di grande commozione, principalmente legate al difficile rapporto tra Chris e la moglie Taya. Un biopic che va oltre la figura di Chris Kyle, perfettamente interpretato da Bradley Cooper, facendo emergere tutte le contraddizioni e le atrocità della guerra combattuta in Iraq dopo l'11 settembre. Così come le sofferenze psicologiche dei soldati esposti ad una tensione insostenibile. Un film duro, drammatico, agghiacciante per molti aspetti, e allo stesso tempo estremamente commovente. Tra i migliori della stagione, assolutamente da non perdere!

Come ammazzare il capo 2 è il sequel del film Come ammazzare il capo e vivere felici, in cui ritroviamo i tre simpatici protagonisti, Kurt (Jason Sudeikis), Nick (Jason Bateman) e Dale (Charlie Day), che dopo essersi "liberati" dei capi vogliono avviare una propria impresa. Le cose però si mettono subito male a causa di uno spietato magnate, Burt Hanson (Christoph Waltz), e i tre sono costretti ad inscenare un rapimento, con la complicità del figlio di Burt, per pagare i debiti; un'impresa lontana dalle loro possibilità! Come ammazzare il capo 2, anche se non raggiunge il livello del primo, si rivela un film divertente, grazie soprattutto all'affiatamento tra i tre attori protagonisti, ben spalleggiati da nomi di altissimo profilo: Jennifer Aniston, Christoph Waltz, Kevin Spacey, Chris Pine e Jamie Foxx. Una commedia simpatica, divertente, da vedere per farsi quattro risate e passare una serata di assoluta spensieratezza.

The Water Diviner, tratto dall'omonimo romanzo di Andrew Anastasios e Meaghan Wilson-Anastasios, segna l'esordio alla regia di Russel Crowe. Il film, ambientato quattro anni dopo la devastante battaglia di Gallipoli, in Turchia, durante la Prima Guerra Mondiale, racconta la storia di un agricoltore australiano che, dopo la morte della moglie, decide di andare a Gallipoli per cercare e riportare a casa i propri figli. Crowe sceglie una forma di narrazione classica e punta molto sulla fotografia. La storia naturalmente risulta commovente e pone in risalto da una parte gli orrori della guerra, dall'altro l'amore incondizionato di un padre verso i propri figli. Buona l'interpretazione di tutto il cast, a partire dallo stesso Crowe. Un film da vedere; consigliato principalmente per gli amanti delle storie drammatiche.

Exodus - Dei e Re rappresenta l'ennesima versione dell'avventura biblica di Mosè, che sfidò il faraone egizio e riuscì a liberare il popolo ebraico dalla schiavitù. Da un punto di vista visivo, il nuovo film di Ridley Scott regala uno spettacolo di prim'ordine, anche grazie all'uso del 3D, ma gli aspetti positivi finiscono qui. Christian Bale infatti sembra poco adatto al ruolo e non riesce a creare empatia con lo spettatore. Così come il film non riesce a suscitare emozioni e alla fine, dato che la storia è arcinota, risulta anche noioso. Un film dunque di cui si poteva fare tranquillamente a meno.

Candidato a 5 premi Oscar, La teoria del tutto rientra tra i film imperdibili della stagione. Tratto dal libro Verso l'infinito. La vera storia di Jane e Stephen Hawking in «La teoria del tutto» di Jane Hawking, il film racconta la drammatica storia di Stephen Hawking che a soli 21 anni fu colpito dalla malattia del motoneurone, che lo costrinse all'immobilità. Tuttavia grazie all'amore di Jane, ragazza conosciuta durante l'università, Stephen riuscirà a superare le difficili prove della vita e diventerà uno dei fisici più importanti del mondo, noto soprattutto per i suoi studi sui buchi neri e l'origine dell'universo. Al di là delle valutazioni scientifiche, il film di James Marsh funziona soprattutto per la capacità di suscitare emozioni nello spettatore, grazie alla straordinaria prova attoriale di Eddie Redmayne e Felicity Jones, entrambi favoriti  nella corsa agli Oscar. Una storia drammatica che si trasforma in un inno alla vita attraverso la forza dell'amore. Un film imperdibile, per tutti.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO