30 novembre 2017

Recensione: Christmasaurus. Un dinosauro per Natale, di Tom Fletcher

Titolo: Christmasaurus. Un dinosauro per Natale
Autore: Tom Fletcher

Editore: De Agostini
Pagine: 360
Anno di pubblicazione: 2017
Prezzo copertina: 14,90 €


Recensione a cura di Marika Bovenzi

Natale è fatto di sogni, speranze e a volte di quella magia che realizza desideri che appaiono impossibili. William Trundle è un bambino che crede tantissimo in quella magia e in particolar modo in Babbo Natale. La sua vita è stata segnata dalla perdita della madre in tenera età, e come se non bastasse suo padre, in preda al dolore, non sa come comportarsi con lui e finisce per essere apprensivo e affibbiargli nomignoli esasperanti; mentre a scuola gli amici di sempre lo
hanno abbandonato e altri lo hanno preso di mira. 

Immagine dal libro
Eppure William non si abbatte e si rifugia nella sua magica casa popolata dai dinosauri: i suoi calzini, il suo pigiama, il suo spazzolino e tante altre riproduzioni che li rappresentano. Tutta la sua esistenza è costellata dalla presenza costante dei dinosauri e il suo desiderio più grande è posserne uno reale. Per questo decide di scrivere una letta per Babbo Natale, in cui gli spiega che, nonostante sia conscio dell’impossibilità di avere un dinosauro vero e proprio (perché estinti), il suo sogno non svanisce. Quello che non sa però è che nelle profondità del Polo Nord, un uovo di dinosauro è rimasto sepolto per millenni... Babbo Natale, toccato dal desiderio profondo e sentito del bambino, si lancia alla ricerca dell’uovo: tra renne volanti, missioni pericolose, filastrocche, folletti magici, addobbi e corse contro il tempo, riuscirà il padre del Natale ad accontentare William?

Immagine dal libro
Lo stile di Tom Fletcher è semplice e caratterizza un linguaggio diretto e fluido. La particolarità di questo romanzo risiede nella figura del protagonista: William, pur essendo un bambino sfortunato e denigrato, nasconde le proprie debolezze al mondo degli adulti rifugiandosi in un universo popolato da quelli che potremmo definire “mostri”. Personalmente, ho apprezzato tantissimo la caratterizzazione del suo personaggio: da un lato perché ci dimostra che le difficoltà e i momenti bui della vita non devono oscurare sogni e desideri; dall’altro perché per un bambino che dovrebbe dimenarsi, piangere e cercare una madre ormai perduta, dimostra una maturità singolare e una consapevolezza del mondo senza eguali. Inoltre, non posso non menzionare il fatto che l’autore, attraverso semplici parole, abbia impregnato lo scritto di tematiche profonde: il bullismo; il dolore per la perdita di un genitore; il difficile percorso di elaborazione del lutto; la forza dei sogni, della perseveranza e della buona fede. Il tutto arricchito dalle magnifiche e divertenti illustrazioni di Shane Devries.

Immagine dal libro
In conclusione, Christmasaurus. Un dinosauro per Natale è un romanzo interessante e formativo che va letto e amato; un’ottima storia da leggere con i più piccini nella gioiosa atmosfera natalizia.

L'AUTORE

Tom Fletcher è nato da un uovo che si è schiuso tra i ghiacci del Polo Nord. Dopo aver composto canzoni per vari anni con la sua band, i McFly, ha deciso di dedicarsi alla scrittura. È autore di diversi libri diventati bestseller in tutto il mondo. Christmasaurus – Un dinosauro per Natale unisce l’amore di Tom per il Natale e i dinosauri, e segna il suo esordio nella narrativa per ragazzi. Tom vi consiglia di leggerlo con una bella tazza di cioccolata calda a portata di mano, e spera che vi piaccia! 

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI