mercoledì 24 febbraio 2016

Recensione: UN BACIO IN BOCCA. Sedici scrittori italiani raccontano la passione

Titolo: Un bacio in bocca. Sedici scrittori italiani raccontano la passione
Autore: AA.VV.
Editore: Longanesi
Pagine: 221
Anno di pubblicazione: 2016
Prezzo copertina: 14,90 €


Un bacio in bocca è una raccolta di sedici racconti brevi firmati da altrettanti autori italiani. Il tema centrale è la passione che - come afferma Giorgio Nisini nella sua bellissima prefazione al libro - "può definire tante cose differenti tra loro - la sofferenza, appunto, il dolore, la mancanza di obiettività, l'amore violento e privo di controllo, il martirio - ma anche [...] una forza trascinante che dà senso alla nostra vita. E' il suo vigore spirituale, l'energia interiore in grado di segnare il destino di
una persona.". I sedici racconti di questa raccolta provano a coglierne la natura complessa, le sfumature, le contraddizioni.

Viterbo
Si va dalla passione per la storia di un personaggio fuori dagli schemi come Francesco Zazi, tratteggiato dalla penna ironica e tagliente di Giuseppe Culicchia; alla passione politica di Franco Serantini, un anarchico italiano morto giovanissimo nel carcere Don Bosco, ricordato da Fulvio Abbate; alla passione per il cinema di Jean-Gaston Enfray, un uomo geniale che ha avuto la sfortuna di nascere nel momento sbagliato, ricordato da Errico Buonanno; alla passione per la scrittura che può trasformarsi in odio, invidia e ossessione, tanto da spingere alla follia l'insospettabile protagonista del racconto di Giuseppe Conte.

Chiara Gamberale, invece, ci racconta la passione sopita di una coppia in crisi che si risveglia ad un passo dal baratro; Franco Limardi la passione finita di una coppia che ha superato la sofferenza ed è pronta a dirsi addio; Giorgio Nisini la passione clandestina che può nascere da uno sguardo e trascinare un uomo sposato in un vortice di desiderio, esitazione, attrazione e paura, prima di spingerlo - inevitabilmente - verso l'adulterio. E ancora la passione sofferta e le ossessioni del protagonista del racconto di Simona Sparaco; la passione breve ma intensa tra due giovani durante la guerra, raccontata in uno struggente e poetico dialogo a due firmato da Sergio Claudio Perroni; la passione di una notte che può cambiarti la vita, come nel caso del protagonista del racconto di Valentina D'Urbano; la passione che può riaccendere il desiderio, la voglia di sentirsi nuovamente parte del mondo, come accade al protagonista del racconto di Giuseppe Aloe dopo l'incontro con l'affascinante Pauline; la passione disillusa di una puttana che sta per dire addio alla vita, aspettando un "Rinascimento" che non arriverà mai.

La Macchina di Santa Rosa (Viterbo)
Romana Petri ci racconta la passione che si manifesta come misticismo, devozione e fervore religioso nella processione in onore di Santa Rosa: cento coraggiosi uomini disposti a caricarsi sulle spalle i quarantasei quintali del baldacchino (la Macchina di Santa Rosa), che viene portato in trionfo per le vie della città. La stessa passione che può trasformarsi in estremismo, intolleranza e violenza, come leggiamo nel racconto di Aldo Nove. E c'è anche la passione che odi ma finisce per determinare tutta la tua esistenza, come succede al protagonista di Le gazze non fumano di Lorenzo Marrone. E infine la passione per il viaggio, che nella Vetus Urbs di Marco Peano può trasformarsi in un'avventura con il brivido.

Il filo conduttore, quindi, è la passione, ma anche l'affascinante centro medioevale di Viterbo, dove ogni anno va in scena il festival letterario Caffeina: dieci giorni di incontri, dibattiti, rappresentazioni e musica che si svolgono a inizio estate; non a caso la raccolta è nata per festeggiare il decennale di questo importante evento culturale italiano, che ha già ospitato i sedici grandi autori di questi racconti.

Una lettura originale, piacevole e interessante per cogliere - come afferma lo stesso Nisini - "la natura ibrida e polimorfa della passione, la sua capacità di racchiudere insieme, come pensava San Tommaso, il pericolo del vizio e la possibilità della virtù".

Caffeina Cultura 2015 (Viterbo)
Giuseppe Culicchia - Francesco Zazzi
Fulvio Abbate - Il ritratto di Franco Serantini
Giuseppe Conte - Ti rubo la vita
Chiara Gamberale - Dove vanno a finire i gioielli di famiglia
Franco Limardi - Davanti al duomo
Giorgio Nisini - Cose che hanno a che vedere con la luce
Sergio Claudio Perroni - Tra due cieli
Giuseppe Aloe - Che dice la mezzanotte, Pauline?
Errico Buonanno - Remake
Valentina D'Urbano - Amaranta
Romana Petri - Portatemi in trionfo!
Simona Sparaco - Ossessioni
Aldo Nove - Woobinda remix (il bagnoschiuma 2015)
Annarita Briganti - Rinascimento
Lorenzo Marone - Le gazze non fumano
Marco Peano - Cosa fare a Vetus Urbs quando sei morto

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

98 giorni 14 h 52 minuti 31 secondi
L’ANGOLINO