11 gennaio 2020

Nel centenario della nascita di Federico Fellini, arriva in libreria dal 16 gennaio un picture book su una grande storia d’amore e di cinema: "Giulietta e Federico"

La finzione narrativa prende spunto dalla storia vera dell’incontro tra Federico Fellini e Giulietta Masina, avvenuto nel 1943, negli studi radiofonici dell’emittente nazionale che all’epoca si chiamava EIAR. Giulietta aveva 22 anni, Federico 23. Federico, che non era ancora diventato regista ma lavorava già come disegnatore e poi come sceneggiatore, era l’autore di una fortunata serie di piccoli radiodrammi, Le avventure di Cico e Pallina: le storielle romantiche e stralunate di due fidanzatini. Giulia, subito detta da lui “Giulietta”, era la voce di Pallina. L’autore e la doppiatrice dei fidanzatini Cico e Pallina, giovanissimi come loro, s’incontrarono, s’innamorarono, decisero in fretta di sposarsi e restarono insieme per sempre, sia come marito e moglie che come collaboratori nel mestiere del cinema. Sono proprio Cico e Pallina, i primi due personaggi felliniani, ad accompagnarci a conoscere Federico e Giulietta: Federica Iacobelli tesse un racconto delicato e lirico, un intreccio continuo tra sogno e realtà. La storia di un’esistenza a due, di lavoro e di amore, che mostra quanto la realtà fuori di noi e quella dentro di noi siano irrimediabilmente legate. Un testo disseminato di citazioni e rimandi all’immaginario felliniano, dalla danza d’acrobata sui fili, come il Matto in La strada, al rinoceronte che soffre per amore (E la nave va), per indicarne solo alcuni. Le illustrazioni, affidate a Puck Koper, talento emergente nella scena internazionale del libro per bambini, restituiscono l’esuberante vitalità dell’universo felliniano, con un linguaggio visivo essenziale e vivace, che spazia dalle atmosfere più oniriche alla festosa parata della “Bottega delle facce buffe”, anche qui in un fiorire di riferimenti alla cinematografia e ai disegni di Fellini. Un albo illustrato per avvicinare i bambini a due straordinarie figure del nostro cinema, e al tempo stesso una raffinata celebrazione del grande regista, in grado di stupire e di commuovere gli appassionati. "Un'invenzione dal vero", così Attilio Bertolucci definiva la poesia; ecco, credo che il nostro piccolo libro sia questo, una piccola invenzione dal vero in omaggio e in dedica a una storia di vita, d'amore, di cinema (Federica Iacobelli).

L’autrice
Federica Iacobelli vive a Bologna e lavora come scrittrice, sceneggiatrice e drammaturga. Insegna sceneggiatura all’ISIA di Urbino e scrittura e drammaturgia in corsi di alta formazione e universitari. Ha scritto racconti, romanzi, testi teatrali, script per film documentari, film d’animazione e programmi tv. Ha pubblicato, tra gli altri, Uno studio tutto per sé (Motta Junior, Premio Pippi scrittrici per ragazzi 2008), Mister P (illustrato da Chiara Carrer, Topipittori), La città è una nave (Topipittori).

L’illustratrice
Puck Koper è un’illustratrice di Rotterdam. Si è laureata in Illustrazione alla Kooning Academy di Rotterdam per poi conseguire un master in Children’s Book illustration alla Cambridge School of Art. Ha ricevuto numerosi premi, tra cui l’AOI World Illustration Awards, il Nami Concours ed è tra i finalisti ai Golden Pinwheel Illustrations awards assegnati dalla International Children’s Book Fair di Shanghai. Ha inoltre di recente ottenuto il prestigioso Dutch Fiep Westendorp Foundation Award.