giovedì 17 settembre 2015

Recensione: LA CITTA' DI GHIACCIO di James Rollins

Titolo: La città di ghiaccio
Autore: James Rollins
Editore: Nord
Pagine: 440
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 18,60 €

 

Monte Erebus, Antartide. Nelle profondità del vulcano, all'interno di una serie di grotte scavate nel ghiaccio, vengono rinvenute delle abitazioni primitive e un antico idolo scolpito nel diamante, probabilmente risalenti ad una civiltà preistorica sconosciuta. Dopo aver perso la prima spedizione, sparita nel nulla, il dottor Blakely decide di formare un secondo gruppo di esperti, capeggiati dalla professoressa Ashley Carter, paleoantropologa e archeologa che, ignara del pericolo, decide di portare con sé il figlio Jason.

Monte Erebus (Antartide)

Alla spedizione prendono parte anche l'affascinante biologa Linda Furstenburg; il misterioso geologo Khalid Najmon; il coraggioso speleologo Benjamin Brust; il maggiore Michaelson e altri due militari incaricati di proteggere la squadra. Chi ha costruito quelle dimore e scolpito i manufatti? Dove si trova adesso? Che fine hanno fatto i componenti dell'altra squadra? Per trovare le risposte, il gruppo inizia una lunga discesa nel labirinto di tunnel e grotte, scoprendo un ecosistema a dir poco meraviglioso, ma anche cose orribili che finiscono per trasformare la semplice esplorazione in una vera e propria lotta per la sopravvivenza...
 
Sritto nel 1999, La città di ghiaccio (Subterranean) è il romanzo d'esordio di James Rollins, anche se in Italia viene pubblicato solo adesso. Come per la maggior parte delle sue opere, Rollins mescola conoscenze biologiche, antropologiche, archeologiche, paleontologiche, speleologiche e geologiche, per costruire un "mondo" fantastico e arcano che solo le accurate descrizioni rendono reale. La grande qualità di questo scrittore infatti, già evidente in questo romanzo d'esordio, è quella di riuscire a coinvolgere il lettore e farlo immedesimare nei protagonisti delle sue avventure.

Il romanzo parte come un "classico" viaggio al centro della terra e pian piano i personaggi vengono risucchiati in un vortice di orrore, mistero e avventura, entrando in contatto con animali letali, paesaggi surreali e una civiltà millenaria pronta a combattere per salvaguardare la propria esistenza. Le diverse sottotrame sono gestite con grande abilità dall'autore e il ritmo cresce con lo scorrere delle pagine, fino a culminare in un epilogo ad alta tensione.

Un romanzo imperdibile per chi ama l'avventura, nonché per tutti i fan di Rollins.

L'AUTORE
James Rollins è stato per vari anni un apprezzato veterinario ma, a un certo punto della sua vita, ha deciso di anteporre al lavoro le sue tre grandi passioni: la speleologia, le immersioni subacquee e, soprattutto, la scrittura. Fin dal suo esordio, si è segnalato come una delle voci più nuove e convincenti nel campo del romanzo d’avventura; grazie a La mappa di pietra, L’ordine del sole nero, Il marchio di Giuda e La città sepolta, ha raggiunto un meritatissimo successo di pubblico e di critica. Vive a Sacramento, California.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO