4 settembre 2014

Mud; Quel momento imbarazzante; The stag - Se sopravvivo mi sposo: opinioni sui film usciti il 28 agosto

Dopo l'opinione su Il fuoco della vendetta, Into the storm e La ragazza del dipinto, continuiamo a parlare dei film usciti nelle sale il 28 agosto. Mud, racconto di formazione ambientato lungo le sponde del Mississippi, può essere considerato la rivelazione della settimana. Diretto da Jeff Nichols e interpretato dal premio Oscar Matthew McConaughey, il film narra la storia di due ragazzini che per sbaglio si imbattono in Mud, fuggitivo costretto a nascondersi su un isolotto dopo aver ucciso un uomo. Innamorato da sempre di Juniper (Reese Witherspoon), ragazza sfuggente che ama mettersi nei guai, Mud chiede aiuto ai ragazzi per fuggire proprio con Juniper. L'impresa si rivelerà tutt'altro che facile...

Nonostante un minutaggio eccessivo, Mud cattura l'attenzione e tiene incollato lo spettatore fino all'epilogo. Al centro della storia troviamo il parallelismo tra Mud, che ha "buttato" la propria esistenza dietro un amore sbagliato, e Ellis,  ragazzino sveglio che provato dalla crisi dei genitori tenta di aggrapparsi all'utopia del vero amore, scoprendo invece la complessità dei legami umani e sentimentali. Tra gli aspetti positivi, oltre un copione interessante, la regia asciutta di Nichols, la bellissima fotografia curata da Adam Stone e l'ottima prova attoriale di tutto il cast, compresi i due ragazzi. Tra le migliori uscite del mese. Consigliato!

The Stag è una commedia ideale per chi ama l'humour inglese. La storia è quella di un singolare addio al celibato organizzato nella natura irlandese; Fionnan, lo sposo, e i suoi amici si trovano a fare i conti con l'esuberanza e le stranezze del fratello della sposa, detto "The Machine", che finisce per trascinare tutti in una folle avventura, facendo emergere segreti e contrasti tra i partecipanti. Lento e poco divertente per quasi un'ora, il film si riprende un po' nell'ultima parte, quando emergono i conflitti e il gruppo di lascia andare, anche se l'epilogo risulta piuttosto prevedibile. Considerando che le risate latitano e il ritmo non è dei migliori, la commedia può essere evitata senza grandi rimpianti.

Quel momento imbarazzante, invece, propone la classica dicotomia tra il sesso e l'amore, l'avventura di una notte e la relazione seria, prendendo in esame la situazione sentimentale di tre amici; Jason (Zac Efron), sciupafemmine patentato, non riesce a legarsi fino a quando conosce Ellie (Imogen Poots); Daniel (Miles Teller) rimorchia grazie all'amica Alana (Addison Timlin), salvo poi scoprirsi innamorato di lei; Mikey (Michael B. Jordan), classico bravo ragazzo, dopo aver scoperto il tradimento della moglie, fingendo di consolarsi con un'altra prova a riconquistarla. Il patto stipulato tra i tre di rimanere single finirà per complicare ogni cosa...

Quel momento imbarazzante è la classica commedia sentimentale che prova a raccontare la complessità delle relazioni finendo per semplificare e banalizzare ogni cosa, non andando oltre la superficialità. Tuttavia il ritmo è buono e alcune situazioni divertenti rendono la visione leggera, piacevole. La recitazione è passabile, soprattutto a fronte di un copione tutt'altro che irresistibile. Un film consigliato a chi ha poche pretese e vuole passare una serata spensierata.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...