26 gennaio 2019

Il gusto di uccidere; Codice Kingfisher; In tutto c'è stata bellezza: novità in libreria dal 31 gennaio

Titolo: Il gusto di uccidere
Autore: Hanna Lindberg
Editore: Longanesi
Pagine: 416
Anno di pubblicazione: 2019
Prezzo copertina: 20,00 €


Il Cuoco d’Oro: l’evento al quale chiunque abbia, o aspiri ad avere, un ruolo nel prestigioso mondo della gastronomia svedese non può non partecipare, una serata che riserva sempre grandi sorprese. Solveig Berg, la più spregiudicata giornalista d’inchiesta di Stoccolma, sempre alla ricerca dello scoop, si è assicurata l’ingresso allo Stockholm Grotesque, il noto ristorante che ospita il premio. Tutti sembrano puntare su Florian Leblanc o su Jon Ragnarsson – due chef stellati un tempo soci, ora rivali. Ma proprio al momento dell’annuncio del vincitore le luci si spengono improvvisamente e un colpo di pistola sovrasta il brusio della sala, uccidendo Vanja Stridh, il capo di Solveig. Le indagini sull’accaduto iniziano rapidamente, ma Solveig capisce subito che la polizia sta imboccando una pista sbagliata, soprattutto a causa di quello che Vanja le
ha bisbigliato prima di morire. Tra le sale e le cucine dei ristoranti di lusso della città, la giornalista si troverà così ad affrontare nuovi intrighi, una mente criminale imprevedibile... e le ombre del suo stesso passato. Una sua vecchia conoscenza, Lennie Lee, ex fotografo di moda che ha visto la sua rivista scandalistica disfarsi e chiudere i battenti durante la sua permanenza in carcere, è finalmente tornato a Stoccolma dopo tre anni. Ha perso tutto, ma è pronto a rifarsi investendo questa volta nella ristorazione, e spende i suoi ultimi risparmi per acquistare un food truck. Le strade di Lennie e Solveig sembrano destinate a incrociarsi di nuovo…

Titolo: Codice Kingfisher
Autore: Anonymus
Editore: Longanesi
Pagine: 416
Anno di pubblicazione: 2019
Prezzo copertina: 18,60 €


Ottobre 2016: in America, le elezioni sono a poche settimane di distanza. La giornalista Grace Elliot ha tra le mani uno scoop che è convinta darà una svolta alla sua carriera. Una pornostar è disposta a parlare della relazione clandestina avuta con l’uomo che, alcuni sperano e altri temono, diventerà il prossimo presidente degli Stati Uniti. Ma nessuno vuole averci a che fare. Invece, Grace viene mandata in Europa dove scopre una storia così grande, così esplosiva che potrebbe essere decisiva per le elezioni americane e iniziare una nuova Guerra Fredda. Se sopravvivrà abbastanza da poterla raccontare… Un assassinio, spie e una delle più grandi cospirazioni di tutti i tempi sono al centro del political thriller dell’anno.

Titolo: In tutto c'è stata bellezza
Autore: Manuel Vilas
Editore: Guanda
Pagine: 416
Anno di pubblicazione: 2019
Prezzo copertina: 19,00 €


«Ci farebbe bene scrivere delle nostre famiglie, senza nessuna finzione, senza romanzare. Solo raccontando ciò che è successo, o ciò che crediamo sia successo.» Animato da questa convinzione, Manuel Vilas intreccia con una voce coraggiosa, disincantata, a tratti poetica, il racconto intimo di una vita sullo sfondo degli ultimi decenni di storia spagnola. Allo stesso tempo figlio e padre, Vilas celebra la presenza costante e sotterranea di chi non c’è più, il passato che riemerge a fatica dai ricordi, la lotta per la sopravvivenza che lega indissolubilmente le generazioni. Una narrazione che sottolinea l’umana fragilità, le inevitabili sconfitte, ma anche la nostra forza unica, l’inesauribile capacità di rialzarci e andare avanti, persino quando tutto sembra essere crollato. Perché i legami con la famiglia, con chi ci ha amato, continuano a sostenerci e a definirci, anche quando sono apparentemente allentati o interrotti. E proprio quei legami ci permettono di vedere, a distanza di tempo, che in tutto c’è stata bellezza: in molti gesti quotidiani e anche nelle parole non dette, nell’affetto trattenuto, inconfessato, a cui non possiamo fare a meno di credere e di aggrapparci.