giovedì 5 febbraio 2015

Recensione: QUANDO TUTTO SARA' FINITO di Audrey Magee

Titolo: Quando tutto sarà finito
Autore: 
Audrey Magee
Editore: Bollati Boringhieri
Pagine: 320
Anno di pubblicazione: 2015
Prezzo copertina: 18,00 €


Recensione a cura di Marika Bovenzi

Quando tutto sarà finito è il romanzo d’esordio della scrittrice e giornalista irlandese Audrey Magee. È l’autunno del 1941, quando Peter Faber, un giovane soldato tedesco, nonché insegnante nella vita, arriva a Berlino per conoscere sua moglie, Katharina Spiller, che ha sposato conoscendola solo in fotografia, mentre era di servizio sul fronte russo. Il loro è uno dei tanti matrimoni combinati sulla carta per garantire a lui settimane di congedo e a lei un marito e una pensione.

Inizialmente i rapporti non sono semplici, ma in seguito, inaspettatamente, nasce tra loro complicità e amore, tanto che al momento della separazione si scambiano promesse di fedeltà e di un futuro insieme. Il ricordo dei giorni passati con Katharina, l’attesa del figlio, e di una vita con lei al ritorno in patria, saranno le sole cose che permetteranno a Peter di sopportare le atrocità della guerra.

Le ambientazioni sono descritte in modo minuzioso. La scrittrice attraverso una serie di dialoghi, narra al lettore delle crudeltà, della disumanità e della ferocia della battaglia di Stalingrado.

Una delle particolarità del libro risiede nel fatto che la storia è narrata dal punto di vista tedesco, dalla parte di chi nel suo piccolo non condivideva le teorie e la politica hitleriana: Katharina, ragazza di una città grande e crudele, dattilografa di una banca, il cui sogno è quello di allontanarsi da un padre convinto seguace della dottrina nazista; Peter, uomo sensibile, piegato dall'efferatezze di una sanguinosa guerra e dalla morte dei compagni di marcia. Due personaggi e un solo pensiero: resistere per rincontrarsi “quando tutto sarà finito”.

Lo stile è semplice, diretto e trascinante. La scrittrice utilizza tanti dialoghi per descrivere da un lato le speranze, i sogni e i desideri di due esseri umani in un’epoca severa e giudiziosa, dall'altro la brutalità di una guerra scoppiata su più fronti. 

Consiglio questo romanzo per lo spirito coinvolgente e la maestria nella scrittura.

L'AUTRICE
Audrey Magee collabora come giornalista per numerose testate, tra cui «The Times», «The Irish Times», «The Observer» e «The Guardian». Ha conseguito un Bachelor of Arts in tedesco e francese all’University College di Dublino e un master di giornalismo al Dublin City College. Vive a Wicklow con il marito e le tre figlie. Quando tutto sarà finito è il suo primo romanzo.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO