7 settembre 2014

La locanda delle occasioni perdute; Di notte contavo le stelle (Cristina Chiabotto) e altre novità Rizzoli in libreria dal 10 settembre

Titolo: La locanda delle occasioni perdute
Autore: Antonella Boralevi
Editore: Rizzoli
Pagine: 252
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 18,00 €


“Ci vuole coraggio per guardarsi la vita”. Tanto coraggio. Lo sa bene Mirella, mentre cammina sotto la pioggia battente di Parigi, diretta nella minuscola rue Thérèse. Si ferma davanti all’insegna Restaurant che ha tanto cercato: è il momento, non può più tornare indietro. Prende un respiro profondo ed entra. Ad accoglierla c’è il vecchio cameriere Alphonse, che con modi ruvidi tenta di cacciarla. Ma Mirella non può andarsene, perché è qui per un motivo preciso: sa che, seduta a un tavolo a sfogliare il pesante menu, potrà rivivere tutti i ricordi, i desideri, i sogni che l’hanno resa la donna che è oggi.
Ma sa che torneranno a visitarla anche i rimorsi, le delusioni, le pagine più nere del racconto della sua vita, quelle che avrebbe voluto cancellare. O, forse, semplicemente riscrivere. Come se il passato si potesse cambiare, e ogni amore perduto, ogni carezza mai data potesse trasformarsi in un nuovo inizio. E mentre la pioggia suona la sua musica dolce e Parigi si colora d’incanto, in un attimo immenso tutto questo diventa possibile.

ANTONELLA BORALEVI è autrice di romanzi, racconti, saggi, sceneggiature, blogger, ha portato in televisione il talk show di approfondimento, tiene rubriche su settimanali e quotidiani. Per Rizzoli ha pubblicato i bestseller Prima che il vento (2004), Il lato luminoso (2007), Una vita in più (2010), ora disponibili in Bur, e I baci di una notte (2013). Il suo sito è www.antonellaboralevi.it, il suo blog è www.boralevitime.it, la pagina Facebook è Antonella Boralevi Official. La sua email è salotto.boralevi@tin.it.

Titolo: Di notte contavo le stelle
Autore: Cristina Chiabotto
Editore: Rizzoli
Pagine: 201
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 17,00 €


Due occhi intensi e un sorriso luminoso: Clara è una ragazza come tante, cresciuta a Borgaro, alle porte di Torino. Dopo la sua prima delusione d’amore, le sembra di aver toccato il fondo, non si immagina che se ne dimenticherà in un attimo quando, un po’ per gioco, partecipa a un concorso di bellezza. Così, su un’Alfa Romeo scassata, tutta la famiglia la accompagna tra una selezione e l’altra, facendo il tifo per quella ragazzina che sul suo tacco 12 procede sicura fino alla meta. Clara fa appena in tempo ad accorgersi che il sogno si è realizzato prima di ritrovarsi ad affrontare la lontananza da casa, la gelosia della sorella e le proprie debolezze… Per fortuna c’è la danza, la sua passione di sempre, ed è un corso di ballo a riservarle la sorpresa più grande. Uno spilungone occhialuto attira la sua attenzione: balla con tutte tranne che con lei e non le rivolge la parola. Per Clara riuscire a strappargli un tango diventa una questione di principio e non demorde finché non si ritrova nell’abbraccio goffo di Massimo. Insieme a quel tango arriva l’amore ma, si sa, sentimenti e successo non vanno d’accordo e Clara si trova ben presto davanti a una scelta. Qualunque sarà la decisione, però, di una cosa è certa: non importa chi sei, né da dove vieni. Solo se conosci la direzione dei tuoi desideri e non smetti di seguire la tua stella guida, la favola si avvera. 

CRISTINA CHIABOTTO nata a Moncalieri nel 1986, è stata Miss Italia nel 2004 e ha condotto molti programmi televisivi e radiofonici di successo. Su Twitter è @vanillagirl_86.

Titolo: Volevo tutto. La vita nuova
Autore: Andrea Gentile
Editore: Rizzoli
Pagine: 350
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 19,00 €


L’aria è frizzante, in una mattina anni ’60. Andrea cammina verso via Solferino, teso e pronto per la sua nuova vita. Da Isernia si è trasferito a Milano per lavorare nel più importante quotidiano del Paese, il “Corriere della Sera”, e gli sono bastati pochi giorni per immergersi in un’epoca favolosa e folle. Ci si incontra al Bar Jamaica, le ragazze ballano il twist e Mina è già una stella. Andrea non pensa alla moglie lontana, al figlio nato da poco. Assapora il ritmo frenetico e i sogni d’Italia. Nei corridoi del giornale, incontra grandi figure come Eugenio Montale e Indro Montanelli. La sera frequenta i locali fumosi di Brera e lì conosce Bianca, una donna algida e bellissima di cui si innamora. Per Andrea le giornate diventano una gara di equilibrio, tra passato e presente, tra ambizione e disincanto, ma una telefonata fa precipitare tutto. Suo fratello, tornato dalla naja, sta male. Torna a casa per vederlo e Luca delira, parla di un film segreto che Fellini sta per girare. Andrea non gli crede, finché non viene contattato da un collaboratore del maestro. Per lui è un’occasione senza precedenti: sarà il primo a raccontare la “Nuova dolce vita”. Tra Milano e il set, dovrà fare i conti con le proprie paure e i desideri e intanto vedrà scorrere l’Italia tutta. Le colline, la politica, la televisione. I sorrisi, le delusioni e l’amore.

ANDREA GENTILE (Isernia, 1985) vive a Milano. Ha lavorato con Enrico Deaglio a Patria 1978-2008. Nel 2012 ha pubblicato Volevo nascere vento e L'impero familiare delle tenebre future. Collabora con “Alias”, “IL”, e “Il fatto quotidiano”.

Titolo: Lo svedese
Autore: Robert Karjel
Editore: Rizzoli
Pagine: 320
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 18,00 €


Ernst Grip, guardia del corpo reale e agente della Polizia di sicurezza svedese, viene convocato a New York dall’FBI e portato in uno sperduto atollo dell’oceano Indiano per interrogare un detenuto di cui non si comprende la nazionalità. L’ipotesi è che il prigioniero sia svedese e sia coinvolto in un attacco terroristico di matrice islamica avvenuto in Kansas, ma poiché si rifiuta di parlare, sembra impossibile identificarlo. L’agente si trova davanti una specie di fantasma: ciò che resta di un uomo che ha subito per mesi e mesi le più atroci torture. Lentamente, però, il prigioniero comincia a raccontare, e Grip si trova invischiato in un’indagine che parte da fatti avvenuti in Thailandia subito dopo lo tsunami del 2004, si intreccia a una serie di furti di opere d’arte, agli interessi di uno spietato trafficante d’armi americano e si insinua nelle pieghe più oscure del terrorismo internazionale. Ma Grip scoprirà qualcosa di ancor più sconcertante: che la sua vita e quella del misterioso detenuto sono legate in maniera inaspettata ma indissolubile. 

ROBERT KARJEL, ex pilota di caccia, è tenente colonnello dell’Aeronautica militare svedese e comanda uno squadrone di elicotteri. Dopo aver studiato al Royal Institute of Technology di Stoccolma, dove ha conseguito la laurea in Fisica applicata, nel 2005 ha frequentato l’Amherst College, in Massachusetts. Nel 2010 è stato comandante dell’unità aeronavale sul pattugliatore Carlskrona nel Golfo di Aden, dove ha combattuto i pirati somali e ha partecipato alle operazioni militari nella regione dello Yemen, roccaforte di Al Qaeda. È apparso nel documentario della BBC The Trouble with Pirates, dedicato all’Operazione Atalanta. Vive fuori Stoccolma con la moglie e le due figlie.

Titolo: TransAtlantic
Autore: Colum McCann
Editore: Rizzoli
Pagine: 352
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 19,00 €


Terranova, 1919: gli aviatori Alcock e Brown fanno rotta sull’Irlanda nel primo tentativo di trasvolata atlantica senza scalo, affidandosi, per esorcizzarne gli orrori, a un bombardiere modificato della Grande Guerra. Dublino, 1845: in tournée oltreoceano per promuovere la sua sovversiva autobiografia, Frederick Douglass trova negli irlandesi un popolo aperto alla rivoluzionaria causa dell’abolizionismo, nonostante la devastante carestia che impone ai poveri sofferenze terribili persino agli occhi di uno schiavo americano. New York, 1998: lasciata a casa la giovane moglie e un figlio appena nato, il senatore George Mitchell parte per Belfast con il compito di condurre a termine le trattative di pace nella martoriata Irlanda del Nord. Questi tre emblematici viaggi sono legati tra loro da una misteriosa lettera che attenderà un secolo prima di essere aperta, e dai destini di quattro donne determinate a curare le ferite della vita con la dolce ostinazione della femminilità. Prendendo le mosse da un episodio reale, con TransAtlantic McCann ci consegna il suo romanzo più ambizioso e poetico: una costruzione dal respiro malinconico che mette superbamente in scena una meditazione profonda sulla Storia e sull’identità in un mondo che anno dopo anno si fa più piccolo, strabiliante e affamato di libertà.

COLUM McCANN, nato a Dublino, è l’autore dei bestseller internazionali Questo bacio vada al mondo intero (pubblicato da Rizzoli nel 2012 e ora disponibile in BUR), con il quale ha vinto il National Book Award, Zoli, La sua danza, I figli del buio e La legge del fiume. Collabora con “The New Yorker”, “The New York Times Magazine”, “The Atlantic Monthly”, e “The Paris Review”. Insegna Scrittura Creativa all’Hunter College MFA. Vive a New York con la moglie e i tre figli. Il suo sito internet è www.colummccann.com.   

Titolo: L'enigma Michelangelo. Il genio, il falsario
Autore: Daniele Piazza
Editore: Rizzoli
Pagine: 450
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 18,00 €


Bologna, 1494. Gli ospiti di palazzetto Aldrovandi hanno occhi solo per lui, un giovane artista schivo e irrequieto. Ha il naso schiacciato, da lottatore, e le labbra carnose di chi non sa trattenere un pensiero in bocca: di nome fa Michelangelo Buonarroti e la parlata tradisce la sua provenienza da Firenze. A meno di vent’anni è già uno dei favoriti alla corte medicea, dove l’ha voluto il Magnifico, ma ha lasciato la città prima dell'ondata di terrore dei roghi del Savonarola. E ora, libero dai capricci di un committente, sta realizzando una scultura marmorea che è destinata a cambiargli la vita. Il Cupido dormiente è un omaggio ai maestri dell’antichità, ma se in tempi così duri mettere un tozzo di pane in tavola è un’impresa anche per un astro nascente come lui, affidarlo a un apprezzato mercante d’arte come Baldassarre del Milanese è quasi una necessità. E così, mentre il suo autore è ostaggio di una passione da cui non sa se farsi travolgere, l'Amorino inizia un viaggio per le corti italiane che si trasforma presto in una vera e propria caccia. Da Caterina Sforza, pericolosa alchimista, allo spietato Cesare Borgia, ognuno è disposto a pagare la statua con il sangue. Per arrivare al cuore più segreto del Rinascimento, un luogo dove ogni cosa che l'uomo abbia mai sognato diventa possibile.

DANIELA PIAZZA (1962), laureata in Storia dell’Arte e diplomata al Conservatorio, lavora come insegnante a Savona. Per Rizzoli ha pubblicato Il Tempio della Luce (2012), ora disponibile in Bur.

Titolo: Relativity
Autore: Cristin Bishara
Editore: Fabbri
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 14,90 €


Se Ruby avesse il potere di cambiare la realtà, farebbe di tutto per cancellare il momento in cui suo padre ha deciso di risposarsi, strappandola alla sua vita in California per trascinarla in un posto in mezzo al nulla in cui è costretta a convivere con una sorellastra diabolica. Se avesse il potere di cambiare la realtà, George sarebbe ben più del suo migliore amico e lei gli avrebbe detto di essere innamorata di lui e gli avrebbe dato un bacio, un bacio vero, prima di salutarlo. Se avesse il potere di cambiare la realtà, sua madre non sarebbe morta in un incidente stradale quando lei era ancora bambina, e Ruby non dovrebbe guardare una vecchia foto sbiadita per ricordare il suo sguardo. Ma Ruby crede solo nella scienza, e purtroppo sa che ciò che è stato non si può modificare. Almeno fino a quando non scopre una misteriosa quercia in un campo di mais dietro la sua nuova casa. Il grande albero custodisce un portale, un tunnel spazio-temporale capace di trasportare chi lo attraversa in una serie di universi paralleli. Ruby si trova così catapultata in nuovi mondi: ognuno è diverso dal suo, ognuno presenta piccole o grandi variabili dell’universo che conosce, in ognuno c’è una versione diversa di lei, delle persone che ama e della loro storia. Il suo mondo ideale, la realtà in cui tutti i suoi desideri potrebbero avverarsi, sembra essere a portata di mano. Ma quanti mondi dovrà esplorare Ruby per trovare la combinazione esatta? A cosa dovrà rinunciare per poterlo scoprire? E soprattutto, esiste davvero il mondo perfetto?

CRISTIN BISHARA vive in Florida con il marito e le due figlie. Prima di diventare una scrittrice professionista, era copywriter e insegnava scrittura creativa all’università. Le piace visitare i musei e ha una passione per le scarpe e il peperoncino superpiccante.

Titolo: Tre anime
Autore: Janie Chang
Editore: Fabbri
Pagine: 500
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 14,90 €


«Abbiamo tre anime, o almeno così mi è stato detto. Ma solo morendo ho scoperto che è vero». Mentre la giovane Leiyin assiste al proprio funerale dall’alto, in bilico tra due mondi, scopre che l’unico modo per uscire dal limbo in cui è rimasta intrappolata è rivivere una a una le proprie colpe. In un doloroso viaggio tra i ricordi, Leiyin rivede la sua adolescenza privilegiata, trascorsa in un’elegante villa tra l’amore per i libri e le speranze di un avvenire dorato, mentre fuori la Cina è sconvolta dalla guerra civile. Fino all’incontro con l’affascinante Hanchin, poeta e militante comunista, che la seduce al primo sguardo, la corteggia regalandole una copia del romanzo proibito Anna Karenina e la istiga a sfidare il padre, pur di inseguire quell’amore illecito. La punizione avrà conseguenze durissime: un matrimonio non voluto, una maternità difficile, persino la morte di Leiyin. Perché lei per quell’amore è stata disposta a tutto. Persino a un tradimento terribile, che ora, forse, è venuto il momento di espiare. 

JANIE CHANG è nata a Taiwan e ha vissuto nelle Filippine, Iran, Tailandia, Nuova Zelanda e ora in Canada. Per scrivere questo romanzo, ha attinto alla storia della sua famiglia, vissuta in una piccola città cinese negli anni appena prima della Seconda Guerra Mondiale.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...