23 maggio 2015

Come un film francese; Kruso: novità Del Vecchio in libreria dal 27 maggio

Titolo: Come un film francese
Autore:
Roberto Saporito
Editore: Del Vecchio
Pagine: 144
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 14,00


Cosa ci fanno e come ci sono finiti uno scrittore squattrinato, paranoico e leggermente sociopatico, e una diciassettenne problematica e fuori controllo, in un pomeriggio estivo a Pere Lachaise, davanti alla tomba di Marcel Proust? Lui è uno scrittore, da tre anni caduto in una crisi creativa, che, con all’attivo cinque romanzi, molti premi e pochi soldi, si trova a essere, a più o meno quarant’anni, assunto all’università come docente di scrittura creativa. Lei è Lea, che, vittima d’abusi da parte del patrigno ne ha causato la morte restando impunita e che, sotto l’effetto stupefacente, non solo della droga, ma soprattutto dell’impunità, della violenza e dell’illusione di una libertà “on the road”, si imbarca in uno spericolato viaggio alla volta di Parigi.
Passando da una prima parte “introspettiva”, ironica e autoironica, a una seconda più cinematografica e incalzante, per arrivare infine a un epilogo spiazzante, Come in un film francese è un romanzo breve, originale ed elegante. Tutto, dalle scuole di scrittura in Italia, all’atteggiamento verso la letteratura e il mondo dell’editoria, ai clichè sull’artista e sulla “gioventù creativa”, ai rampolli viziati della società bene, è raccontato su un piano nel quale il sogno e la finzione letteraria si intrecciano con il reale, a restituire una sottile atmosfera di ironica decadenza di un ambiente culturale, che non è solo quello di una classe privilegiata, ma di un’epoca tutta.

Roberto Saporito, classe 1962, nato ad Alba (CN). Ha studiato giornalismo, collaborato con alcune riviste e giornali occupandosi di arte contemporanea, e ha diretto una galleria d’arte contemporanea dal 1988 al 1996. Ha pubblicato raccolte di racconti, tra le quali Harley–Davidson Racconti e Generazione di perplessi, e romanzi, tra i quali Anche i lupi mannari fanno surf e Il caso editoriale dell’anno. Le sue opere sono state pubblicate in antologie e su innumerevoli riviste letterarie. È membro del comitato scientifico del festival letterario Letture Corsare di Alba.

Titolo: Kruso
Autore:
Lutz Seiler
Editore: Del Vecchio
Pagine: 608
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina: 18,00 €

È il 1989, le due Germanie sono ancora divise. Ed, studente di letteratura a Berlino, riordina con cura la sua stanza e parte per raggiungere Hiddensee, quell’isola leggendaria che, si dice, è fuori dal tempo e “lontana dai titoli dei giornali”. Dopo alcuni avventurosi giorni a vagare sull’isola trova impiego e alloggio come sbucciatore di cipolle alla locanda L’eremita. Una notte, incuriosito dai rumori, Ed sgattaiola fuori dalla sua stanza e si trova immerso in una singolare atmosfera da sabba notturno. Che accade quando l’oscurità cala sulla locanda? E chi è questo “Crusoe” di cui tutti parlano? Il giorno dopo Ed incontra Alexander Krusowitsch – è lui, Kruso, uno strano russo–tedesco dalla pelle e i tratti di un sudamericano, maestro di cerimonie e padrino dell’isola, che inizia Ed ai rituali dei lavoratori stagionali e alle regole che governano le loro notti. Il cuore segreto della confraternita di Kruso è l’utopia che promette a ognuna delle anime naufragate del Paese (e della vita) alle Radici della Libertà. Ma gli eventi dell’autunno del 1989 non mancano di sconvolgere la vita sull’isola.

Lutz Seiler è nato nel 1963 a Gera, un paesino della Germania Est ormai scomparso. Poeta attento e innovativo, è uno dei maggiori scrittori della Germania contemporanea, autore di eccezionali essays, intense raccolte poetiche (un’antologia delle quali è tradotta e pubblicata in Italia da Del Vecchio Editore, con il titolo La domenica pensavo a Dio), e di un volume di racconti premiato dalla critica tedesca con il Premio Fontane e il Deutscher Erzaehlerpreis, il premio per i narratori tedeschi. Insignito di numerosi premi sia per le sue opere sia narrative che poetiche, con Kruso ha ottenuto il Premio Uwe Johnson e il Buchpreis 2014, il prestigioso premio dei librai tedeschi.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...