30 gennaio 2016

Recensione: LA PIANISTA DI VIENNA di Mona Golabek e Lee Cohen

Titolo: La pianista di Vienna
Autore: Mona Golabek, Lee Cohen
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 307
Anno di pubblicazione: 2016

Prezzo copertina: 19,90 €


Vienna, 1938. Lisa Jura ha solo 14 anni ed è gia considerata una pianista di talento. La ragazzina, però, è ebrea e dopo l'invasione dei tedeschi le viene impedito di continuare a frequentare il suo maestro, primo passo verso una vera e propria discriminazione razziale. A causa del crescente antisemitismo, dopo la drammatica Notte dei cristalli, i genitori di Lisa decidono di spedirla nel Regno Unito, potendo sfruttare un unico posto sul Kindertransport, un programma umanitario promosso da Bloomsbury House per far evacuare i bambini ebrei dalla Germania e da altri territori occupati dai
tedeschi. Costretta ad abbandonare i genitori e le due sorelle, la maggiore Rosie e la dodicenne Sonia, Lisa si ritrova a dover affrontare una realtà nuova tutta da sola, armata solo del grande sogno di diventare una pianista.

Aaron e Lisa
Spedita a lavorare come cameriera nella piccola località marittima di Brighton, la ragazza conosce la solitudine e la tristezza di dover rinunciare alla musica; sentimenti che la spingono a scappare per tornare a Londra, dove viene accolta nella comunità di rifugiati di Willesden Lane. Qui, dopo aver trovato lavoro presso una fabbrica di vestiti, Lisa riprende a suonare il pianoforte con il benestare della rigida governante, la signora Cohen, di cui ben presto diventa la favorita. Inoltre, stringe amicizia con altri rifugiati, in particolare Gina, Paul, Gunter e Aaron, il ragazzo ribelle di cui finisce per innamorarsi. E mentre la sorellina Sonia riesce a raggiungerla con l'ultimo viaggio utile, proprio grazie all'aiuto di Lisa, lo scoppio della guerra costringe i ragazzi di Willesden Lane a confrontarsi con la fame, i bombardamenti, la morte e la paura per i cari rimasti in patria. Eppure, nonostante la situazione difficile, Lisa decide di continuare a suonare, investendo tutte le sue energie per entrare nella prestigiosa Royal Academy of Music di Londra...

I bambini di Willesden Lane
The Children of Willesden Lane, tradotto in italiano come La pianista di Vienna, è il commovente racconto della vita della pianista Lisa Jura durante gli anni del secondo conflitto mondiale. Scritto dalla figlia Mona Golabek, pianista come lei, insieme al giornalista Lee Cohen, il libro permette al lettore di conoscere un aspetto poco noto dell'Olocausto, ovvero quello dei quasi diecimila bambini ebrei che riuscirono a salvarsi grazie al Kindertransport e al buon cuore dei cittadini britannici, pronti ad accoglierli nelle loro case.

I bambini del Kindertransport appena arrivati in Gran Bretagna
La pianista di Vienna, però, non è solo la cronaca drammatica degli eventi di cui furono protagonisti questi bambini, che trovarono il coraggio di affrontare da soli la tragedia della guerra, ma anche il racconto di una passione viscerale che diventa mezzo per superare le sofferenze, supportare gli altri e realizzare i propri sogni. Un testimonianza, quindi, della potenza della musica classica, capace di far vibrare le corde dell'anima, e della necessità di coltivare il proprio talento senza arrendersi mai, neanche di fronte agli ostacoli apparentemente insormontabili.

Lisa e Sonia Jura
La pianista di Vienna, seguendo il ritmo incalzante del Concerto per pianoforte di Grieg, mette a nudo il mondo interiore della protagonista. Dalla Notte dei cristalli al Kindertransport, dal Blitz di Londra al liberatorio suono delle campane cittadine, fino al debutto alla Wigmor Hall, il lettore viene risucchiato in un vortice di musica, passioni, eventi drammatici, sentimenti contrastanti e figure memorabili: come la rigida e combattiva signora Cohen; Hans, il figlio non vedente con la passione per la musica; il ribelle e affascinante Aaron; il silenzioso poeta in erba Johnny; la generosa signora Canfield; l'intraprendente amica del cuore Gina; e tanti altri. Un inno alla vita e alla musica. Una storia coinvolgente che merita di essere conosciuta e tramandata ai posteri.

GLI AUTORI
Mona Golabek vive a Los Angeles. Pianista di fama internazionale, ha trasmesso ai suoi figli – anche loro musicisti – la passione per la musica, quella che lei stessa ha ereditato dalla madre, Lisa Jura, protagonista di questo libro. Lee Cohen è giornalista, sceneggiatore e poeta. Vive a Los Angeles. 


PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...