martedì 14 ottobre 2014

Il sussurro delle ombre; La morte dell'erba: novità Beat in libreria dal 15 ottobre

Titolo: Il sussurro delle ombre
Autore:
Jan-Philipp Sendker  
Editore: Beat
Pagine: 384
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 9,00 €


Per custodire lontano dal chiasso del mondo il ricordo di suo figlio, ucciso da una fulminea malattia, Paul Leibovitz si ritira a Lamma, un'isola vicina a Hong Kong, seimila anime protette dalla vasta distesa del mare. Lì conduce un'esistenza ritirata e caratterizzata dalla più rigorosa solitudine. Chi, però, può seriamente mettere alla porta la vita? Un giorno Paul Leibovitz incontra per caso Elizabeth Owen, una donna americana accompagnata dal marito.
Pallida, gli occhi iniettati di rosso, Elizabeth racconta che suo figlio, partito per Shenzhen, dove aveva appuntamento con un certo Victor Tang, partner commerciale degli Owen in Cina, non dà più notizie di sé da tempo. In compagnia di David Zhang, un poliziotto buddhista della squadra omicidi di Shenzhen dalla rettitudine esemplare, Paul si ritrova coinvolto in un'inchiesta scottante. Un'inchiesta che, prendendo le mosse dall'ambigua figura di Victor Tang, uomo d'affari dalle molteplici attività non sempre limpide, penetra nei misteri del nuovo potere cinese. 

Jan-Philipp Sendker è nato nel 1960 ad Amburgo, ha vissuto negli Stati Uniti dal 1990 al 1995 e dal 1995 al 1999 è stato corrispondente in Asia per lo Stern. Vive oggi a Berlino con la sua famiglia. Tra le sue opere: Gli accordi del cuore (Neri Pozza, 2013) L'arte di ascoltare i battiti del cuore (Beat, 2011), Gli scherzi del dragone (Neri Pozza, 2011).

Titolo: La morte dell'erba
Autore:
John Christopher
Editore: Beat
Pagine: 208
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 13,90 €


John e David Custance sono due fratelli molto diversi. John ha scelto di vivere a Londra con moglie e figli per la carriera di ingegnere civile, mentre David, scontroso e indifferente al fascino della vita cittadina, è rimasto a Blind Gill, per gestire la fattoria del nonno. Ma quando dalle piantagioni del sud est asiatico sbarca in Europa il virus Chung Li, i due fratelli si ritrovano uniti come quando erano bambini. A Londra la situazione è critica: le nazioni che vivono principalmente di agricoltura sono in ginocchio e le materie prime scarseggiano. E anche quando alcuni batteriologi sembrano aver trovato un rimedio, sfortuna vuole che il Chung Li reagisca all'antidoto mutandosi in un virus violentissimo che annienta tutte le graminacee: grano, avena, mais e persino l'erba. È il caos. La rivolta dilaga, i negozi vengono razziati, il crimine cresce a dismisura. John decide di portare la famiglia a Blind Gill, dove David ha fortificato la fattoria e fatto scorta di derrate e beni di prima necessità. 

John Christopher è uno dei numerosi pseudonimi usati da Christopher Samuel Youd, uno dei più grandi scrittori di science fiction inglesi, nato nel 1922 nel Lancashire. Tra i suoi romanzi figurano Inverno senza fine (The World in Winter, 1962) e la trilogia dei Tripods. Da La morte dell'erba venne tratto nel 1970 un film, diretto da Cornel Wide, dal titolo 2000: La fine dell'uomo (No blade of grass).

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO