venerdì 3 ottobre 2014

La pioggia fa sul serio; Dragonero e altre novità Mondadori in libreria dal 7 ottobre

Titolo: La pioggia fa sul serio
Autore:
Francesco Guccini, Loriano Macchiavelli
Editore: Mondadori
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 17,50 €


A Casedisopra, nel cuore degli Appennini, l'estate è finita eppure in giro si vedono ancora dei forestieri. All'osteria di Benito, dove si ferma per un bicchiere chiunque passi in paese, il cameriere marocchino Amdi spesso serve da bere a due avventori singolari: un geologo impegnato a studiare il territorio e un architetto inglese innamorato del posto, Bill Holmes, che insieme alla bella nipote Betty sta conducendo una ricerca sulle costruzioni religiose - edicole votive, maestà, oratori - di cui è ricca quella parte di Appennino.
Nel frattempo, però, ha cominciato a piovere senza tregua, e l'acqua dà non poco filo da torcere all'ispettore della forestale Marco Gherardini, che in paese chiamano "Poiana". La pioggia divora interi costoni della montagna portando con sé strade, alberi e forse anche uomini, come a punirli per l'incuria sempre maggiore cui abbandonano la loro terra. A parte ciò, in paese tutto sembra tranquillo. Fino a che, proprio il giorno prima di andarsene, il geologo non sparisce misteriosamente. E dopo la sua scomparsa una serie di aggressioni turba la vita di Casedisopra. A indagare ufficialmente sui troppi misteri che si nascondono tra i ruderi della Casa-fortezza del Capitano e l'edicola con l'affresco di una Madonna incinta, tra l'agriturismo gestito da una stravagante signora e il Sasso Nero che racchiude un segreto, è incaricato il giovane maresciallo dei carabinieri Barnaba. Ma molto presto Poiana dovrà intervenire in prima persona, sia pure non ufficialmente. E ad aiutarlo, con la ruvidezza montanara che gli è consueta ma anche con saggezza, sarà chi conosce il territorio e sa leggere i segni con cui la montagna parla all'uomo: il mitico Adùmas. Ma anche i fratelli Seivadghi, Fonso e Doardo, e il paese intero daranno, sia pure involontariamente, il loro contributo...

Francesco Guccini è il cantautore 'mito' di più d'una generazione e uno degli scrittori più originali della scena letteraria italiana. Esordisce nel 1989 con Cròniche Epafániche per pubblicare poi: Vacca d'un cane (1993), Racconti d'inverno (1993, con Giorgio Celli e Valerio Massimo Manfredi), La legge del bar e altre comiche (1996), Cittanòva blues (2003), Icaro (2008) e i due volumi del Dizionario delle cose perdute (2012 e 2014) che ' così come il disco L'ultima Thule con cui ha concluso la sua carriera musicale ' hanno avuto uno straordinario successo di pubblico. Loriano Macchiavelli, bolognese, è il creatore di Sarti Antonio, uno dei più popolari poliziotti della narrativa italiana. Della sua ricchissima produzione citiamo qui I sotterranei di Bologna (Mondadori, 2002), Delitti di gente qualunque (Mondadori, 2010), Strage (Einaudi, 2010), L'ironia della scimmia (Mondadori, 2012) e Sarti Antonio, rapiti si nasce (Einaudi, 2014).

Titolo: Dragonero
Autore:
Stefano Vietti
Editore: Mondadori
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 17,00 €


Ombre spettrali si sono risvegliate nel cuore delle montagne sopra il villaggio di Thule. E nel fondo di un'oscurità inviolabile una creatura dilaniata dall'odio sta per risalire in superficie: Caen il Reietto, frutto di una mutazione operata dalla confraternita dei malvagi cenobiti Jikima allo scopo di creare schiavi dalle sovrumane capacità fisiche e mentali. Solo un uomo può aiutare il mago Alben nel suo viaggio attraverso le insidiose terre di Erondar: Ian, il guerriero dal sangue di Drago, conosciuto come Dragonero. In compagnia dell'Elfa Silvana Sera e dell'Orco Gmor, Dragonero e Alben partono alla ricerca di una misteriosa creatura che potrebbe custodire la chiave per impedire che il destino fatale dell'Impero si compia.

Stefano Vietti nasce a Chiari, in provincia di Brescia. Nel 1990 ha inizio la sua lunga carriera come sceneggiatore di storie a fumetti. Nel 1994 è tra i creatori della miniserie di fantascienza "Hammer" e l'anno successivo avvia un'intensa collaborazione con Sergio Bonelli Editore, scrivendo per numerose serie, tra cui "Nathan Never" e "Martin Mystère". Insieme a Luca Enoch crea il progetto fantasy "Dragonero", un successo da 50 mila copie tradotto in molti paesi, tra cui gli Stati Uniti. Dal 2013 è pubblicato in edicola come serie mensile.

Titolo: Per quanto mi riguarda sono sempre innamorato
Autore:
Sandro Settimj
Editore: Mondadori
Pagine: 264
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 16,00 €


A Ugo piacciono molto le donne. Il problema è che non le capisce, o forse semplicemente le fraintende. Amante delle fiabe, vede le donne come romantiche fate da corteggiare, ma deve fare i conti con la realtà e si ritrova regolarmente in situazioni che lo lasciano deluso. In fondo Ugo sembrerebbe essere solo un seduttore un po' imbranato, un precario nella vita e nei sentimenti, che fugge da ogni tipo di responsabilità. Quando finalmente decide di lasciare la sua città per tentare la sorte come animatore nei villaggi turistici, Ugo è sempre più confuso. E in quei posti da sogno di donne ce ne sono tante... Cosa si nasconde dietro a uno sguardo o a un sorriso di una bella ragazza? Ecco, Ugo non lo sa e i suoi ripetuti tentativi di ammaliare l'universo femminile si trasformano in catastrofiche e goffe avventure che ogni volta finiscono con un ciao o una porta che sbatte. E così le donne scorrono nella sua vita come i titoli di coda di un film. Fino al giorno in cui una ragazza gli ruba il cuore.

Sandro Settimj è nato a Roma nel 1963. Dopo una laurea in Lingue, è partito per fare l'istruttore e l'animatore nei villaggi turistici sparsi per il mondo. Scrive soggetti e sceneggiature televisive e attualmente lavora per la RAI. Questo è il suo primo romanzo.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO