8 febbraio 2013

Recensione: WOK di Francesco Carofiglio

Titolo: Wok
Autore: Francesco Carofiglio
Editore: Piemme
Pagine: 126
Anno di pubblicazione: 2013
Prezzo copertina: 10,00 €
 

Wok è un ragazzo di quindici anni che vive con Alice, sua madre. Quando quest'ultima muore, Wok, affidato ai servizi sociali, decide di fuggire. Con la vecchia Dodge di famiglia e le ceneri di Alice nel cruscotto, Wok si lancerà in un'avvincente e pericoloso viaggio "on the road", diretto alla casa di riposo che ospita Bill, suo nonno, un vecchio indiano Navajo che ha smesso di parlare dopo la misteriosa scomparsa del figlio, con l'intenzione di riportarlo nella sua riserva.
Un viaggio duro che riserverà tante sorprese per Wok, come la conoscenza di Zoe, una ragazza più grande con la quale scoprirà l'amore.

Wok di Francesco Carofiglio è un romanzo breve che si legge in poche ore, ma non lascia indifferenti. 
La storia di Wok è quella di un ragazzo solo alle prese con un viaggio necessario per l'elaborazione del proprio lutto. Per Wok, tuttavia, non si tratta solo di accettare la perdita di Alice, unica figura di riferimento, ma trovare delle risposte fondamentali ai tanti misteri della propria infanzia, primo fra tutti la scomparsa del padre.
Il viaggio di Wok, quindi, diventa metafora di una ricerca interiore, la stessa che spinge Zoe a girovagare per le strade americane, con una reflex e lo zaino in spalla. Due anime solitarie che si incontrano e si scontrano, accomunati dalla stessa infelicità e dalla medesima voglia di voltare pagina.

Un viaggio necessario anche per crescere e acquisire la consapevolezza della cattiveria intrinseca nell'uomo, dell'egoismo del mondo "adulto", della distinzione tra bene e male.
Sullo sfondo l'America, non quella delle famiglie perfette con una villa e un cane, ma quella reale di chi vive un quotidianità problematica; gli adulti sono fragili, spesso inadeguati, ma non per questo meno eroici nel loro tentativo di affrontare i problemi, da cui è possibile uscire anche sconfitti (come nel caso di Alice).  

Un romanzo di formazione, avvincente ed emozionante, che regala personaggi memorabili e colpi di scena inaspettati. Un libro dosato e calibrato nei minimi dettagli, consigliato per lettori giovani e adulti appassionati del genere.

L'AUTORE
Francesco Carofiglio è nato a Bari. Architetto, regista e illustratore, attore e autore teatrale. Scrive soggetti e sceneggiature per il cinema e la televisione. Oltre a L’estate del cane nero (Marsilio, 2008, quattro edizioni), Ritorno nella valle degli Angeli (Marsilio, 2009) e Radiopirata (Marsilio, 2011), ha pubblicato per BUR nel 2005 il romanzo With or without you e per Rizzoli nel 2007 il graphic novel Cacciatori nelle tenebre in coppia con suo fratello Gianrico.  

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO QUI