venerdì 10 giugno 2016

Libri che diventano film: seconda parte del 2016

Premettendo che il post verrà aggiornato spesso e che le date indicate potrebbero subire delle variazione, si parte il 13 luglio con Cell, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Stephen King (Sperling & Kupfer). Siamo a Boston in un luminoso pomeriggio di sole, la gente passeggia nel parco, gli aerei atterrano quasi in orario. Per Clayton Riddell (John Cusack) è il più bel giorno della sua vita. In quel
preciso istante, il mondo finisce. A milioni, quelli che hanno un cellulare all'orecchio impazziscono improvvisamente, regredendo allo stadio di belve feroci. In un attimo, un misterioso impulso irradiato attraverso gli apparecchi distrugge il cervello, azzerando la mente, la personalità, migliaia di anni di evoluzione. In poche ore, la civiltà è annientata, l'homo sapiens non è mai esistito, lasciando al suo posto un branco di sanguinari subumani privi della parola. Ma questo è solo l'inizio... Nel cast anche Samuel L. Jackson, Isabelle Fuhrman e Stacy Keach.

 
 
Il 1 settembre arriva al cinema l'atteso Io prima di te, tratto dall'omonimo romanzo di Jojo Moyes (Mondadori). Il film narra la storia di Louisa "Lou" Clark (E. Clarke), una ragazza che vive in una tipica cittadina della campagna inglese e non sa bene cosa fare della sua vita; ha 26 anni e passa da un lavoro all'altro per aiutare la sua famiglia. Il suo inattaccabile buonumore viene però messo a dura prova quando si ritrova ad affrontare una nuova sfida lavorativa. Trova infatti lavoro come assistente di Will Traynor (S. Clafin), un giovane e ricco banchiere finito sulla sedia a rotelle per un incidente e la cui vita è cambiata radicalmente in un attimo. Lou gli dimostrerà che la vita vale ancora la pena di essere vissuta.

 
 
Stessa data per il quinto film della serie di Bourne, intitolato Jason Bourne, personaggio protagonista dei romanzo di Robert Ludlum (Rizzoli).  Matt Damon riprende il ruolo di Jason Bourne e nel cast ci saranno anche Julia Stiles, Tommy Lee Jones, Alicia Vikander e Vincent Cassell. La storia intreccerà spionaggio e politica in un mondo in cui il controllo delle informazioni dei governi e il diritto alla privacy dei singoli cittadini sono in aperto contrasto.

 
 
Sempre il 1 settembre esce La famiglia Fang, il nuovo film diretto e interpretato da Jason Bateman, tratto dall'omonimo romanzo di Kevin Wilson (Fazi). Caleb e Camilla Fang sono performer le cui creazioni scioccano il pubblico e deliziano gli appassionati d'arte. Protagonisti sin dalla più tenera età sono i loro figli, pedine fondamentali delle loro opere provocatorie spesso al limite tra il genio e la follia. A causa di queste esperienze, Annie (Nicole Kidman) e Baxter (Jason Bateman) ormai adulti si sono allontanati dai genitori, e, seppur a distanza, conducono esistenze parallele e altamente problematiche. I fratelli sono costretti a tornare a casa dai loro eccentrici genitori quando, improvvisamente, scompaiono nel nulla. La polizia teme il peggio ma Annie è convinta che si tratti di una nuova performance e che Caleb e Camilla abbiano finto la propria morte per dare vita all'ennesima, bizzarra, "opera d'arte". Mettendo insieme i pezzi del puzzle dei ricordi della loro infanzia, Annie e Baxter si mettono alla ricerca dei genitori, sperando di scoprire la verità su quanto accaduto e, magari, finire anche per ritrovare se stessi.
 
 
 
 Il 15 settembre, tratto dall'omonimo libro di Guy Lawson (Piemme), esce Trafficanti. Ispirato ad una storia vera, il film segue le vicende di due amici di Miami poco più che ventenni durante il periodo della prima Guerra in Iraq, che sfruttando un'iniziativa semisconosciuta del governo, iniziano una piccola attività relativa a contratti dell’esercito U.S.A.. Poco a poco, iniziano a vedere i frutti dei loro investimenti che li porta a vivere una vita agiata. Ben presto però i due amici si troveranno ad affrontare faccende al di sopra delle loro possibilità, un affare da 300 milioni di dollari per armare le Milizie Afghane - una mossa che li porterà in contatto con alcune persone a dir poco misteriose e che si riveleranno poi essere agenti del Governo U.S.A.. Nel cast Jonah Hill, Miles Teller, Ana de Armas, Bradley Cooper, Shaun Toub.
 
 
Il 29 settembre nuova edizione per Ben-Hur, quinto adattamento cinematografico per l'omonimo romanzo di Lewis Wallace. All'epoca della venuta di Cristo (Rodrigo Santoro), Ben-Hur (Jack Huston), erede di una nobile famiglia di Gerusalemme, incontra Messala (Toby Kebbell), amico d'infanzia, dopo qualche anno di separazione. Con amarezza Ben-Hur è costretto a rendersi conto che l'amico si è trasformato in uno spietato ufficiale, degno rappresentante di quella Roma che allora tiranneggiava popoli e regioni, compresa la Palestina. Queste sono solo le premesse da cui trae spunto la narrazione: il corso degli eventi si rivelerà infatti assai diverso da ciò che Ben-Hur pareva attendersi e in questo consiste appunto la sorpresa del romanzo e la complessità delle vicende che si intrecciano con un ritmo incalzante. Nel cast anche Morgan Freeman.

 
 
Il 13 ottobre grande attesa per Inferno, terzo film con protagonista il professore di simbologia Robert Langdon (Tom Hanks), tratto dall'omonimo romanzo di Dan Brown (Mondadori). Robert Langdon si risveglia in un ospedale di Firenze, vittima di una profonda amnesia, dopo che alcuni uomini misteriosi hanno tentato di ucciderlo e sembrano voler portare a termine il lavoro. Si affida al medico Sienna Brooks (Felicity Jones) per recuperare i suoi ricordi e svelare ancora una volta i misteri che si annidano intorno all'opera immortale di Dante, le cui immagini criptiche sembrano non voler abbandonare la mente dello studioso. Il Consortium, un'organizzazione segreta, sarà il nuovo nemico da sconfiggere. Un ritmo ricco di tensione in una battaglia tra il bene e il male che sembrano avere confini molto sottili. La regia è del premio Oscar Ron Howard. Nel cast anche Ben Foster e Omar Sy.

 
 Il 13 ottobre esce anche Lettere da Berlino, tratto dal bestseller Ognuno muore solo (Sellerio) di Hans Fallada, diretto da Vincent Pérez con Emma Thompson, Brendan Gleeson e Daniel Brühl. La storia è ambientata a Berlino nel 1940. La città è paralizzata dalla paura. Otto e Anna Quangel sono una coppia appartenente alla classe operaia che vive in un appartamento malmesso e che, come tutti, cerca di stare alla larga dai guai durante la dominazione nazista. Quando il loro unico figlio viene ucciso al fronte, la perdita spinge Otto e Anna a compiere uno straordinario atto di resistenza e rivolta. Iniziano così a diffondere per tutta la città cartoline anonime contro il regime di Hitler, con il rischio concreto di essere scoperti e giustiziati. Presto la loro campagna antinazista richiama l'attenzione dell'ispettore della Gestapo Escherich e inizia una spietata caccia all’uomo. Nella loro ribellione silenziosa ma decisa, i Quangel riescono a sfidare il regime spietato e dispotico di Hitler con la sola forza delle parole.
 
 
 
 Sempre il 13 ottobre esce Go with me tratto dal romanzo Via con me di Castle Freeman (Marcos y Marcos). La giovane e bellissima Lillian (Julia Stiles) torna a vivere nel paese in cui è nata, uno sperduto villaggio di taglialegna ai limiti della foresta e della civiltà. Poco tempo dopo il suo ritorno qualcosa inizia a non andare, qualcuno sembra avercela con lei: prima il gatto sgozzato, poi la macchina sfondata. Il crudele Blackway (Ray Liotta) sta cercando di terrorizzarla e non le dà tregua. Lo sceriffo se ne infischia. Gli unici ad aiutarla sono Lester (Anthony Hopkins) e Nate (Alexander Ludwig), un ex taglialegna e il suo giovane assistente. Le sole persone tanto coraggiose e folli da mettersi contro Blackway.

 
 
Il 20 ottobre esce il secondo film con protagonista Jack Reacher (Tom Cruise), il personaggio creato dalla scrittore Lee Child, tratto dal romanzo Punto di non ritorno (Longanesi). Jack Reacher, dalla neve e dal gelo del South Dakota si sposta in Virginia, nella sede della sua vecchia unità di quando era maggiore della polizia militare. Lo fa per conoscere di persona la donna che ha preso il suo posto, quella Susan Turner che fino a ora per lui è stata solo una voce calda e intrigante al telefono. Ma la persona che trova alla scrivania non è Susan e Reacher riceve due notizie sconvolgenti, una che ha gravi conseguenze penali e una molto, troppo personale... Di fronte a una minaccia ci sono solo due strade da percorrere: la fuga o il combattimento, e per un uomo come Reacher la scelta non si pone...  
 
 
 
Sempre il 20 ottobre, tratto dal libro capolavoro di Philip Roth (Einaudi), American Pastoral (Pastorale americana) è la storia di Seymour Levov detto "lo Svedese", un uomo che dalla vita ha avuto tutto: bellezza, carriera, soldi, una moglie ex Miss New Jersey e una bambina a lungo desiderata, ma il cui mondo pian piano va in pezzi quando la figlia ormai adolescente compie un attacco terroristico che provoca una vittima. Come è possibile che una tragedia di questo tipo sia accaduta proprio allo Svedese, la persona che per tutta la sua vita ha incarnato il Sogno Americano? Dove ha sbagliato? Diretto e interpretato da Ewan McGregor con Dakota Fanning e Jennifer Connelly.
 
 
 
 Il 3 novembre esce l'atteso adattamento cinematografico di La ragazza del treno, tratto dal bestseller di Paula Hawkins (Piemme). La storia è quella di Rachel Watson (Emily Blunt), una giovane donna che non ha superato il suo divorzio e il fatto che il suo ex si sia prontamente risposato, e che si è attaccata troppo alla bottiglia, arrivando a perdere anche il lavoro. Ciò nonostante, prende ogni mattina il treno dei pendolari come se ancora dovesse recarsi in ufficio, guardando fuori dal finestrino e fantasticando sulle cose e le persone che osserva: in particolare, la sua attenzione si fissa su una coppia che, nella sua immaginazione, ritiene perfetta. Un mattino, però, Rachel vede la lei della coppia assieme a un altro uomo, e dopo pochi giorni la ragazza sembra essere svanita nel nulla. Rachel inizierà a indagare sulla sorte di questa sconosciuta, scoprendo una verità sconcertante.
 
 
 
 Il 3 novembre è anche il turno di un film italiano: La pelle dell'orso di Marco Segato, tratto dall'omonimo libro di Matteo Righetto (Guanda). Ambientato negli anni Cinquanta, il racconto segue la storia di Domenico e di suo padre Pietro che, per sbarcare il lunario, accetta una pericolosa scommessa con il suo datore di lavoro: uccidere l'orso che minaccia il piccolo paese nelle Dolomiti dove abitano. I due partono, e un chilometro dopo l'altro la distanza che li separa, a livello umano più che geografico, si fa sempre più sottile.
 
 
 
Uscirà mercoledì 9 novembre in Italia A spasso con Bob, di Roger Spottiswoode, con Luke Treadaway e Ruta Gedmintas. Il film, tratto dall’omonimo bestseller di James Bowen (Sprling & Kupfer), racconta la storia autobiografica dello scrittore, un artista di strada protagonista di un incontro unico con Bob, un gatto rosso che gli cambierà la vita. 
 
 
 
Il 10 novembre, tratto dall'omonimo libro di Massimo Gramellini (Longanesi), esce Fai bei sogni con la regia di Marco Bellocchio. E' la storia di una difficile ricerca della verità e allo stesso tempo la paura di scoprirla. La mattina del 31 dicembre 1969, Massimo (Valerio Mastandrea), nove anni appena, trova suo padre nel corridoio sorretto da due uomini: sua madre è morta. Massimo cresce e diventa un giornalista. Dopo il rientro dalla Guerra in Bosnia dove era stato inviato dal suo giornale, incontra Elisa (Bérénice Bejo). La vicinanza di Elisa aiuterà Massimo ad affrontare la verità sulla sua infanzia ed il suo passato. 
 
 
 
 Stessa data per l'attesissimo Genius di Michael Grandage con Colin Firth, Jude Law, Nicole Kidman, Laura Linney, Guy Pearce e Dominic West, basato sulla biografia Max Perkins. L’editor dei geni di A. Scott Berg (Elliot). La pellicola è il commovente racconto della complessa amicizia e dell’evoluzione del rapporto professionale tra il celebre editor Maxwell Perkins (che scoprì F. Scott Fitzgerald ed Ernest Hemingway) e il leggendario gigante letterario Thomas Wolfe.
 
 
 
Il 17 novembre esce uno dei film più attesi dell'anno, Animali fantastici e dove trovarli, basato su Gli animali fantastici: dove trovarli di J. K. Rowling (Salani), autrice della saga di Harry Potter. La storia inizia nel 1926 con Newt Scamander (Eddie Redmayne) che ha appena terminato un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria gamma di creature magiche. Arrivato a New York per una breve pausa, pensa che tutto stia andando per il verso giusto, se non fosse per un No-Maj (termine americano per Babbano) di nome Jacob (Dan Fogler), una valigetta lasciata nel posto sbagliato, e per la fuga di alcuni degli Animali Fantastici di Newt, che potrebbero causare molti problemi sia nel mondo magico che in quello babbano. La regia è di David Yates. Nel cast anche Colin Farrell, Ezra Miller, Samantha Morton, Katherine Waterston, Ron Perlman.

 
 Stessa data per Animali notturni. Basato sul romanzo di Austin Wright Tony & Susan (Adelphi), il film viene descritto come "una storia dentro una storia", con la prima parte incentrata su una donna di nome Susan (Amy Adams) che riceve un manoscritto dal suo ex marito, con cui si era separata vent'anni prima. La seconda parte racconta la storia contenuta nel manoscritto, intitolata Nocturnal Animals, riguardante le tragiche disavventure di un uomo Tony (Jake Gyllenhaal) in vacanza con la famiglia...
 
 
 
Ancora il 17 novembre sarà la volta del film La verità negata diretto da Mick Jackson. Basato sull'omonimo libro di Deborah E. Lipstadt (Mondadori), il film racconta della battaglia legale intrapresa dall’autrice, interpretata dal premio Oscar Rachel Weisz, contro il negazionista David Irving (Timothy Spall) che negava l'Olocausto e che citò la scrittrice in giudizio per diffamazione. Il sistema legale britannico prevede in questi casi che l'onere della prova spetti all'imputato; toccò quindi a Lipstadt e al suo gruppo di avvocati guidato da Richard Rampton (Tom Wilkinson) provare una verità fondamentale, ovvero che l'Olocausto, uno degli eventi più gravi e significativi del XIX secolo, era tutt'altro che un'invenzione. 
 
 
 
  Il 1 dicembre arriva al cinema Amore e inganni, tratto dall'omonimo romanzo di Whit Stillman (Beat), una divertente riscrittura di Lady Susan di Jane Austen. Le peripezie della bella vedova Lady Susan, impegnata nel trovare un marito per se stessa e per la figlia Frederica, a lungo sofferente, al fine anche di placare i pettegolezzi su di lei che circolano nella buona società di fine Settecento.
 
 
 
 Il 24 novembre dovrebbe uscire il sequel di Io che amo solo te, intitolato La cena di Natale, tratto dal romanzo di Luca Bianchini (Mondadori). Nel cast ritroveremo Riccardo Scamarcio, Laura Chiatti, Michele Placido e Maria Pia Calzone. È la vigilia di Natale e sono tutti più romantici, più buoni, ma anche un po' più isterici. Polignano a Mare si sveglia magicamente sotto la neve che stravolge la vita del paese, dividendolo tra chi ha le gomme termiche e chi no. La più sconvolta è Matilde, che riceve quella mattina un anello con smeraldo da don Mimì, suo marito, "colpevole" di averla troppo trascurata negli ultimi tempi. Lei si esalta a tal punto da improvvisare un cenone per quella stessa sera nella loro grande casa, soprannominata il "Petruzzelli", in cui troneggia un albero di Natale alto quattro metri e risplendono le luminarie sul tetto. L'obiettivo di Matilde è sfidare davanti a tutti Ninella, la consuocera, il grande amore di gioventù di suo marito. E Ninella, che a cinquant'anni è ancora una guerriera, accetta la sfida. Quella sera, alla stessa tavola imbandita si siederanno, tra gli altri: una diciassettenne ossessionata dalla verginità (Nancy); una zia con tendenze leghiste (Dora); una coppia (Chiara e Damiano) in cui il marito forse ha messo incinte due donne, e un ragazzo gay (Orlando) che ha dovuto scrivere a mano su pergamena undici menu, in cui spicca il "supplì alla cozza tarantina" preparato con il Bimby. Tra cocktail di gamberi, regali riciclati, frecciate e risate, ne succederanno di tutti i colori. Ma ai due consuoceri, Ninella e don Mimì, importerà solo essere seduti uno accanto all'altra...
 
 
 
In uscita il 1 dicembre 2016 il film del premio Oscar Oliver Stone, Snowden, tratto dall'omonimo libro di Luke Harding (Newton Compton). Biopic su Edward Snowden, il tecnico informatico della NSA che ha sottratto e diffuso tramite i più importanti quotidiani del mondo, informazioni riservate sulle attività illegali di intercettazione e controllo dei cittatdini americani e non da parte delle agenzie di intelligence statunitensi. Nel cast: Joseph Gordon-Levitt, Nicolas Cage, Shailene Woodley, Scott Eastwood, Timothy Olyphant, Zachary Quinto, Tom Wilkinson, Melissa Leo, Rhys Ifans, Ben Schnetzer, Jaymes Butler.
 
 
 Sempre il 1 dicembre grande attesa per Sully, il nuovo film diretto da Clint Eastwood e interpretato dal due volte premio Oscar Tom Hanks. Tratto dall'autobiografia di Chesley B. Sullenberger (HarperCollins Italia), il film è dedicato alla figura del pilota di linea "Sully" Sullenberger, colui che il 15 gennaio 2009 compì il celeberrimo "Miracolo sull'Hudson" facendo atterrare il suo aereo sul fiume in seguito a un'avaria dei motori. Sullenberger riuscì a salvare la vita di tutte le 155 persone a bordo.
 
 
 
Ancora il 1 tocca al film d'animazione La mia vita da zucchina, tratto dal libro Autobiografia di una zucchina di Gilles Paris (Piemme). Protagonista è un bambino di 9 anni soprannominato Zucchina, che dopo la scomparsa della madre viene mandato a vivere in una casa famiglia: grazie all’amicizia di un gruppo di coetanei, tra cui spicca la dolce Camille, riuscirà a superare ogni difficoltà, abbracciando infine una nuova vita. 
 
<  
 
  Tra le uscite italiane del 1 abbiamo L'amore rubato, tratto dall'omonimo libro di Dacia Maraini (Rizzoli), con Elena Sofia Ricci, Stefania Rocca, Gabriella Pession, Chiara Mastalli, Francesco Montanari, Alessandro Preziosi e tanti altri. Il film intreccia le storie di 5 donne diverse tra loro, per età e estrazione sociale, ma accomunate dall'esperienza di un amore violento, morboso, che fa male. Storie ispirate a reali fatti di cronaca, che affondano nel quotidiano e che si intrecciano per dare vita a un unico grande affresco. Rompere il silenzio è difficile: perché la violenza è muta, perché si nasconde dietro la normalità, perché è ancora un tabù.
 
 
 L'altro film italiano è La stoffa dei sogni. Liberamente ispirato a L'Arte della commedia di Eduardo De Filippo e alla sua traduzione de La Tempesta di Shakespeare (Garzanti), La stoffa dei sogni tratteggia quell'umanità specchio della realtà universale di cui lo stesso Eduardo vestiva i suoi personaggi, le loro azioni e gesti, dotati della simbolicità propria del teatro che avvolge e coinvolge il pubblico fino a farlo diventare parte integrante della scena. Come in una stoffa, s'intrecciano le trame e i fili dei destini. Camorristi in fuga e attori in cerca di riconoscimento si ritrovano dopo un naufragio su un'isola-carcere e si mescolano. Sotto lo sguardo indagatore del Direttore del carcere che ha imposto ai naufraghi la messa in scena de La tempesta convinto di smascherare i camorristi/naufraghi; all'amore tra l’inquieta figlia del Direttore e il figlio del boss, alla figura dolorosa di Calibano unico abitante superstite di un’isola "occupata" dal carcere, per assonanze e similitudini con il testo shakespeariano, procede la vicenda umana dei personaggi, nella sottile linea che divide il vero dal verosimile nel palcoscenico della vita. Il teatro diventerà la zona franca in cui ciascuno potrà ritrovare se non il proprio ruolo sociale, la propria umanità. Qualcuno anche l’amore. Shakespeare e Eduardo De Filippo si fondono in una commedia picaresca piena di colpi di scena.
 
 
 
Il 15 dicembre esce il nuovo film di Tim Burton dal titolo La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, tratto dall'omonimo romanzo di Ransom Riggs (Rizzoli). Quando l'amato nonno lascia a Jake indizi su un mistero che attraversa mondi e tempi alternativi, il ragazzo si ritroverà in un luogo magico noto come La casa per bambini speciali di Miss Peregrine. Ma il mistero si infittisce quando Jake conoscerà gli abitanti della casa, i loro poteri speciali e i loro potenti nemici. Alla fine scoprirà che solo la sua "peculiarità" potrà salvare i suoi nuovi amici. Nel cast Eva Green, Asa Butterfield, Samuel L. Jackson, Ella Purnell, Chris O'Dowd, Allison Janney, Terence Stamp e Judi Dench.


Il 22 dicembre esce Lion - La strada verso casa, tratto dal romanzo autobiografico La lunga strada per tornare a casa di Saroo Brierley (Fabbri). La pellicola, basata sulla storia vera di un bambino che viene separato dalla sua famiglia e da adulto va in cerca dei suoi familiari con l'aiuto di Google Earth, vede come protagonisti Dev Patel, Nicole Kidman, Rooney Mara e David Wenham.

 
 
 Stessa data per Florence, tratto dall'omonimo libro di Nicholas Martin e Jasper Rees (Piemme). Ambientato nella New York degli anni 40 del Novecento, Florence racconta la vera storia della leggendaria ereditiera (Meryl Streep) che cercò disperatamente di realizzare il suo sogno di diventare una gande cantante. La voce che sentiva nella sua testa era bellissima, ma per tutti gli altri era orrenda. Suo "marito" e manager, St. Clair Bayfield (Hugh Grant), un attore inglese di origini aristocratiche, fece di tutto per nascondere la dura verità alla sua amata. Ma quando Florence decise di esibirsi in un concerto pubblico alla Carnegie Hall, St. Clair si trovò a fronteggiare la sfida più grande della sua vita.
 
 
 
PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO