domenica 8 marzo 2015

Noi e la Giulia; Le leggi del desiderio; Kingsman - Secret Service; Automata; Focus: opinioni sui film nelle sale

Tra le proposte cinematografiche italiane disponibili nelle sale, Noi e la Giulia è senza dubbio il film più interessante. La nuova commedia di Edoardo Leo fotografa in modo preciso una generazione di "falliti" che hanno smesso di lottare e credere nei sogni accontentandosi di condurre una vita ordinaria, segnata da difficoltà finanziare e problemi sociali. In quest'ottica l'impresa di Diego (Luca Argentero), Fausto (Edoardo Leo) e Claudio (Stefano Fresi), ai quali si uniranno anche Sergio (Claudio Amendola) e Elisa (Anna Foglietta), ovvero quella di aprire un agriturismo in una terra dominata dalla camorra, ha il sapore della resistenza, del coraggio, del riscatto sociale di chi vuole riprendere in mano la propria esistenza.

Noi e la Giulia, tratto dal romanzo "Giulia 1300 e altri miracoli" di Fabio Bartolomei, è un film in bilico tra realismo e fiaba moderna che diverte e fà riflettere. Un esempio di quel cinema intelligente capace di parlare dei drammi sociali che affliggono il nostro paese, come la crisi, le mafie e l'assenza di ideali, in modo leggero e divertente. Ottima la prova di tutti gli attori, tra i quali bisogna segnalare un Carlo Buccirosso (nei panni di un affiliato della camorra) in grande forma. Consigliato.

Altro film italiano nelle sale è Le leggi del desiderio, terza prova alla regia di Silvio Muccino, dopo Parlami d'amore e Un altro mondo, sempre in collaborazione con la sceneggiatrice Carla Vangelista, oramai presenza fissa nella vita dell'attore, regista e scrittore. Si tratta di una commedia ambiziosa, chiaramente di ispirazione americana, in cui Muccino interpreta Giovanni Canton, un funambolico trainer motivazionale che promette di aiutare tre persone a raggiungere i loro desideri; una donna timida (Carla Signoris) che scrive romanzi erotici e non ha il coraggio di uscire allo scoperto; un uomo fuori forma (Maurizio Mattioli) che ha perso il lavoro; una giovane giornalista (Nicole Grimaudo), amante del capo (Luca Ward), che vorrebbe finalmente prendere in mano la sua vita. Quello che però Canton non si aspetta è che il cambiamento potrebbe rigardare anche lui...

Le leggi del desiderio è un film sostanzialmente originale per il cinema italiano, e anche solo per questo Muccino merita un plauso. Il film si rivela una commedia leggera, piacevole, divertente, ma allo stesso tempo prevedibile, scontata. Alcune parti sono più riuscite di altre, a dimostrazione che la sceneggiatura doveva (e poteva) essere più curata. A livello tematico la storia gira intorno alla realizzazione dei propri desideri, che non sempre coincidono con il successo, a cui bisogna arrivare senza smarrire se stessi. Anche perchè a volte la felicità non si raggiunge con il cambiamento ma con la consapevolezza e l'accettazione di quello che siamo, pregi e difetti. Una commedia che merita la fiducia del pubblico, adatta per trascorrere una serata leggera.

Una commedia invece da non perdere assolutamente è Kingsman - Secret Service, che si candida ad essere una delle rivelazioni dell'anno. In bilico tra thriller, spionaggio, parodia e blockbuster, il film racconta la storia di un'organizzazione supersegreta britannica che recluta e forma spie, intenta a sventare il piano criminale del folle Richard Valentine (Samuel L. Jackson), che vuole ridurre drasticamente la popolazione mondiale per dare avvio ad un nuovo inizio. Sulle sue tracce si metterà prima l'agente Harry Hart (Colin Firth) e dopo il giovane Eggsy (Taron Egerton), inserito nel programma di formazione per spie proprio dallo stesso Harry.

Kingsman rilancia la figura dell'agente segreto mescolando elementi pop, azione e tanta ironia, ispirandosi a figure come quella di James Bond e John Steed. Il risultato è un film divertente, avvincente, imprevedibile, che tiene lo spettatore incollato fino all'epilogo. Tra gli attori Colin Firth è una sicurezza, Samuel L. Jackson divertente come non mai e il giovane Taron Egerton una sorpresa. Da vedere!

Per gli amanti della fantascienza nelle sale c'è Automata, un film che riprende alcune tematiche care al genere come il rapporto tra umani e robot, i disastri ambientali e l'estinzione umana. Il film di Gabe Ibáñez è il classico esempio di come fare del cinema intelligente senza spendere cifre esorbitanti. 2044. La Terra sta andando verso la desertificazione e l'umanità lotta per la sopravvivenza. Jacq Vaucan (Antonio Banderas) è un agente assicurativo che lavora per una società di robotica, la Roc Robotics Corporation, e si occupa della gestione dei robot difettosi. Quest'ultimi infatti sono stati creati per aiutare gli umani, ma non possono autoripararsi. Quando però uno di loro viene scoperto a farlo, Jacq viene chiamato a trovare il responsabile della manomissione. La sua scoperta lo metterà in grave pericolo...

Il regista riesce a creare uno scenario futuristico agghiacciante, in cui trovano forma i peggiori timori di chi ipotizza un graduale disfacimento ambientale, dovuto soprattutto all'utilizzo del nucleare. In questo contesto si svolge la terrificante lotta per la sopravvivenza degli uomini, che pensano di poter controllare e gestire i robot. Il film scorre via bene e la recitazione degli attori è credibile. Anche senza effetti speciali, la fotografia è molto interessante e trasmette un senso d'angoscia. Un film consigliato per gli amanti del genere.

Focus è il nuovo film di Will Smith che interpreta il ruolo di Nicky, un truffatore esperto che decide di insegnare alla giovane e affascinante Jess (Margot Robbie) i trucchi del mestiere. Alla fine del lavoro però, nonostante il sentimento che prova per lei, decide di scaricarla. Tre anni dopo, quando i due si incontrano nuovamente per caso, Nicky scopre di essere ancora innamorato di Jess, ma quest'ultima è fidanzata con il ricco uomo che l'ha ingaggiato... Focus è un film facile, poco originale, basato quasi esclusivamente sul talento di Will Smith. Un thriller lineare che gioca con le apparenze, da cui il sottotitolo "niente è come sembra". Un film di puro intrattenimento che scorre via bene e si dimentica altrettanto in fretta.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO