15 maggio 2015

Recensione: BUNKER DIARY di Kevin Brooks

Titolo: Bunker diary
Autore:
Kevin Brooks
Editore: Piemme
Pagine: 300
Anno di pubblicazione: 2015 

Prezzo copertina: 15,00


Recensione a cura di Marika Bovenzi

Bunker diary è il nuovo romanzo suspense di Kevin Brooks. Ancora una volta lo scrittore non delude i lettori proponendo una storia pregna di mistero, dolore, oscurità e claustrofobia. Il romanzo viene narrato sotto forma di diario da parte di Linus Weems, il sedicenne imprigionato in un bunker insieme ad altre cinque persone: Jenny, una bambina di nove anni; un tossico vagabondo; un consulente manageriale; un agente immobiliare; un filosofo professionista.

Nessuno conosce il motivo del rapimento né la vera identità dei rapitori. Una sola cosa è certa: i sequestratori amano prendersi gioco di loro. Tra violenze, torture, crisi, minacce e crolli psicologici i protagonisti dovranno affrontare una realtà alternativa che li costringe a scelte ardue e quasi immorali. Chi di loro riuscirà a salvarsi? Qual è il motivo reale della loro scomparsa?

L’ambientazione è terrificante e crudele. Una parodia dalle orride sfumature in cui i personaggi vengono trattati come “cavie da laboratorio” e spiati attraverso telecamere in un bunker angusto, grigio e quasi spettrale. I personaggi sono caratterizzati da un certo spessore psicologico. Dal bambino, nonché narratore Linus, egoista e arrogante, a Jenny, protagonista fondamentale, agli altri tre adulti che come i più piccoli subiranno angherie. I soprusi e le vessazioni fanno si che le vittime subiscano cambiamenti psichici forti.

Lo stile è diretto, adrenalinico ed emozionante. Attraverso una narrazione serrata lo scrittore riesce a trasmettere al lettore la paura, l’ossessione, gli incubi e i tormenti dei protagonisti, trasportandolo in un ambiente asfissiante e tetro. Il romanzo ricorda a tratti la saga di Maze Runner di James Dashner.

Un libro elettrizzante da non perdere.

L'AUTORE
Kevin Brooks è nato e cresciuto a Exeter, in Gran Bretagna. Terminata la scuola si è trasferito a Londra per cercare di diventare una rock star. Dopo aver lavorato in uno zoo, un crematorio e un ufficio postale, ha cominciato a fare quello che gli riusciva meglio: scrivere libri per ragazzi. Attualmente vive nello Yorkshire ed è un acclamato autore.

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...