15 marzo 2014

Recensione: PROSSIMA FERMATA FRUITVALE STATION (2013). Al cinema dal 13 marzo

Oscar (Michael B. Jordan) è un ragazzo di colore problematico che dopo essere stato dentro per spaccio prova a ricostruirsi una vita con la ragazza e la figlioletta, che ama profondamente. Ma per il ragazzo, appena licenziato dal lavoro per assenteismo, la strada è tutta in salita e il pericolo di cadere è dietro l'angolo. Tuttavia i suoi sforzi si infrangeranno contro la violenza ingiustificata di alcuni poliziotti, poche ore dopo l'avvento del nuovo anno. 

Prossima fermata: Fruitvale Station, lungometraggio d'esordio del regista Ryan Coogler, rappresenta uno straordinario esempio di cinema civile; realizzato in pochissimi giorni con un budget limitato, il film abbina il realismo scenico tipico della produzione documentaristica con la forza e l'intensità del cinema di impegno civile.

Tratto da una storia vera, Fruitvale Station colpisce lo spettatore nel profondo regalando momenti di autentica commozione. Un sentimento che si accompagna alla rabbia e allo sdegno suscitati dal comportamento di chi, approfittando della divisa, abusa del proprio "potere" invece di tutelare i cittadini.

Sullo sfondo la difficile situazione sociale degli afro-americani, legata alla scarsa integrazione,  alle difficoltà di trovare lavoro (soprattutto in questa particolare fase storica, anche se la vicenda risale alla fine del 2008) e, di conseguenza, al pericolo concreto di abbracciare il mondo della criminalità.

Un film recitato benissimo da tutti e nobilitato dalla presenza nel cast di una grande attrice come Octavia Spencer, nei panni della madre di Oscar. Di gran lunga il migliore della settimana insieme a Her e tra le uscite più interessanti del mese. Da non perdere!

DATA USCITA: 13 marzo 2014
GENERE: Drammatico
ANNO: 2013
REGIA: Ryan Coogler
SCENEGGIATURA: Ryan Coogler
ATTORI: Michael B. Jordan, Melonie Diaz, Kevin Durand, Chad Michael Murray, Ahna O'Reilly, Octavia Spencer
FOTOGRAFIA: Rachel Morrison
MONTAGGIO: Claudia Castello, Michael P. Shawver
MUSICHE: Ludwig Goransson
PRODUZIONE: Forest Whitaker's Significant Productions, OG Project
DISTRIBUZIONE: Wider
PAESE: USA
DURATA: 85 Min

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...