8 febbraio 2018

Recensione in anteprima: Tutto l'infinito del cielo, di Angela Contini. In libreria dal 22 febbraio

Titolo: Tutto l'infinito del cielo
Autore: Angela Contini
Editore: Newton Compton
Pagine: 360
Anno di pubblicazione: 2018
Prezzo copertina: 5,90 €

Recensione a cura di Marika Bovenzi


Avete mai pensato a cosa significa avere dei sogni nel cassetto? Inseguirli, combattere per essi, fare dei sacrifici e magari realizzarli? Quei sogni che ci animano, che ci spingono a non dormire di notte, che si tramutano in una passione vera e propria, e di cui non ci lamenteremmo mai per tutte le ore passate a coronarli. E proprio di queste anime sognatrici, fiere e combattenti parla Angela Contini nel nuovo romanzo intitolato Tutto l’infinito del cielo. Una storia ironica, formidabile e spontanea da cui trasuda coraggio, ferrea forza di volontà, ardore, determinazione e voglia
di vivere e realizzarsi. 

passioninspiration.tumblr.com
A rendere poi il romanzo davvero unico sono dei protagonisti agli antipodi: Mackenzie, una ragazza di origine irlandese che si è fatta strada nel mondo grazie alla sua indole temeraria; non ha peli sulla lingua e di certo non ha paura di lottare per i suoi ideali e per i suoi sogni. E sarà proprio il suo forte desiderio di salvaguardare la sua passione (nonché il suo lavoro), a spingerla a incatenarsi letteralmente alla pasticceria in cui lavora e a scontrarsi con Jordan Peterson, un uomo tutto d’un pezzo, riservato e diffidente, pronto a sottrarle lo stabilimento per aprire un beauty center. E la loro mal celata antipatia non farà che farli rincontrare nelle situazioni più paradossali, che vedranno complici scontri con pasticcini alla crema, cene con retrogusti alle arachidi, feste a base di cioccolatini per niente dolci e con una sorpresa scoppiettante, proposte di lavoro inaccettabili e tanto altro. Ma il destino è un’entità capricciosa e conosce modi intricati e misteriosi per avvicinare due persone dai caratteri apparentemente inconciliabili. Così tra aziende da salvare da debiti e crisi, cioccolatini sfornati all’alba, genitori pressanti, amici insistenti e gite improvvisate e ispiratrici, i due protagonisti riusciranno a trovare un suolo neutro nel loro infinito campo di battaglia. Un suolo su cui si insinuerà pian piano il germoglio dell’amore, fino a diventare un sentimento forte, ma allo stesso tempo delicato. E quando un cioccolatino speciale ci mette lo zampino e unisce due parti di uno stesso infinito, il risultato non potrà che essere spettacolare.

labottegadiamrita.tumblr.com
Con uno stile accattivante e frizzante, l’autrice ci riporta nei magnifici scenari naturalistici del Vermont e nella movimentata cittadina di Pretty Creek, un luogo da cartolina, meraviglioso, e in cui tutti vorremmo vivere almeno una volta. I protagonisti sono delle figure a tutto tondo: hanno pregi, difetti, vivono, si battono, scendono a compromessi, sono disposti a fare sacrifici e a mettere in discussione la loro conoscenza del mondo e della realtà circostante. Mackenzie è la rappresentazione in carne ed ossa della perseveranza, della forza d’animo, dell’indipendenza, e di un fuoco interiore che arde costantemente senza essere scosso da niente e nessuno. La sua controparte maschile, Jordan, è al contrario un personaggio saldo, solido, desideroso di avere tutto sotto controllo, e in costante lotta contro un retaggio familiare che non fa che opprimerlo e spingerlo a mettere da parte il sogno di una vita. Sono dei personaggi veri che, senza colpi di fortuna, devono affrontare la durezza della vita e l’imprevedibilità quotidiana, ma allo stesso tempo hanno una risolutezza emotiva che permette loro di gioire delle piccole cose. A mio parere, Jordan e Mackenzie ci insegnano che partendo dalle piccole cose, dai piccoli gesti, si può migliorare o addirittura cambiare la vita personale e quella altrui; e che non importa dove si abita, in un piccolo paesino sperduto o in una grande metropoli, le persone hanno dei grandi sogni, delle passioni, delle speranze che vanno rispettate e mai denigrate.

gatherandfeast.com
In conclusione è un libro con tante aspettative, tanti sogni ad occhi aperti, tante scoperte, tante meraviglie nascoste e inaspettate, ma soprattutto è un continuo arricchimento dell’animo e della mente. Tutto l’infinito del cielo con la sua semplicità, è un vero e proprio toccasana che con una delicatezza disarmante, avvolge il cuore di chi lo legge in un caldo abbraccio e ha lo stesso effetto terapeutico di un sorriso spontaneo, di una coperta morbida o di una cioccolata fumante in pieno inverno.

L'AUTRICE
Angela Contini è nata in Germania ma è italianissima. Vive in un piccolo paesino con il marito e il figlio. Ama guardare serie TV, ascoltare musica e preparare dolci. La Newton Compton ha pubblicato Tutta la pioggia del cielo, Tutte le stelle del cielo e Tutto l'infinito del cielo.