mercoledì 12 luglio 2017

Recensione: Berlin. I lupi del Brandeburgo, di Fabio Geda e Marco Magnone

Titolo: Berlin. I lupi del Brandeburgo
Autore:
Fabio Geda, Marco Magnone
Editore: Mondadori
Pagine: 
230
Anno di pubblicazione: 2017

Prezzo copertina: 15,00 €


Dopo la tremenda battaglia di Natale, Jakob, Christa e i suoi amici devono ritrovare la piccola Nina, la sorellina di Bernd scomparsa durante la notte. Raggiunti da Timo - fuggito a sua volta dal Reichstag, i ragazzi scoprono che la bambina è stata presa da alcune inquietanti figure vestite con tute bianche. Seguendo le tracce lasciate da Verme - che a sua volta si è messo alle calcagne del misterioso gruppo, i ragazzi iniziano un lungo e pericoloso viaggio - immersi nel freddo e nella neve - che li condurrà fino a Berlino Est, dove si troveranno ad affrontare prima un gruppo di strambi ragazzi travestiti da animali, poi alcuni "lupi" pericolosi, per giungere infine alla più sconcertante delle
scoperte: gli adulti...

Ponte delle spie (Berlino)
Il quarto episodio della serie segna un punto di svolta nella storia del ragazzi di Berlino impegnati in una lunga e faticosa lotta per la sopravvivenza dopo la morte di tutti gli adulti (o quasi!) a causa di un virus letale. Parallelamente alle sorprese, continua il processo di crescita dei protagonisti, in particolar modo di Timo - lontano anni luce dal ragazzo arrogante e scontroso dei primi romanzo; così come l'evoluzione dei rapporti tra di essi - con tanto di svolta inaspettata nella relazione tra Jakob e Christa.

Palazzo di Sanssouci (Potsdam)
Lo stile di scrittura rimane lo stesso e nella lettura si alternano gli avvenimenti del presente con i ricordi dolorosi del passato. Tuttavia, nonostante una struttura narrativa simile, I lupi del Brandeburgo segna anche un passaggio importante nell'atmosfera del romanzo, che diventa sempre più cupo e inquietante.

GLI AUTORI
Fabio Geda è nato e vive a Torino, dove si è occupato a lungo di disagio minorile. Con Nel mare ci sono i coccodrilli ha venduto più di quattrocentomila copie e raggiunto la notorietà in Italia e in 30 Paesi del mondo. Ha sempre desiderato scrivere una saga per ragazzi. Ora l'ha fatto. Marco Magnone è nato nel 1981 ad Asti. Le storie le ha sempre amate in ogni forma: libri, fumetti, cinema, serie Tv, videogiochi. Berlino invece l'ha scoperta grazie al progetto Erasmus, ed è stato un colpo di fulmine. Dopo l'università ha iniziato a lavorare nell'editoria e a pubblicare reportage e diari di viaggio. Questa è la sua prima opera di narrativa.

 PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO