martedì 27 gennaio 2015

The hot zone - Area di contagio; Tu e nessun'altra: novità Rizzoli in libreria dal 29 gennaio

Titolo: The hot zone - Area di contagio. La vera storia del virus Ebola
Autore: Richard Preston
Editore: Rizzoli
Pagine: 352
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 17,00 

«Ebola era comparso in quelle stanze, aveva sventolato i suoi stendardi, si era nutrito e quindi si era nuovamente ritirato nella foresta. Tornerà». Così Richard Preston concludeva, venti anni fa, agli inizi degli anni Novanta, la sua opera più importante, The Hot Zone – Area di contagio. Non un romanzo, ma una storia vera, come lo sono i personaggi descritti. Dal profondo delle foreste tropicali, dove fino al 1980 è vissuto e si è moltiplicato senza che la medicina ne rilevasse l’esistenza, un virus letale si manifesta all’improvviso: attacca le scimmie, ma anche l’uomo, e gli effetti sono rapidissimi e devastanti.
La difficoltà di riconoscerne i sintomi, l’inefficacia delle terapie, la facilità con cui il virus si propaga e uccide: attraverso la ricostruzione storica dei primi casi e dei progressi della ricerca condotta nel tempo, Preston consegnò un’opera che oggi appare ancora più attuale. Un testo a metà fra indagine scientifica e narrazione, che grazie alla preparazione del suo autore ci racconta cos’è Ebola, un fenomeno che dopo una lunga fase silente è tornato, più violento che mai. E per il quale non esiste ancora un vaccino, ma solo la consapevolezza di dover fare molto in fretta.

RICHARD PRESTON, collaboratore della rivista “The New Yorker”, è autore di diversi libri di divulgazione scientifica e nel 1992 ha ricevuto il premio Eugene McDermott del Massachusetts Institute of Technology. The Hot Zone – Area di contagio nasce da un articolo-inchiesta comparso sul “The New Yorker” ed è la sua opera più conosciuta.

Titolo: Tu e nessun'altra
Autore: Claudio Zanella
Editore: Rizzoli
Pagine: 324
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 17,00 

La bambina è arrivata così, minuscola e piangente, in un pomeriggio di autunno. Irene l’ha vista nascere ed è stata lei, quasi per sbaglio, a darle il nome Mia. Perché con sua cugina Viola ha condiviso proprio tutto, si sono guardate crescere e diventare donne. Erano insieme la notte in cui Irene, vestita da gatto, a una festa ha incontrato l’uomo con cui avrebbe trascorso dieci anni. E Viola l’ha portata con sé tra hotel a picco sul mare e serate di gala, quando il successo come attrice l’ha travolta. Ma a Irene crolla ogni certezza, nell’istante in cui entra nell’appartamento allagato della cugina, cammina col cuore stretto verso il bagno e la trova: è annegata in una vasca colma di fiori e ha lasciato sua figlia da sola. Dolore, rabbia, uniti a una sensazione di inviolabile responsabilità. Ora che Mia ha due anni e suo padre non l’ha riconosciuta, toccherà a Irene prendersene cura. Ne sarà capace? Sarà disposta ad abbandonare la sua libreria di Firenze e troncare con Luca, che non vuole figli? Come si fa a diventare madre senza averlo chiesto?

CLAUDIA ZANELLA, nata a Firenze nel 1979, vive a Roma. Dopo una laurea in Lettere, ha lavorato come attrice, diretta, tra gli altri, da Gabriele Salvatores e Marco Bellocchio. Questo è il suo primo romanzo.

PUOI ACQUISTARE I LIBRI QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO