giovedì 4 febbraio 2016

Recensione: HYPERVERSUM NEXT di Cecilia Randall

Titolo: Hyperversum next
Autore: Cecilia Randall  
Editore: Giunti
Pagine: 480
Anno di pubblicazione: 2016
Prezzo copertina: 16,00 €


Recensione a cura di Marika Bovenzi


Hyperversum Next è la nuova creatura di Cecilia Randall che, ancora una volta, decide di regalare ai suoi lettori una meravigliosa storia che trasuda emozioni ed adrenalina da ogni parola. Questa volta i protagonisti assoluti sono due adolescenti, a differenza di quelli dell’omonima trilogia quasi trentenni: Alex e Marc sono due ragazzi coraggiosi e determinati, ma allo stesso tempo dimostrano sfumature tipiche adolescenziali come l’ingenuità, l’insicurezza, la
paura di fallire e deludere, e lo stupore difronte a qualcosa di nuovo.

Marc dal canto suo, figlio del Falco del Re, porta un pesante fardello: quello di emulare la grandezza paterna, ma nel farlo - e agendo d’impulso - finisce col mettersi puntualmente nei guai. Alexandra, invece, è nientepopodimeno che la figlia di Daniel (personaggio clou della saga di Hyperversum). È una ragazza semplice che desidera vivere la propria vita da adolescente senza problemi, nonostante abbia una famiglia singolare e geniale. La particolarità di questo personaggio, però, risiede nel fatto che la stessa Randall la dipinge come umana. Mi spiego meglio. In questo caso non ci troviamo difronte alla solita ragazza stucchevole che inspiegabilmente ritrova dentro sé un drago sopito e si trasforma in un’eroina senza mezzi termini. No, assolutamente. Alex non aspira ad esserla. Quindi tutte le emozioni e i sentimenti di shock, di panico e di inquietudine che si ritrova a provare, sono veri, sentiti e permettono al lettore di immedesimarsi in lei. Non le mancheranno certamente sangue freddo e prontezza di spirito, ma l’arrivo graduale a queste reazioni permette di capire il personaggio a 360°. Non va dimenticato che questa rocambolesca avventura è ambientata nella Francia medievale, precisamente a Clois. La scrittrice ne ricostruisce minuziosamente i luoghi suggestivi, i ricchi abiti, gli usi e i costumi, dimostrando una passione e una preparazione senza precedenti per quest’epoca.

Tutto comincia dopo l'ennesima insufficienza. Alex è costretta a studiare a casa per un intero weekend e a rinunciare ad una festa alla quale voleva andare ad ogni costo. Mentre è costretta a casa da sola, non perde l'occasione di fare un giro nello studio del padre dove scopre un computer sul quale è installato un gioco, Hyperversum Next, che da sempre appassiona il padre il Alex. In pochi minuti la ragazza decide di avventurarsi e di creare un suo avatar, piombando così a Clois nel 1233. Ma quello che sembra un tranquillo accesso in un villaggio, si trasforma in un'avventura impressionante: la ragazza assiste ad un omicidio e pochi attimi dopo viene catapultata realmente nel Medioevo. Il gioco si trasforma in un incubo e in men che non si dica Alex si ritrova a fronteggiare un'epoca che non conosce, personaggi infidi e stranezze locali. Però proprio durante la sua fuga incontra Marc, il figlio del Falco del Re, che dal canto suo è alle prese con l'ennesima punizione per essere stato, come al solito, indisciplinato. Riuscirà Alex a tornare a casa?

Lo stile è diretto e accattivante e caratterizza una narrazione in terza persona. La cosa che ho maggiormente apprezzato è il doppio PoV dei protagonisti che permette al lettore di conoscere a fondo entrambi. Inutile dire che in questo quadro perfetto si inseriscono anche tematiche come l’amore ed il rispetto per la famiglia, il rapporto padri-figli, l’amore romantico, l’affetto legato all’amicizia, l’onore e la curiosità giovanile. A mio avviso un ritorno eccezionale. Dopo dieci anni, Cecilia Randall non delude i propri lettori presentando al pubblico un romanzo che da un lato risulta pregno di richiami alla trilogia originale, dall’altro apre le porte ad un nuovo universo (tant’è che può essere letto anche singolarmente). Dunque, consiglio questo romanzo a tutti gli appassionati del fantasy, dello sci fi, dello storico e - perché no - agli amanti dei videogames.

L'AUTRICE
Cecilia Randall, nata a Modena, adora i romanzi e il cinema d'avventura in tutte le accezioni possibili, dal fantasy al mistery e alla fantascienza, ma anche fumetti e cartoni animati, l'archeologia, la storia e i giochi di ruolo. E sono proprio queste sue passioni che le hanno permesso di creare la saga di Hyperversum che l'ha imposta all'attenzione del pubblico con un successo straordinario testimoniato da oltre 180.000 copie vendute. Per Giunti sono usciti: Hyperversum I, Hyperversum II - Il Falco e il Leone e Hyperversum III - Il Cavaliere del Tempo. Dopo aver pubblicato con Mondadori Gens Arcana, romanzo fantastico ambientato nella Firenze di Lorenzo il Magnifico, e Millennio di fuoco, un dittico composto dai due volumi Seija e Raivo, ha ora deciso di tornare a Hyperversum, l'universo narrativo che il suo pubblico ha amato di più, con una storia autonoma, pienamente godibile anche da chi entri per la prima volta in questo mondo.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

2 commenti:

  1. Ho letto la trilogia della Randall! Non vedo l'ora di continuare con questo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale, nemmeno questo volume ti deluderà!=)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO