15 gennaio 2012

Recensione: UNA TERRIBILE EREDITA' di Gordiano Lupi

Titolo: Una terribile eredità
Autore: Gordiano Lupi
Editore: Perdisa Editore
ISBN: 978-88-8372-376-6
Pagine: 125
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo copertina: 12,00 €

Da uno dei maggiori conoscitori italiani di Cuba, un connubio di horror e reportage, dove le azioni cruente si intrecciano al viaggio nella cultura di un popolo e alle trame spietate di una guerra e delle sue conseguenze. Un soldato cubano in Angola vive un incubo di cinque anni che lo porterà a conoscere orrore su orrore, fino all'esperienza indicibile del cannibalismo. Da reduce, quel ricordo diventerà per lui insopportabile, un peso destinato a trasformarsi in brama di carne. Metodico come il più inumano degli assassini, sceglierà allora le strade povere dell'Avana per dare la caccia alle sue vittime innocenti. Un romanzo che senza dare un attimo di tregua evoca gli interrogativi più inquietanti sulla natura umana. 

RECENSIONE
Una terribile eredità è il primo romanzo che leggo di Lupi, già apprezzato in precedenti recensioni su saggi di vario genere, e sono rimasto piacevolmente colpito.
Questo romanzo mi sembra la sintesi di tutte le passioni di Lupi; da Cuba al cinema horror passando per la psicologia criminale.
Il libro è diviso in due parti distinte ed è tutto narrato in prima persona dal protagonista, caratteristica che rende, a mio avviso, ancora meglio la sua partecipazione emotiva.
La prima parte è dedicata alla guerra in Angola, con tutte le sue barbarie e le sue atrocità; mentre nella seconda fanno capolineo le conseguenze psicologiche (devastanti) che essa ha prodotto sul soldato cubano una volta tornato a casa.
A livello tematico, quindi, l'autore inquadra un problema già affrontanto da numerosi libri e pellicole cinematrografiche ovvero quella della devianza psicologica conseguente alla guerra. In questo caso una devianza che trasforma il protagonista in un mostro dedito al cannibalismo. Per questo i temi affrontanti risultano particolarmente crudi e disturbanti (l'autore, tra l'altro, non risparmia i dettagli).
Il tutto senza lesinare alcune tematiche politiche e sociali care a Lupi (vedi biografia Fidel Castro).
La scrittura è fluida, favorita da un linguaggio immediato, e il romanzo si legge velocemente (bastano un paio d'ore). Particolarmente riuscita, a mio avviso, l'introspezione psicologica del protagonista che ben rende il dramma dell'uomo trasformato in mostro.

Il romanzo, dunque, risulta godibile e appassionante. Consigliato a chi ama il genere o trova particolarmente affascinanti queste tematiche.

L'AUTORE
Gordiano Lupi (Piombino, 1960). Direttore Editoriale delle Edizioni Il Foglio. Collabora con La Stampa di Torino come traduttore del blog di Yoani Sánchez. Direttore della collana di narrativa latinoamericana Celebres Ineditos di Edizioni Anordest. Ha tradotto i romanzi del cubano Alejandro Torreguitart Ruiz: Machi di carta (Stampa Alternativa, 2003), La Marina del mio passato (Nonsoloparole, 2003), Vita da jinetera (Il Foglio, 2005), Cuba particular – Sesso all’Avana (Stampa Alternativa, 2007), Adiós Fidel – all’Avana senza un cazzo da fare (A.Car, 2008), Il mio nome è Che Guevara (A.Car, 2009), Mister Hyde all’Avana (Il Foglio, 2009) e Il canto di Natale di Fidel Castro (Il Foglio, 2010).

Tra i suoi molti lavori ricordiamo: Nero Tropicale (Terzo Millennio, 2003), Cuba Magica – conversazioni con un santéro (Mursia, 2003), Cannibal – il cinema selvaggio di Ruggero Deodato (Profondo Rosso, 2003), Un’isola a passo di son - viaggio nel mondo della musica cubana (Bastogi, 2004), Quasi quasi faccio anch’io un corso di scrittura (Stampa Alternativa, 2004 - due edizioni in un anno), Orrore, erotismo e pornografia secondo Joe D’Amato (Profondo Rosso, 2004), Tomas Milian, il trucido e lo sbirro (Profondo Rosso, 2004), Serial Killer italiani (Editoriale Olimpia, 2005), Nemici miei (Stampa Alternativa, 2005), Le dive nude - Il cinema di Gloria Guida e di Edwige Fenech (Profondo Rosso, 2006), Il cittadino si ribella: il cinema di Enzo G. Castellari - in collaborazione con Fabio Zanello - (Profondo Rosso, 2006), Filmare la morte – Il cinema horror e thriller di Lucio Fulci (Il Foglio, 2006), Orrori tropicali – storie di vudu, santeria e palo mayombe (Il Foglio, 2006), Almeno il pane Fidel – Cuba quotidiana (Stampa Alternativa, 2006), Sexy made in Italy – le regine del cinema erotico degli anni Settanta (Profondo Rosso, 2007), Coppie diaboliche - dal delitto di Marostica al giallo di Omegna - 34 casi di «crimine a due» 1902-2006 (in collaborazione con Sabina Marchesi - Editoriale Olimpia, 2008), Dracula e i vampiri (in collaborazione con Maurizio Maggioni - Profondo Rosso, 2008), Avana killing (Sered, 2008 – in edicola), Mi Cuba (Mediane, 2008), Delitti in cerca d’autore (I.D.I., 2008 – in edicola), Fernando di Leo e il suo cinema nero e perverso (Profondo Rosso, 2009), Fellini - A cinema greatmaster (Mediane, 2009), Cozzi stellari - Il cinema di Lewis Coates (Profondo Rosso, 2009), Per conoscere Yoani Sánchez (Il Foglio, 2010), Velina o calciatore, altro che scrittore! (Historica, 2010), Tinto Brass - poeta dell’erotismo (Profondo Rosso, 2010), Laura Gemser (Profondo Rosso, 2011), Storia del cinema Horror Italiano – vol.1 – Il Gotico (Il Foglio, 2011), Fidel Castro – biografia non autorizzata (A.Car, 2011), Storia del Cinema Horror Italiano - vol. 2 - Dario Argento e Lucio Fulci (2011). Cura la versione italiana del blog Generación Y della scrittrice cubana Yoani Sánchez e ha tradotto per Rizzoli il suo primo libro italiano: Cuba libre – Vivere e scrivere all’Avana (2009). I suoi romanzi noir più recenti sono: Sangue Habanero (Eumeswill, 2009) e Una terribile eredità (Perdisa, 2009). Pagine web: www.infol.it/lupi. E-mail per contatti: lupi@infol.it. Ha preso parte ad alcune trasmissioni TV come Cominciamo bene le storie di Corrado Augias (libro Serial killer italiani), Uno Mattina di Luca Giurato (libro Serial killer italiani), Odeon TV (trasmissione sui Serial killer italiani), La Commedia all’italiana su Rete Quattro (dove ha parlato di Gloria Guida e di commedia sexy), Speciale TG1 di Monica Maggioni (tema Cuba e Yoani Sánchez), Dove TV a tema Cuba. È stato ospite di alcune trasmissioni radiofoniche in Italia e Svizzera per i suoi libri e per commenti sulla cultura cubana. I suoi libri sono stati oggetto di numerose recensioni e segnalazioni che si possono leggere al sito ww.infol.it/lupi.