venerdì 24 ottobre 2014

Marito amante (Sylvia Day); Ciò che inferno non è (Alessandro D'Avenia) e altre novità Mondadori in libreria dal 28 ottobre

Titolo: Marito amante
Autore: Sylvia Day
Editore: Mondadori
Pagine: 276
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 14,90 €
  


Lady Isabel Pelham e il marchese Gerard Faulkner sono la coppia più scandalosa di Londra. Isabel è rimasta vedova da poco, Gerard è perdutamente innamorato di una donna già sposata: per sfuggire alle pressioni imposte dalla società, decidono di sfruttare la loro amicizia di lunga data per combinare un matrimonio di convenienza. Entrambi desiderano trarre il massimo beneficio da questa unione senza dover rinunciare ai rispettivi amanti e alla più sfrenata mondanità, e non hanno nessuna intenzione di rovinare tutto innamorandosi l'uno dell'altra.
Del resto, Isabel sa benissimo che un libertino come Gerard non potrebbe mai fare breccia nel suo cuore. Ma un tragico evento allontana improvvisamente Gerard, confinandolo nel silenzio per quattro anni... Quando fa ritorno a casa è una persona completamente diversa: il ragazzo spensierato e irriverente di una volta ha lasciato posto a un uomo riflessivo, forte e tremendamente irresistibile. Gerard è ora un marito che desidera il corpo e l'anima della moglie e non si fermerà di fronte a niente pur di vincere la ritrosia di Isabel e conquistarla. 

Sylvia Day, numero 1 nella classifica del "New York Times" e dei bestseller internazionali, è autrice di oltre venti romanzi pluripremiati e tradotti in più di quaranta paesi. È stata candidata come miglior autrice del 2013 dal sito Goodreads. I diritti televisivi della serie "Crossfire", la più amata dalle sue lettrici, sono stati opzionati da Lionsgate. Visitate le pagine dell'autrice.

Titolo: Il Mondo Emerso. Le storie perdute
Autore: Licia Troisi
Editore: Mondadori
Pagine: 396
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 20,00 €
  


«Dobbiamo risalire all'inizio di tutto, al giorno che cambiò per sempre la vita del Mondo Emerso. A un tempo remoto che nessuno ricorda, e che forse non è mai stato cantato. All'ultima ora di gioia, prima che la Storia iniziasse davvero.» Nata a Roma nel 1980, è l'autrice fantasy italiana più venduta nel mondo, grazie allo straordinario successo delle saghe del "Mondo Emerso", della "Ragazza Drago" e dei "Regni di Nashira". Laureata con una tesi sulle galassie nane, collabora con l'Università di Roma Tor Vergata come astrofisica. La memoria delle imprese di Nihal contro il Tiranno è ancora vivissima nel cuore del Mondo Emerso e nelle leggende che da oltre cent'anni i suoi abitanti si tramandano, di padre in figlio. Una notte d'inverno un misterioso cantastorie si presenta in una locanda con tre storie da raccontare, storie che le pagine delle Cronache non hanno mai narrato. Tra le note calde e ammalianti del suo liuto si schiudono così i misteri più preziosi della vita di Nihal: l'infanzia prima dell'incontro con Livon, lo spirito che si impossessò di Sennar sulle rive di una cascata magica, il sortilegio che riportò in vita la guerriera per difendere un popolo inerme e infine l'ultimo, sconvolgente segreto che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. A dieci anni dal grande esordio, l'eroina della saga più letta e celebrata di Licia Troisi torna nel Mondo Emerso per combattere una nuova, epica battaglia.

Licia Troisi. Nata a Roma nel 1980, è l'autrice fantasy italiana più venduta nel mondo, grazie allo straordinario successo delle saghe del "Mondo Emerso", della "Ragazza Drago" e dei "Regni di Nashira". Laureata con una tesi sulle galassie nane, collabora con l'Università di Roma Tor Vergata come astrofisica.

Titolo: Ciò che inferno non è
Autore: Alessandro D'Avenia
Editore: Mondadori
Pagine: 324
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 19,00 €
  


Don Pino sorride. Un sorriso strano, quieto, come emerso dal profondo del mare quando la superficie è in tempesta. Mi ricordo ancora la prima lezione con lui. Si era presentato con una scatola di cartone. L'aveva messa al centro dell'aula e aveva chiesto cosa ci fosse dentro. Nessuno aveva azzeccato la risposta. Poi era saltato sulla scatola e l'aveva sfondata. «Non c'è niente. Ci sono io. Che sono un rompiscatole.» Ed era vero. Uno che rompe le scatole in cui ti nascondi, le scatole in cui ti ingabbiano, le scatole dei luoghi comuni, le scatole delle parole vuote, le scatole che separano un uomo da un altro uomo. Federico ha diciassette anni e il cuore pieno di domande alle quali la vita non ha ancora risposto. La scuola è finita, l'estate gli si apre davanti come la sua città abbagliante e misteriosa, Palermo. Mentre si prepara a partire per una vacanza-studio a Oxford, Federico incontra "3P", il prof di religione: lo chiamano così perché il suo nome è Padre Pino Puglisi, e lui non se la prende, sorride. 3P lancia al ragazzo l'invito a dargli una mano con i bambini del suo quartiere, prima della partenza. Quando Federico attraversa il passaggio a livello che separa Brancaccio dal resto della città, ancora non sa che in quel preciso istante comincia la sua nuova vita, quella vera. La sera torna a casa senza bici, con il labbro spaccato e la sensazione di avere scoperto una realtà totalmente estranea eppure che lo riguarda da vicino. È l'intrico dei vicoli controllati da uomini che portano soprannomi come il Cacciatore, 'u Turco, Madre Natura, per i quali il solo comandamento da rispettare è quello dettato da Cosa Nostra. Ma sono anche le strade abitate da Francesco, Maria, Dario, Serena, Totò e tanti altri che non rinunciano a sperare in una vita diversa, che li porti lontano quanto il pallone quando lo si calcia fortissimo nel campetto di terra battuta. Le strade dove si muove Lucia, che ha il coraggio di guardare il mondo con occhi luminosi e di non voler fuggire, perché il solo lievito per un cambiamento possibile è nascosto tra le mani di chi apre orizzonti dove il destino prevederebbe violenza e desolazione.

Alessandro D'Avenia, (Palermo 1977), laureato e dottorato in Lettere classiche, insegna Lettere al liceo ed è sceneggiatore. Il suo romanzo d'esordio, Bianca come il latte, rossa come il sangue (Mondadori 2010) è uno straordinario caso editoriale, un libro di culto per una generazione. D'Avenia stesso ne ha tratto la sceneggiatura per la versione cinematografica. I suoi romanzi sono tradotti in più di venti Paesi in tutto il mondo.

Titolo: 1960
Autore:
Leonardo Colombati
Editore: Mondadori
Pagine: 468
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 19,00 €
  


Eccola, tutta gocciolante: ride. Ora esce dall'acqua come una moderna Afrodite, come la personificazione di una felicità che potrebbe durare per sempre, per tutti. Piastrelle colorate, cannucce, ombrelloni di tela, pezzi di plastica e vetro, stoffa e metallo, cuoio e carta, perspex e propilene, acciaio inox e calcestruzzo che, se posizionati in una certa angolazione rispetto alla luce del tempo, si trasformerebbero in schegge di specchio capaci di rifrangere minuscole porzioni di un Paese che in realtà non c'è mai stato, ma che avrebbe potuto esserci: un Paese più felice, più ricco, più coraggioso e spensierato. È il 25 agosto 1960. A Roma è in pieno svolgimento la cerimonia d'apertura della XVII Olimpiade: quella destinata a essere ricordata per Cassius Clay e Livio Berruti, Wilma Rudolph e Abebe Bikila. Sotto gli occhi dei capi di Stato di tutto il mondo, nel nuovo stadio sfilano gli atleti: "intere generazioni di estati hanno atteso compiacenti l'arrivo di quella divina policromia". Ma in quegli stessi giorni, non sono solo le delicate questioni di politica internazionale – che ogni Olimpiade si porta dietro – a preoccupare i Servizi segreti italiani: si è infatti diffusa sempre più insistente la voce che sia in preparazione un colpo di Stato che dovrebbe prendere le mosse dal rapimento del presidente della Repubblica, Gronchi. Per le indagini del caso, il generale De Lorenzo attiva uno dei suoi uomini migliori, il tenente colonnello Agostino Savio, distaccato presso la compagnia telefonica con il compito di intercettare le chiamate del maggiore Meneguzzer, anche lui agente del SIFAR, probabilmente coinvolto nel tentativo di golpe. Agostino si servirà a sua volta di un impiegato della compagnia telefonica, Gianni Negri, inconsapevole "spia" a cui è stato ufficialmente demandato il compito di intercettare e interpretare i bisogni di una nuova e interessantissima categoria di potenziali consumatori: i giovani. Tra questi – guarda caso – c'è anche Olimpia, figlia del maggiore Meneguzzer, adolescente incantatrice, intorno al cui fascino ruotano tutti i protagonisti del romanzo.

Leonardo Colombati (Roma 1970) ha pubblicato i romanzi Perceber (2005), Rio (2007) e con Mondadori Il re (2009) sulla fi gura di Gianni Agnelli. Ha curato il volume Bruce Springsteen: Come un killer sotto il sole. Il Grande Romanzo Americano (2007), con prefazione di Ennio Morricone. Redattore di "NUOVI ARGOMENTI", collabora a "VANITY FAIR".

Titolo: Parole dritte al cuore
Autore:
Maurizio Rossato  
Editore: Mondadori
Pagine: 168
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo copertina: 14,90 €
  


Questo libro raccoglie poesie, prose, lettere e monologhi scelti per la loro capacità di parlare, con forza, al cuore di tutti. Testi di grande intensità emotiva, di grande ispirazione, ma di comprensione semplice e immediata. Parole che regalano coraggio, emozioni e nuovi punti di vista sulla vita, tratte dalle opere di Jodorowsky, Neruda, Kipling, Pessoa, ma anche da film o spettacoli teatrali. Non conta se sono state scritte da grandi autori del presente e del passato: ognuno può ritrovarvi una propria emozione, un ricordo, un sentimento magari rimasto latente nel proprio animo e pronto per essere condiviso.

Maurizio Rossato, produttore e regista radiofonico, nasce a Pavia il 28 ottobre 1979. A vent'anni inizia a lavorare a Radio 24. Nel 2001 approda a Radio Deejay dove dal 2003 è alla regia de "Il Volo del mattino", storico programma dell'emittente condotto da Fabio Volo. Dalla sua passione per la poesia nel 2010 nasce "Parole Note", progetto discografico in cui alcuni tra i più importanti attori italiani interpretano poesie e monologhi musicati in modo totalmente nuovo e originale. Grazie al successo discografico, "Parole Note" diventa anche un programma radiofonico che dal 2011 entra a far parte del palinsesto di Radio Capital, e anche uno spettacolo live itinerante in cui video, musica e poesia si fondono in un unico racconto.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO