12 ottobre 2014

Maze Runner - Il labirinto; Una promessa; The Equalizer - Il vendicatore: opinione sui film nelle sale

Maze Runner - Il labirinto, tratto dal primo romanzo della serie di James Dashner, è un film di fantascienza ambientato in un futuro prossimo dove alcuni ragazzi, privati della memoria, vengono spediti al centro di un misterioso labirinto e costretti a sopravvivere, in attesa di riuscire a trovare una via di fuga. L'arrivo del giovane Thomas innescherà una serie di eventi destinati a sconvolgere, irrimediabilmente, la vita della comunità.

Trovare l'uscita o morire. Si può racchiudere con queste poche parole il senso di Maze Runner - Il labirinto, anche perchè la realtà distopica che caratterizza questo mondo post-apocalittico è solo vagamente intuibile verso l'epilogo. Tra i punti di forza del film: la buona recitazione dei giovanissimi attori, perfettamente calati nel contesto; la capacità di mantenere vivo il mistero fino alla fine; il ritmo serrato e la fotografia suggestiva. Mentre le scene d'azione non sempre risultano credibili. Un film che coinvolge lo spettatore e va oltre il semplice prodotto per ragazzi, regalando uno spettacolo interessante per tutti gli appassionati del genere.

Una promessa, tratta dal romanzo Viaggio nel passato di Stefan Zweig, racconta la storia d'amore impossibile tra un ragazzo intelligente ma di umili origini, Friedrich Zeitz (Richard Madden), e la giovane moglie, Charlotte (Rebecca Hall), del suo capo, il magnate Karl Hoffmeister (Alan Rickman). La storia ambientata in Germania, tra il 1912 e il "primo dopoguerra", si svolge prevalentemente nella ricca dimora degli Hoffmeister, dove Friedrich si trasferisce a vivere come segretario personale di Karl. Pian piano però, il ragazzo finisce per innamorarsi, ricambiato, di sua moglie, e quando è costretto a recarsi in Messico per lavoro, trasferito proprio da Karl, una promessa...

Il film, ambientato in un'epoca diversa dalla nostra, racconta una storia d'amore e di passione che nasce e si alimenta senza bisogno di parole, attraverso sguardi, odori e piccoli dettagli, che l'esperto regista Patrice Leconte sottolinea con grande maestria. Il tutto supportato da una grandissima prova attoriale di Rebecca Hall, che riesce a mettere in ombra gli altri due interpreti, Richard Madden e Alan Rickman. Naturalmente si tratta di un film piuttosto lento e prevedibile, che tuttavia può essere apprezzato da tutti coloro che concepiscono l'amore e la passione in modo diverso dalla società odierna.

Robert McCall (Denzel Washington)  è un uomo mite che trascorre un'esistenza pacifica e routinaria, tra il lavoro, il tè e la lettura notturna. Quando però una giovanissima prostituta russa (Chloë Grace Moretz) di sua conoscenza viene picchiata selvaggiamente e minacciata di morte, Robert decide di intervenire. Dopo aver fatto fuori il magnaccio e i suoi uomini, Robert si trova a dover fare i conti con la mafia russa, decisa a vendicare l'affronto subito. Ma chi è realmente Robert McCall?

The Equalizer - Il vendicatore è un buon film d'azione con una trama non particolamente originale (il vendicatore solitario e la giustizia privata), che si appoggia quasi esclusivamente sulle spalle larghe di Denzel Washington, perfetto nei panni dell'uomo misterioso dal passato oscuro, tanto mite quanto spietato nella vendetta. Inoltre il ritmo serrato e le scene d'azione essenziali, cruente e avvincenti, rendono la visione piacevole e coinvolgente. Una garanzia per tutti gli amanti del genere.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...