1 gennaio 2021

Recensione: Il caso del bouquet misterioso. Enola Holmes Vol. 3, di Nancy Springer

Titolo:
Il caso del bouquet misterioso. Enola Holmes Vol. 3
Autore: Nancy Springer
Editore: DeA
Pagine: 184
Anno di pubblicazione: 2020
Prezzo copertina: 14,90 €

Recensione a cura di Daniela

Il terzo romanzo della saga di Enola Holmes ci riporta a Londra, nel 1889, mentre Enola è impegnata ad inventare una nuova identità per nascondersi dai fratelli maggiori Mycroft e Sherlock Holmes che vogliono rinchiuderla in un collegio. Finora ad avere la meglio è stata sempre Enola che grazie ai suoi travestimenti ed alla sua spiccata intelligenza è riuscita sfuggire, niente di meno che al grande investigatore Sherlock Holmes. Un nuovo caso da risolvere le si palesa davanti agli occhi leggendo il titolo di prima pagina del Daily Telegraph che annuncia la scomparsa del dottor John Watson, amico e collaboratore di Sherlock Holmes, nonché narratore delle sue grandiose avventure. Pur sapendo che Sherlock avrebbe sfruttato ogni risorsa in suo potere per ritrovare l'amico scomparso, Enola non può fare a meno di mettersi in competizione con lui. Dopo aver accuratamente modificato il proprio aspetto in modo da rendersi non riconoscibile, decide di andare a trovare la signora Watson per acquisire informazioni utili e cercare possibili indizi che possano indirizzarla verso la giusta strada per la risoluzione del caso. In effetti, durante la visita in casa Watson, Enola, che grazie all'educazione ricevuta dalla madre conosce il linguaggio dei fiori, nota un bizzarro bouquet di fiori e nella sua mente si fa strada l'idea che il bouquet rappresenti un chiaro messaggio di vendetta, lasciato dal responsabile della sparizione del dottor Watson. Ancora una volta Enola è un passo avanti al fratello e, come sempre accade, il suo brillante intuito le mostrerà la pista da seguire, ma non senza difficoltà, né senza mettere a repentaglio la sua giovane vita.


La protagonista si racconta in prima persona e spesso si rivolge direttamente al lettore, che, a differenza di Enola e Sherlock, dal principio conosce la soluzione al caso. Nonostante questo interessante particolare, la narrazione segue un ritmo talmente serrato, frutto di un linguaggio fluido ed estremamente brillante, che è praticamente impossibile non lasciarsi coinvolgere dalla lettura, la quale non può che concludersi con il desiderio di arrivare all'epilogo della storia senza interruzioni di sorta. Enola si racconta attraverso le sue emozioni, mediante le quali scopriamo i suoi pregi e difetti, le sue debolezze, ma anche i suoi punti di forza. Rendendoci partecipi delle sue riflessioni e allo stesso tempo della sua evoluzione interiore, scopriamo che la giovane Enola sta crescendo e che, come le ha sempre ripetuto sua madre, se la caverà benissimo da sola.


L'AUTRICE
Nancy Springer è nata in New Jersey nel 1948. Autrice di numerosi romanzi, i suoi libri hanno ottenuto importanti riconoscimenti letterari. Durante la carriera ha scritto sia per adulti che per ragazzi, spaziando dal fantasy al mistery, dalla mitologia alla fantascienza. Enola Holmes, la sua serie di maggior successo, è stata tradotta in 21 Paesi e ha venduto milioni di copie in tutto il mondo. Il caso del marchese scomparso è il primo dei sei titoli dedicati all’eroina femminista che porta il cognome degli Holmes. Grazie alla star del cinema e del web, Millie Bobby Brown, ora le avventure di Enola Holmes sono anche diventate un grande film di cui è produttrice e protagonista.