20 gennaio 2015

Non puoi dimenticare; Tutto o niente e altre novità Newton Compton in libreria dal 22 gennaio

Titolo: Non puoi dimenticare
Autore:
Jonathan Stone
Editore: Newton Comtpon
Pagine: 288
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina: 9,90 €


Stanley Peke è un tranquillo pensionato che, dopo aver trascorso quarant’anni a Westchester, vicino New York, ha deciso di trasferirsi con la moglie a Santa Barbara, per passare quanto gli resta da vivere sotto il caldo sole della California. Peke è ancora un uomo forte per la sua età, ma comincia a dimenticarsi le cose. Per questo, quando la ditta di traslochi si presenta a casa sua con un giorno di anticipo, Stanley non si insospettisce più di tanto: pensa semplicemente di aver memorizzato la data sbagliata e tutte le sue cose vengono caricate su un enorme camion che parte in direzione della nuova casa…
Così comincia uno dei più elettrizzanti thriller di tutti i tempi e svelare qualunque ulteriore dettaglio sarebbe un peccato, perciò l’editore si prende la responsabilità di non dire altro sulla trama, ma anche quella di consigliare caldamente la lettura di queste pagine a chiunque abbia voglia di vivere un’avventura straordinaria, una storia incredibile, scritta con maestria e grande talento: il libro dell’anno negli Stati Uniti.

Jonathan Stone, laureato a Yale, scrive la maggior parte delle sue opere sul treno che ogni giorno lo porta dal Connecticut a Manhattan, dove lavora come direttore creativo di un’agenzia pubblicitaria. È autore di racconti pubblicati in diverse raccolte di successo e di cinque romanzi. Non puoi dimenticare, appena pubblicato negli usa, è già stato opzionato per ricavarne un film. Per maggiori informazioni, visitate il suo sito jonathanstonebooks.com

Titolo: Tutto o niente
Autore:
M. Leighton
Editore: Newton Comtpon
Pagine: 320
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina: 9,90 €


La ricca cugina di Olivia Townsend, Marissa, ha tutto quello che una ragazza potrebbe desiderare: è ricca, ha un bel lavoro e tanti amici nell’alta società. Eppure non è felice. Perché la sua è una vita vuota, finta. Finché non arrivano i gemelli Davenport, Nash e Cash, a ribaltare per sempre tutto il suo mondo. Nash è sicuramente l’uomo più pericoloso e sexy che Marissa abbia mai incontrato. Ma è davvero così duro e intrattabile? Oppure dietro la maschera del criminale che sogna solo la vendetta si nasconde anche un uomo capace di amare? Marissa non riesce a resistere all’attrazione, irrazionale e irrefrenabile: grazie a lui scoprirà un universo dove il desiderio è libero di esprimersi, ma anche pieno di ombre oscure e terribili segreti. Una realtà dove nulla è ciò che sembra: tranne la passione cieca, alla quale non può sfuggire. Nash è un intero universo di pericolo, sesso, fascino, crimini e amore, e Marissa deve decidere. Se sceglie di stare con lui, deve essere pronta a cambiare ogni cosa; altrimenti, deve tornare alla sua esistenza di plastica. È a un bivio: tutto o niente…

M. Leighton è nata in Ohio. Ha scritto più di una decina di romanzi e i suoi libri sono bestseller del «New York Times» e di «USA Today». La Newton Compton ha pubblicato la serie Bad Boys: Solo per te, Ti stavo aspettando e Tutto o niente. Per saperne di più: www.mleightonbooks.com

Titolo: Sopravvissuto. Una storia vera
Autore:
Louis Zamperini, David Rensin  
Editore: Newton Comtpon
Pagine: 384 + 16 t.f.t.
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina: 9,90 €


