7 marzo 2021

Libri & Cultura consiglia: L'inclusione scolastica in Italia. Percorsi, riflessioni e prospettive future, a cura di Andrea Canevaro, Raffaele Ciambrone e Salvatore Nocera

Titolo:
L'inclusione scolastica in Italia. Percorsi, riflessioni e prospettive future
Autore: Andrea Canevaro, Raffaele Ciambrone, Salvatore Nocera
Editore: Erickson
Pagine: 592
Anno di pubblicazione: 2021
Prezzo copertina: 27,50 €

L'inclusione scolastica in Italia presenta un excursus storico e normativo dell'inclusione in Italia, percorrendo tutte le tappe, dall’abolizione delle ≪classi speciali≫ fino all’introduzione della prospettiva bio-psico-sociale, e si sofferma sui processi di inclusione negli altri Paesi europei. Il volume affronta, inoltre, il vasto e complesso tema delle disabilità, dalle disabilità sensoriali a quelle motorie, dalle disabilità intellettive all’ADHD, all’autismo, ai DSA e agli altri BES, per poi trattare dell’ICF, delle nuove tecnologie per la disabilità, dell’organizzazione scolastica, del profilo professionale del docente inclusivo e degli adempimenti amministrativi in corso d’anno; infine, illustra le novità nell’iter di riconoscimento e di certificazione della disabilità e prospetta le principali innovazioni normative concernenti i criteri e i profili professionali per l’assistenza specialistica, la formazione iniziale e in servizio dei docenti, la continuità didattica, gli strumenti di valutazione e di progettazione didattica con l’ICF e l’introduzione di indicatori per monitorare e valutare la qualità dell’inclusione. Consigliato a Il libro si rivolge ai docenti e ai dirigenti scolastici, ma anche agli studenti dei corsi abilitanti all’insegnamento e in generale a chiunque, all’interno e all’esterno della scuola, condivida l’obiettivo di costruire, giorno dopo giorno, una scuola sempre più accogliente e inclusiva.

CONTENUTI
Libro

Premessa (Andrea Canevaro, Raffaele Ciambrone e Salvatore Nocera)
Introduzione - Chiaroscuri dell’integrazione: verso l’inclusione? (Andrea Canevaro)

PRIMA PARTE – L’inclusione scolastica in Italia
Le vicende dell’integrazione nel nostro Paese (Andrea Canevaro)
L’evoluzione storica del processo di inclusione scolastica in Italia (1968-2020) (Salvatore Nocera)
Dalle classi differenziali all’inclusione per tutti (Raffaele Ciambrone)
La via italiana all’inclusione. Il confronto con altri Paesi europei e le prospettive dell’inclusione scolastica (Raffaele Ciambrone)

SECONDA PARTE – Alunni con sindrome dello spettro autistico
L’integrazione degli alunni con autismo: il punto di vista dei genitori (Donata Vivanti)
La scuola può essere inclusiva anche per gli allievi con disturbo dello spettro autistico? (Lucio Cottini)

TERZA PARTE – Alunni con disabilità intellettive
Gli alunni con sindrome di Down, al di là degli stereotipi (Nicola Tagliani)
Il diritto all’autodeterminazione e all’autorappresentanza delle studentesse e degli studenti con disabilità intellettiva e/o relazionale per il percorso scolastico e di vita (Lilia Manganaro e Gianfranco de Robertis)
L’inclusione è possibile con percorsi personalizzati progettati insieme (Francesca Palmas)
Le disabilità intellettive (Renzo Vianello, Silvia Lanfranchi e Francesca Pulina)

QUARTA PARTE – Alunni con disabilità motorie
Alunni con disabilità motorie: i bisogni essenziali prima di quelli educativi e formativi (Cira Solimene)
Interventi educativo-didattici per alunni con disabilità motorie (Lucia de Anna)

QUINTA PARTE – Alunni con disabilità sensoriali
Alunni con disabilità visiva. Inclusione: realtà o mera utopia? (Linda Legname)
Alunni sordi: per un approccio alla complessità dell’inclusione (Amir Zuccalà)
L’inclusione scolastica degli alunni sordi (Antonio Cotura)
Riflessioni ed esempi di pratica didattica per l’integrazione scolastica degli alunni non udenti (Irene Menegoi Buzzi-Donato)

SESTA PARTE – I Bisogni Educativi Speciali
Il concetto di «Special Needs» e gli alunni con Bisogni Educativi Speciali nella scuola italiana (Raffaele Ciambrone)
Pedagogia speciale inclusiva per i BES (Dario Ianes)
«Funzionamento intellettivo limite»: caratteristica cognitiva individuale e non categoria nosografica (Ciro Ruggerini e Sumire Manzotti)

SETTIMA PARTE – Alunni con DSA
L’inclusione degli alunni con disturbi specifici di apprendimento (Viviana Rossi)
Innovare la didattica perché la scuola diventi più«amichevole» per tutti (Giacomo Stella)

OTTAVA PARTE – Alunni con ADHD
Un approccio «ragionato» all’iperattività infantile: criticità dell’intervento farmacologico e prospettive alternative (Luca Poma)
ADHD a scuola: strategie e procedure per una didattica inclusiva (Antonello Mura e Daniele Bullegas)

NONA PARTE – Nuove tecnologie per la disabilità
Tecnologie per l’inclusione a scuola: la difficile transizione dal miracolismo alla quotidianità garantita (Flavio Fogarolo)

DECIMA PARTE – L’ICF a scuola
ICF a scuola (Raffaele Ciambrone)
Invalidità, handicap, disabilità. I nuovi principi per l’accertamento della disabilità ai fini dell’inclusione scolastica secondo la prospettiva ICF (Nazaro Pagano)

UNDICESIMA PARTE – Le risposte della scuola
La normativa come risorsa per l’inclusione. Quali adempimenti amministrativi per una corretta integrazione? (Salvatore Nocera)
L’organizzazione territoriale per l’inclusione (Raffaele Ciambrone)
Il profilo del docente inclusivo (Rosaria Maria Petrella)

Uno scenario al tempo del coronavirus. Riflettiamo (Andrea Canevaro)
Associazioni delle persone con disabilità che hanno contribuito alla stesura del libro

Andrea Canevaro, professore emerito dell’Università di Bologna e studioso di prestigio internazionale, fin dagli anni Settanta del Ventesimo secolo è impegnato sul fronte dell’inclusione sociale, in particolare nell’ambito della disabilità. È ritenuto il padre della Pedagogia speciale in Italia, per aver contribuito significativamente alla diffusione della disciplina nel nostro Paese. Il suo attivismo e le sue ricerche sul tema hanno fatto di lui una figura di riferimento riconosciuta a livello internazionale nel campo della Pedagogia speciale e della disabilità.

Raffaele Ciambrone, dirigente MIUR, ha diretto dal 2011 al 2018 l’Ufficio centrale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che si occupa di inclusione scolastica degli alunni con disabilità. In tale veste ha promosso l’attivazione dei Centri Territoriali di Supporto e degli Sportelli Autismo, oltre che specifici programmi di formazione per docenti, tra i quali 15 master su Didattica e Psicopedagogia per alunni con disturbo dello spettro autistico. Si occupa di politiche giovanili, sport e inclusione. Insegnante e pedagogista, è autore di numerosi articoli scientifici e libri su temi didattici e educativi, tra i quali Immaginazione e apprendimento (2014). Rappresenta l’Italia nella European Agency for Special Needs and Inclusive Education.

Salvatore «Tillo» Nocera, da cieco, ha frequentato le scuole comuni negli anni Quaranta e Cinquanta del secolo scorso. Laureatosi in Giurisprudenza presso l’Università La Sapienza di Roma e conseguita l’idoneità in un concorso per assistente universitario in Diritto privato e una specializzazione in Diritto pubblico, ha esercitato presso il TAR del Lazio. Dopo aver vinto il concorso per docente di ruolo di discipline giuridiche si è occupato esclusivamente di normativa scolastica. All’inizio del 1981 ha ottenuto un incarico di consulenza legale presso l’Ufficio Studi del Ministero della Pubblica Istruzione, con cui ha collaborato fino all’inizio del Duemila. Dopo la pensione ha contribuito alla formulazione e al miglioramento della normativa a favore delle persone con disabilità in qualità di rappresentante della FISH, di cui è stato vicepresidente e responsabile scuola. Ha scritto articoli su riviste specializzate, saggi e monografie sulla normativa inclusiva e sulla sua storia. È membro dell’Osservatorio nazionale per l’inclusione scolastica del Ministero dell’Istruzione. Nel 2003 il Presidente Ciampi gli ha conferito la medaglia d’oro per l’impegno a favore dell’inclusione.