3 febbraio 2021

Libri & Cultura consiglia: La Divina Commedia. Un manuale di vita per tutti. Parafrasi e commento intercalato a cura di Raffaele Palumbo

Titolo:
La Divina Commedia. Un manuale di vita per tutti. Parafrasi e commento intercalato a cura di Raffaele Palumbo. Vol. 1 Inferno
Autore: Dante Alighieri
Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Pagine: 524
Anno di pubblicazione: 2020
Prezzo copertina: 18,50 €

Se è vero che la Commedia di Dante rappresenta una fucina di immagini, luoghi ed espressioni da cui la nostra cultura e la nostra lingua continuano ancora oggi ad attingere copiosamente, è anche vero che, a causa dei sette secoli che ci separano dalla sua composizione, la lettura del poema dantesco può apparire ostica e poco intellegibile per il lettore comune che voglia intraprenderla per conto proprio. Molte pregevoli edizioni riportano lunghi apparati di note esegetiche, critiche e filologiche, che se forniscono un panorama esaustivo dei dibattiti che hanno acceso secoli di critica dantesca, possono rappresentare dall’altra parte un ostacolo per chi non ha gli strumenti giusti per interpretarle. Il presente volume – dedicato alla prima Cantica, l’Inferno – è pensato invece proprio per poter essere fruito da tutti: le terzine dantesche, infatti, sono affiancate dalla relativa parafrasi, arricchita da commenti brevi e incisivi, volti a illustrare personaggi storici o mitologici menzionati, a spiegare il significato di espressioni non immediatamente comprensibili oppure a dare conto dell’universo filosofico e teologico di cui l’opera è piena espressione. Questo aspetto è tanto più importante proprio nel caso della prima Cantica, non di rado letta e interpretata con gli occhi dell’uomo moderno, spesso restio ad abbandonare il relativismo etico del proprio tempo per calarsi nei panni dell’uomo medievale, perdendo così il senso più autentico del messaggio dantesco.

Raffaele Palumbo è nato nel 1955 in Oliveto Citra (SA). Dopo il diploma di liceo classico e la laurea in Giurisprudenza, ha indirizzato il suo impegno professionale nel settore della consulenza legale e dell’intermediazione finanziario-assicurativa. Ha sempre nutrito spontaneo interesse per ogni tipo di attività culturale ed artistica, occupandosi di letteratura, fotografia, musica, privilegiando però particolarmente quest’ultima. Questa passione lo ha spinto a fondare, già nel 1970, assieme ad un gruppo di amici, il primo complesso musicale di Oliveto Citra. Ha sviluppato, da autodidatta, questa disciplina fino ad arrivare alla composizione ottenendo l’iscrizione alla SIAE di Napoli nella categoria di “Melodista Trascrittore”. Ha costituito e diretto, dal 1994 ad oggi, la Corale polifonica “San Gerardo Majella”, con apprezzati successi nel territorio regionale; ha musicato, per quattro voci ed orchestra d’archi, la prima parte della preghiera di San Ber-nardo alla Vergine, nel XXXIII canto del Paradiso. Ha costituito ed attualmente coordina un gruppo di giovanissimi musicisti per l’interpretazione della musica classica e popolare napoletana, valorizzando arrangiamenti rispecchianti il più possibile l’originario intento musicale dell’Autore. Si è dedicato allo studio dell’evoluzione storica del proprio Comune e, più in generale, del territorio dell’Alta Valle del Sele, compendiando le ricerche nel volume La terra dell’Oliveto, pubblicato nel 2002 e riedito, in versione rielaborata ed aggiornata, nell’aprile 2018 (Delli Santi Editore).