Louis Zamperini è stato un atleta olimpico e un eroe della seconda guerra mondiale, sopravvissuto a un incidente aereo avvenuto il 27 maggio 1943, nell’ambito delle operazioni belliche sullo scacchiere del Pacifico. Il suo B-24, infatti, cadde in picchiata nell’oceano, e Louis e altri due superstiti rimasero per ben 47 giorni su una zattera, in balia delle privazioni e degli squali, in trepidante attesa di essere salvati. Ma a riportarli sulla terraferma non furono i loro commilitoni, bensì i soldati giapponesi. Comincerà così un vero e proprio calvario per Zamperini, che passerà i successivi due anni come prigioniero di guerra: verrà torturato e umiliato, picchiato, ridotto alla fame, costretto a lavorare come uno schiavo e perfino sottoposto a esperimenti scientifici. Anni interminabili, durante i quali l’aviazione americana lo dichiarerà prima disperso e poi ufficialmente morto. Eppure Zamperini non si darà mai per vinto. Per questo la sua straordinaria vicenda resta ancora oggi un’indimenticabile prova di coraggio, di gloria e di vero eroismo. 

 Il libro precede l'uscita di Unbroken, il nuovo film di Angelina Jolie. Al cinema dal 29 gennaio


Louis Zamperini nacque a Olean, a nord di New York, nel 1917 da immigrati italiani. Il padre era originario della provincia di Verona ed era arrivato da ragazzino in America. Il giovane Louis parlava solo italiano e fu preso di mira dai compagni di scuola. Il padre allora gli impartì qualche lezione di boxe e il fratello Pete, per allontanarlo dalle cattive compagnie, lo portò in pista a correre. In pochi anni divenne un fenomeno nei 5000 metri fino a partecipare alle Olimpiadi di Berlino del 1936 dove venne notato da Hilter che si volle congratulare con lui. Nel 1941, arruolato in aviazione, partecipò a diverse operazioni belliche, fino a quando non restò coinvolto in un incidente aereo. Naufragato e rimasto in mezzo al mare per 47 giorni, fu catturato dai giapponesi. Dopo due anni di prigionia riuscì a tornare negli Stati Uniti e a rifarsi una vita. È deceduto il 2 luglio 2014 all’età di novantasette anni. David Rensin, autore e co-autore di diversi volumi vive a Los Angeles, in California, con la moglie e il figlio.

Titolo: Storia dell'Olocausto
Autore: Klaus P. Fischer
Editore: Newton Comtpon
Pagine: 528
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina: 9,90 €

Lo sterminio degli Ebrei d’Europa rimane il peggior crimine commesso dai nazisti. In queste pagine Fischer ricostruisce la storia lacerata dei rapporti ebraico-tedeschi lungo oltre un millennio, dall’emigrazione e dalla ghettizzazione del Medioevo all’Illuminismo e all’emancipazione del XVIII secolo, ai vari pregiudizi antiebraici nel Secondo Reich, fino alla nascita di una giudeofobia patologica tra 1918 e il 1933. Fischer rifiuta il termine antisemitismo, che considera un eufemismo impreciso del tardo XIX secolo, e adotta quello di giudeofobia, che a suo parere costituisce una descrizione più corretta di una distorsione paranoide della realtà. Fischer ritiene che la giudeofobia tedesca sia essenzialmente di quattro tipi: cristiana o comunque religiosa, socialmente discriminatoria, nazionalistica o xenofobica e, infine, biologico-razziale. Come e perché un pregiudizio religioso si è potuto trasformare in una discriminazione sociale e politica, fino a scatenare lo sterminio? Questo sconvolgente resoconto del destino degli Ebrei nello Stato razziale nazista, dalle prime azioni selvagge alla manifestazione finale dell’odio giudeofobico, ospita anche un’analisi delle reazioni tedesche successive all’Olocausto, dalla rimozione collettiva al ritorno dei sopravvissuti.

Klaus P. Fischer è nato a Monaco di Baviera nel 1942. Cresciuto nella Germania postbellica, si è poi trasferito negli Stati Uniti. Storico dell’Europa moderna, specializzato in storia dell’Olocausto, tra i suoi libri ricordiamo Nazi Germany: A New History e Oswald Spengler and “The Decline of the West”.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...